Volkswagen al Vinitaly 2011
Volkswagen al Vinitaly 2011
Foto Volkswagen al Vinitaly 2011 »
La Volkswagen Veicoli Commerciali annuncia la propria partecipazione alla 45esima edizione di Vinitaly, Salone Internazionale del Vino e dei Distillati che si apre domani, 7 aprile, alla Fiera di Verona e terminerà l’11 aprile. Ricca di partecipanti provenienti da tutto il mondo, gli espositori saranno più di 4.000 su una superficie superiore a 95.000 metri quadrati. Su questo enorme palcoscenico dove bottiglie e bicchieri reciteranno il ruolo di protagonisti assoluti, la Marca tedesca sarà presente (in un’area esterna tra i padiglioni 8 e 11) con un veicolo che si rivela particolarmente adatto all’ambiente vitivinicolo: si tratta dell’Amarok, il nuovo pick-up di categoria superiore di recente introduzione nel mercato. Data la presenza di operatori del settore che possono trovare nell’Amarok la soluzione di mobilità professionale più giusta, il Vinitaly si rivela una vetrina privilegiata per questo grintoso veicolo che, al pari degli altri modelli della gamma – Caddy, Transporter e Crafter – ha nell’estrema versatilità d’impiego una delle sue caratteristiche principali. Curato nel look, influenzato dalla più recente tendenza stilistica che caratterizza anche le vetture Volkswagen, e contraddistinto da un elevato livello qualitativo, l’Amarok identifica il perfetto connubio tra un’inarrestabile fuoristrada, una confortevole e ben rifinita berlina e un impagabile compagno di lavoro. Disponibile a due ruote motrici o con trazione integrale 4Motion (inseribile o permanente), il pick-up a doppia cabina della Volkswagen è lungo 5,25 metri e, oltre alla considerevole abitabilità interna, offre un cassone molto ampio per ogni esigenza di trasporto. Grazie a moderni motori Turbodiesel fino a 163 CV di potenza, alla trazione integrale e al sistema di sospensioni studiato per affrontare senza preoccupazioni anche gli impieghi più gravosi, il nuovo pick-up della Volkswagen Veicoli Commerciali garantisce di potersi muovere in tutta sicurezza e senza incertezze anche sui fondi più difficili e insidiosi.