TOYOTA

Veicoli Toyota a Celle Combustibili all'Aeroporto di Narita

Veicoli Toyota a Celle Combustibili all'Aeroporto di Narita
Veicoli Toyota a Celle Combustibili all'Aeroporto di Narita
Foto Veicoli Toyota a Celle Combustibili all'Aeroporto di Narita »
Toyota City, Giappone — Toyota Motor Corporation (TMC) ha pianificato la fornitura di veicoli ibridi a celle a combustibile “TOYOTA FCHV-adv”* al fine di collaudare un servizio di trasporto che avrà inizio il 29 Gennaio tra il Narita International Airport e altre destinazioni. Tale fornitura nasce in risposta alla richiesta da parte della Research Association of Hydrogen Supply/Utilization Technology (HySUT), che partecipa all’Hydrogen Highway Project promosso dal Ministero Giapponese dell’Economia, del Commercio e dell’Industria (METI) come parte del Programma Dimostrativo per la Creazione di un Sistema basato sull’Idrogeno.
I veicoli saranno utilizzati dalla All Nippon Airways Co., Ltd. (ANA), che  opera dal Narita Airport per il Servizio Welcome-Home di Taxi e Limousine destinato a tutti i passeggeri di ritorno in Giappone da Europa e Stati Uniti, e per il servizio di navetta operativo nelle prime ore del mattino.

Sempre con riferimento allo stesso progetto, a partire dallo scorso mese di Dicembre Toyota Motor Corporation era già impegnata nella fornitura del “FCHV-BUS”, un bus ibrido a celle a combustibile destinato all’utilizzo sulla linea che collega il centro di Tokyo e il Tokyo International Airport (meglio noto come Haneda Airport).

Per promuovere un utilizzo sempre più esteso dei veicoli a celle a combustibile, TMC analizzerà tutti i dati ottenuti nel corso di questi collaudi (compresi quelli derivanti dall’utilizzo sulle autostrade) per dare continuità alle operazioni di ricerca e sviluppo, collaborando attivamente con diverse organizzazioni tra cui il governo nazionale e le principali società attive nell’industria energetica.

* “Fuel cell hybrid vehicle-advanced"


Descrizione del TOYOTA FCHV-adv

Caratteristiche Principali
•    Funzionamento con temperature fino a -30°C (i modelli precedenti non funzionavano sotto gli 0°C).
•    Autonomia di circa 830 km con un singolo serbatoio di idrogeno (misurazioni TMC in base al ciclo combinato di omologazione giapponese 10-15).