Volkswagen Golf Variant
Volkswagen Golf Variant Volkswagen Golf Variant Volkswagen Golf Variant
Foto Volkswagen Golf Variant »
Dopo la Golf di sesta generazione e l'attuale Golf Plus, debutta ora un'ulteriore variante di carrozzeria della bestseller mondiale.
La nuova Golf Variant si presenta con il frontale completamente rinnovato e dal punto di vista stilistico segue ora il DNA di design tipico delle vetture Volkswagen. La chiarezza delle linee orizzontali e lo stile dei gruppi ottici caratterizzano il nuovo volto della vettura. Le principali motorizzazioni offerte sono quelle già disponibili per la Golf. Gli interni della nuova Variant sono poi accentuati dalla raffinata realizzazione degli elementi della strumentazione.


La gamma di equipaggiamenti e motorizzazioni
Fin dal momento dell'introduzione sul mercato la Variant, che ha ottenuto un grande successo (più di 95.000 immatricolazioni nel 2008), viene presentata nei tre allestimenti Trendline, Comfortline ed Highline. In un secondo tempo verrà presentata la versione con allestimenti al top finora definita Sportline. Per quanto riguarda le motorizzazioni, nella fase iniziale di vendita saranno disponibili quattro motori benzina con potenze da 80 a 160 CV così come due motori Turbodiesel. I motori TDI common rail, estremamente silenziosi, erogano 105 e 140 CV. Il motore TDI 105 CV può essere ordinato, come optional, nella versione BlueMotionTechnology. In questo caso il consumo nel ciclo combinato di 4,5 litri ogni 100 km (corrispondenti a 119 g/km di emissioni CO2), già di per sé basso, scende a 4,2 litri (109 g/km di emissioni CO2).

Gli esterni
Nella parte anteriore, la nuova Golf Variant è caratterizzata dai paraurti opportunamente modificati per questa versione, dalla calandra del radiatore, dal cofano motore di nuova concezione, dai parafanghi e dai proiettori opportunamente modificati. Al contrario della precedente, il design non è più caratterizzato dalla calandra cromata del radiatore, ma da una griglia nera a listelli orizzontali e dal paraurti verniciato nel colore della carrozzeria. Nella zona inferiore, la Variant presenta inoltre una presa d'aria notevolmente più grande. A partire dalla versione con dotazione media di equipaggiamenti (Comfortline), nella calandra e nella presa d'aria inferiore sono integrati inserti cromati. Nel caso della versione Highline al top della gamma, gli inserti cromati incorniciano i fendinebbia con la nuova luce di svolta statica, di serie per questo allestimento.
L'originale zona posteriore risulta ora impreziosita da luci posteriori dalla maggior funzionalità e dai paraurti completamente verniciati nel colore della carrozzeria anche nella parte inferiore. Inoltre tutte le versioni TSI e TDI saranno riconoscibili dai terminali di scarico a vista (non più nascosti dal paraurti). Per la Golf Variant la Volkswagen ha realizzato una nuova gamma di cerchi.


Gli interni
Alla sua presentazione nell'autunno dello scorso anno la Golf sesta generazione è stata molto apprezzata anche per il suo livello qualitativo assolutamente superiore alla media. Negli interni è stata in special modo la plancia ad avvicinare la Golf alle vetture di classe immediatamente superiore. La stessa plancia e la stessa strumentazione, compresi il display multifunzione e l'indicatore della marcia consigliata di serie, sono ora utilizzati anche sulla nuova Golf Variant. Sempre dalla Golf è stata mutuata la nuova generazione di volanti a tre razze, come pure i nuovi climatizzatori. La Volkswagen ha poi adattato la gamma di rivestimenti per i sedili a tutte le vetture della serie (Trendline: "Roxy"; Comfortline: "Scout"; Highline: Alcantara/tessuto "Merlin"), come pure i sistemi radio e di navigazione e le interfacce per il lettore MP3 e per i telefoni cellulari Bluetooth. Per la prima volta la Golf Variant può inoltre essere dotata, come optional, dei due sistemi di assistenza alla guida "ParkAssist" (assistenza per il parcheggio automatico) e "Rear Assist" (telecamera posteriore). Tra gli equipaggiamenti fornibili figura inoltre il tetto apribile panoramico, molto apprezzato da numerosi acquirenti della Golf Variant.


I motori Euro 5 della nuova Golf Variant
La Volkswagen presenta la nuova Golf Variant con quattro motorizzazioni benzina e due Turbodiesel, tutte conformi ai valori limite previsti dalla normativa Euro 5. La gamma comprende, come già in precedenza, un motore benzina 80 CV seguito da un 102 CV. Le due motorizzazioni benzina più potenti (TSI 122 e 160 CV) e le due motorizzazioni Turbodiesel common rail (TDI 105 e 140 CV) possono essere ordinate a scelta abbinate al cambio automatico a doppia frizione DSG.


Le motorizzazioni a gasolio
Come il TDI 2 litri, anche il quattro cilindri da 1.6 litri è caratterizzato da uno straordinario comfort per quanto riguarda il livello di rumorosità, da basse emissioni (119 g/km CO2) e da un consumo medio estremamente basso (4,5 litri ogni 100 km nel ciclo combinato). In confronto al modello precedente di uguale potenza è stato possibile ridurre il consumo di 0,7 litri.
La Golf Variant 2.0 TDI, con 140 CV di potenza e velocità massima di 210 km/h, fa registrare un consumo nel ciclo combinato pari a 5,0 litri ogni 100 km (132 g/km CO2), decisamente basso se rapportato alla potenza erogata. Le motorizzazioni TDI possono essere ordinate in combinazione con l'allestimento Comfortline e Highline.


Le motorizzazioni a benzina
Come detto, i motori benzina della Golf Variant hanno una potenza di 80, 102, 122 e 160 CV. Il motore base da 80 CV è associato all'allestimento Trendline, mentre la versione da 102 CV può essere ordinata per la Golf Variant Trendline e la Golf Variant Comfortline.
I motori TSI offerti per le versioni Comfortline e Highline della Golf Variant dimostrano in modo esemplare tutta l'efficienza delle attuali motorizzazioni benzina della Volkswagen. Con 6,3 litri (122 CV) e 6,4 litri (160 CV) ogni 100 km nel ciclo combinato il loro consumo è a livello di quello, già contenuto, della motorizzazione base da 80 CV. Con cambio DSG, per la motorizzazione TSI 122 CV il consumo scende addirittura a 6 litri (139 g/km CO2) e a 6,1 litri (143 g/km CO2) nel caso della versione 160 CV. Con questa gamma di motorizzazioni, la nuova Golf Variant si attesta tra le stationwagon europee dai consumi più bassi e maggiormente curate dal punto di vista delle emissioni.