Skoda Rapid Spaceback
Skoda Rapid Spaceback
Foto Skoda Rapid Spaceback »
Un nuovo modello compatto firmato ŠKODA nel segmento C Design: dinamico e attraente per i più giovani Tipicamente ŠKODA: spazio, funzionalità e soluzioni “Simply Clever” Personalizzabile: tetto panoramico e ampio lunotto posteriore Sostenibile: efficienti motori benzina e Diesel con valori ottimali di emissioni di CO2 (99 g/km) Ai nastri di partenza: anteprima mondiale al Salone di Francoforte, lancio sul mercato europeo a partire da ottobre 2013 ŠKODA integra la propria gamma introducendo la Rapid Spaceback, nell’ampio segmento delle vetture compatte, tra la Fabia e la Octavia. La Casa automobilistica ceca produce per la prima volta un nuovo modello che coniuga la praticità tipica del Marchio della Freccia Alata con una forma compatta. Grazie al design sportivo e piacevole, la Rapid Spaceback nasce per un pubblico giovane. Come da tradizione ŠKODA, la Rapid Spaceback offre ampiezza, soluzioni “Simply Clever”, elevata sicurezza, opportunità di personalizzazione, consumi contenuti e un buon rapporto qualità-prezzo. Per questi motivi, la Rapid Spaceback definisce nuovi standard nel segmento. Il lancio sul mercato europeo è previsto per ottobre 2013. “La nuova Rapid Spaceback rappresenta una pietra miliare per ŠKODA. Segna il nostro ingresso in un segmento strategicamente importante, quello delle compatte”, dichiara Winfried Vahland, Presidente ŠKODA. “La Rapid Spaceback è una grande novità per questo segmento ed unisce le caratteristiche di praticità tipiche di una ŠKODA con una forma compatta. La Rapid Spaceback ha un aspetto dinamico, accattivante ed innovativo. È un’auto compatta con uno spirito sportivo, è spaziosa e pratica, ideale per giovani e famiglie”, aggiunge Vahland. Un modello spazioso, sportivo e attraente Aspetto lineare, profili dinamici, proporzioni perfette e un caratteristico gioco di contrasti netti tra luci ed ombre, la nuova Rapid Spaceback è il risultato dell’inteso lavoro del Responsabile del Design ŠKODA Jozef Kabaň e il suo team. La Rapid Spaceback punta su linee essenziali e unicità, con uno stile particolare. È un’auto caratterizzata da look sportivo e linearità oltre che da un’eleganza dinamica che la rende attraente. Particolarmente distintivo è il profilo laterale: rispetto ai modelli tradizionali, le fiancate sono più sportive e allungate. Una caratteristica che rende la vettura inconfondibile rispetto alla concorrenza sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale. La silhouette della Rapid Spaceback ha una linea elegante e definita, con un ampio passo (2.602 mm), una linea di spalla netta e in posizione elevata. La Rapid Spaceback è dotata di montanti C e D con un terzo finestrino laterale. Insieme a questi, l’ampia superficie dei cristalli laterali crea un abitacolo luminoso e garantisce un’ottima visibilità. Le possibilità di personalizzazione sono tra gli aspetti fondamentali di questo modello. Uno dei punti di forza è il grande tetto panoramico in vetro (disponibile a richiesta) che consente ai passeggeri di avere un’estesa visuale del cielo. Il tetto panoramico si estende dal parabrezza al lunotto e ciò si traduce in maggiore luminosità per gli occupanti. Il tetto misura 1.713 × 1.155 mm, di cui 1.210 × 780 mm in vetro. Il tetto panoramico in vetro della Rapid Spaceback acquisisce maggiore rilevanza se combinato con il lunotto posteriore esteso (optional). Il lunotto esteso con vetri ombreggiati si spinge circa dieci centimetri più in basso sul portellone rispetto al normale lunotto di serie. La superficie vetrata si estende così dal parabrezza fino ad una buona parte del portellone. Questi due nuovi elementi stilistici rendono la Rapid Spaceback un’auto unica nel suo genere, conferendole un tocco di esclusiva individualità. La parte posteriore della vettura enfatizza il carattere sportivo della Rapid Spaceback grazie alle linee essenziali. Un diffusore nero e i catadiottri nel paraurti accentuano lo sviluppo orizzontale dei tratti, al pari dei grandi gruppi ottici posteriori con design a forma di “C” tipico del Marchio. Il design del frontale della Rapid Spaceback richiama gli elementi caratteristici della Rapid in versione berlina: la pronunciata griglia frontale con 19 listelli verticali e inserti cromati, il logo ŠKODA sulla parte arrotondata del cofano motore e la disposizione a quadrifoglio dei gruppi ottici e dei fendinebbia. Fin dal lancio, la Rapid Spaceback sarà disponibile a richiesta con il ”Pacchetto Xeno”, comprendente fari allo Xeno e fendinebbia con luci con funzione curvante. Interni spaziosi e seducenti, ricca di soluzioni “Simply Clever” “La Rapid Spaceback, con la sua interessante combinazione di ampiezza interna, funzionalità e design, rappresenta una novità nel segmento delle vetture compatte. Proprio l’attenzione allo spazio è uno dei valori chiave del nostro Marchio.”, afferma Werner Eichhorn, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per Vendite e Marketing. “Anche la Rapid Spaceback rappresenta un nuovo benchmark per la sua categoria in fatto di abitabilità interna”, commenta Eichhor. Per quanto riguarda le dimensioni esterne, il nuovo modello misura 18 cm in meno rispetto alla Rapid berlina, ma lo spazio per i passeggeri rimane ampio e confortevole. La Rapid Spaceback vanta estensioni per ginocchia e testa (lato posteriore) più ampie della categoria, con valori che si attestano rispettivamente su 64 e 980 mm. Il bagagliaio ha capacità tra le più estese del segmento: 415 litri o 1.380 litri con sedili posteriori abbattuti. A questo ampio spazio a disposizione si sommano innumerevoli soluzioni “Simply Clever”. Ad esempio, la nuova Rapid Spaceback presenta un doppio piano di carico nel bagagliaio, per poterlo suddividere in due livelli orizzontali. La Rapid Spaceback vanta inoltre tutte le dotazioni utili già presenti sulla Rapid in versione berlina. Tra queste il raschietto per il ghiaccio (sistemato nello sportellino che dà accesso al serbatoio, con chiusura centralizzata), l’alloggiamento per il giubbotto ad alta visibilità sotto il sedile del conducente, il rivestimento double-face per il pianale del bagagliaio. Altre soluzioni intelligenti sono il porta-ticket, il sistema di supporto per dispositivi multimediali, i vani portaoggetti anteriori e posteriori e la cappelliera facilmente posizionabile in verticale dietro i sedili posteriori. Gli interni della nuova Rapid Spaceback risultano infine particolarmente accattivanti grazie al volante sportivo a 3 razze, finiture dalla linea elegante e un design piacevole per la tappezzeria interna. Sicurezza senza compromessi La nuova Rapid Spaceback vanta elevati standard di sicurezza, come pratica consolidata per i modelli del Marchio della Freccia Alata. Un sistema di protezione completo salvaguardia i passeggeri in caso di impatto. Ne fanno parte, tra gli altri, airbag frontali, laterali e per la testa per conducente e passeggero anteriore, cinture di sicurezza a 3 punti regolabili in altezza (con pretensionatori anteriori) e poggiatesta anch’essi regolabili in altezza. Nei Paesi UE, l’ABS (sistema antibloccaggio) e l’ESC (controllo elettronico della stabilità) sono di serie. A tutto questo si sommano altre funzioni di sicurezza attiva disponibili a richiesta, quali fari allo Xeno, sistema di controllo della pressione degli pneumatici, fendinebbia con funzione curvante (luci di svolta) e sistema di assistenza nelle partenze in salita “Hill Hold Control”. Con il lancio della Rapid Spaceback, debutta sui modelli Rapid un servosterzo elettromeccanico C-EPS (Column-Electric Power Steering). In questa tecnologia è un servomotore elettrico computerizzato a semplificare le manovre del conducente al volante intervenendo in funzione della velocità. Quattro motori benzina e due Diesel Già al lancio sul mercato, la Rapid Spaceback sarà disponibile con quattro motori benzina e due Diesel. Le motorizzazioni avranno potenze comprese tra 75 CV (55 kW) e 122 CV (90 kW). Il motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW), che festeggia la sua anteprima su Rapid, può essere combinato con il cambio automatico DSG a sette rapporti e completa l’attuale offerta assieme al motore 1.6 TDI 105 CV (77 kW) che arriverà nella versione GreenLine, dedicata al contenimento dei consumi. Nella versione 1.6 TDI 90 CV (66 kW), la Rapid Spaceback consuma 3,8 l/100 km, a fronte di emissioni di CO2 pari a 99 g/km. Per tutte le motorizzazioni TSI e TDI sono disponibili versioni Green tec dedicate al risparmio dei consumi. In alternativa, è possibile scegliere tra quattro motori benzina, ad esempio il tre cilindri 1.2 MPI 75 CV (55 kW) e due varianti di potenza da quattro cilindri 1.2 TSI da 86 CV (63 kW) e 105 CV (77 kW), tutte con cambio manuale. Il motore 1.4 TSI 122 CV, proposto in combinazione con il cambio DSG a 7 rapporti, risulta essere la versione più potente. La più imponente offensiva di prodotto nella storia dell’Azienda Con la Rapid Spaceback, la Casa automobilistica ceca amplia l’offerta di vetture nel segmento C, tra la Fabia e la Octavia. La versione berlina della Rapid è bestseller in India dalla fine del 2011 e nei mercati europei da circa un anno. Da poco la vettura è sbarcata anche in Cina, con produzione in loco. A oggi (dati al 31 luglio 2013), sono state vendute oltre 75.000 vetture Rapid. INCONFONDIBILE ELEGANZA SPORTIVA La Rapid Spaceback porta una ventata d’aria fresca nella classe compatta La nuova compatta di Casa ŠKODA dimostra carattere e stile Infinite possibilità di personalizzazione come il tetto panoramico in vetro e il lunotto posteriore esteso, nuovi colori carrozzeria, otto design per i cerchi e tre linee di allestimento Quintessenza di precisione, purezza delle forme e qualità Il nuovo modello della Casa Automobilistica ceca porta una ventata d’aria fresca in uno dei segmenti di vetture più vendute. Con il suo design dinamico e accattivante, la nuova Rapid Spaceback dimostra stile personale e carattere. L’ultima nata della ŠKODA colpisce poi per spaziosità e funzionalità. “La Rapid Spaceback è un’auto da manuale. Questo modello incarna tutto il meglio dello spirito ŠKODA ossia spazio, funzionalità e nuove linee di design”, sottolinea Frank Welsch, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per lo Sviluppo Tecnico. “Grazie alle innumerevoli possibilità di personalizzazione, la nuova Rapid Spaceback è un modello decisamente attraente”. Precisione, purezza delle forme, qualità, uniti ad elevata funzionalità, ecco i capisaldi del nuovo linguaggio stilistico ŠKODA. “Con la Rapid Spaceback, abbiamo dato vita ad un nuovo simbolo di lifestyle per la classe compatta”, sostiene il Responsabile del Design ŠKODA Jozef Kabaň. La vettura nel suo insieme, dal logo sul cofano motore al posteriore, vanta proporzioni armoniose, superfici scolpite e linee nette e precise. Eliminando il superfluo e limitandosi all’essenziale, la Rapid Spaceback si rivela un’auto davvero interessante. Un modello compatto, emozionante e dinamico L’ultima nata in Casa ŠKODA mostra la sua immagine migliore da una prospettiva laterale e posteriore. Il profilo, complici montanti sottili ed ampie superfici dei cristalli laterali, risulta sportivo e raffinato. Questo sottolinea il carattere dinamico della vettura assicurando al suo interno ottima luminosità, elevato comfort e straordinaria visuale. L’interasse (2.602 mm) è stato pensato a tutto vantaggio di questo dinamismo visivo. Una linea di spalla netta genera un gioco di contrasti decisi tra luci ed ombre. La nuova vettura è lunga 4.304 mm, quindi 179 mm più corta rispetto alla Rapid berlina. Lo sbalzo posteriore, che risulta così più contenuto, ne amplifica la sportività. I cerchi della Rapid Spaceback ne caratterizzano fortemente il profilo. Sono disponibili otto diversi design in acciaio e lega di alluminio, da 14, 15, 16 e 17 pollici, compresi quelli speciali da 17" del pacchetto “StylePLUS”. Il posteriore esprime forza e dinamismo: tratti essenziali e forme pulite enfatizzano lo sviluppo orizzontale delle linee della vettura. Oltre che dai gruppi ottici posteriori dal tipico design a forma di “C”, la larghezza dell’auto è messa in risalto dal diffusore nero e dalle linee stampate nella lamiera della carrozzeria che formano un elegante triangolo su entrambi i lati del portellone. Il tetto panoramico in vetro può essere ordinato separatamente e, al momento, è il più grande montato su una ŠKODA. Il tetto misura 1.713 × 1.155 mm, di cui 1.210 × 780 mm in vetro, e si estende dal parabrezza al lunotto, regalando ai passeggeri completa visibilità del cielo. Se necessario, il tetto in vetro può essere oscurato completamente tramite due appositi elementi. Un elemento di design inconfondibile è rappresentato dal lunotto esteso della nuova Rapid Spaceback, disponibile in combinazione con il tetto panoramico in vetro. Con questa soluzione, il vetro oscurato del lunotto si spinge dieci centimetri più in basso nel portellone rispetto al lunotto tradizionale, allargando notevolmente la visuale. Il frontale della Rapid Spaceback è simile a quello della Rapid berlina fino al montante centrale. Colpisce per eleganza ed accorgimenti volti ad enfatizzarne visivamente la larghezza facendolo così apparire più imponente. Al centro si trova la caratteristica calandra con 19 listelli verticali, incastonata in una raffinata cornice cromata. La parte frontale armoniosamente arrotondata del cofano motore reca il logo ŠKODA di nuova concezione e si inserisce nella griglia del radiatore. Lateralmente si trovano invece gruppi ottici particolarmente evidenti e fendinebbia, disponibili a richiesta. I gruppi ottici, larghi e pronunciati, sono disponibili in versione allo Xeno. Possono essere ordinati con il “Pacchetto Xeno” che comprende anche fendinebbia con luci con funzione curvante. La Rapid Spaceback è disponibile in un’ampia gamma di colori carrozzeria. I modelli Rapid vantano ora quattro nuove vernici metallizzate: “Grigio Metallo”, “Rosso Rio”, “Blu Race” e “Bianco Luna” (disponibili da inizio 2014). Altri colori metallizzati sono “Argento Brillante”, “Nero Tulipano Perlato”, “Blu Denim”, “Beige Cappuccino” e “Verde Rally”. Tre infine i colori non metallizzati: “Bianco Magnolia”, “Rosso Corallo”, “Blu Pacifico”, a cui si aggiunge il colore speciale “Giallo Sprint”. Eleganza nell’abitacolo, infinite possibilità di personalizzazione Al momento di lavorare sugli interni, i designer della Rapid Spaceback si sono lasciati guidare da due criteri: essenzialità e precisione. La qualità dei materiali colpisce tanto quanto l’attenzione ai dettagli. Inoltre, l’abitacolo è spazioso e offre un’elevata ampiezza per i passeggeri. La plancia risulta essenziale e ordinata: gli elementi di comando sono disposti in modo ergonomico e facilmente raggiungibili. I designer ne hanno volutamente enfatizzato lo sviluppo orizzontale, assicurando così spazio ancora maggiore. La Rapid Spaceback monta esclusivamente volanti a 3 razze, regolabili in altezza e profondità. A seconda della versione di allestimento, sono disponibili cinque diverse varianti di volante che si differenziano a livello di materiali (PUR, PUR con inserti cromati, pelle con inserti cromati) e funzionalità (senza comandi integrati oppure con comandi per il controllo di display multifunzione, radio e telefono). Chi desidera interni spiccatamente sportivi potrà optare per il “Pacchetto Dynamic” che comprende il Pacchetto Pelle con volante, pomello della leva del cambio e leva del freno a mano rivestiti in pelle, sedili sportivi speciali nelle combinazioni cromatiche nero/rosso o nero/argento, pedaliera in acciaio inossidabile e listelli decorativi in tonalità “Bianco Piano” (fino alla settimana 45/13 tonalità “Nero Piano”). Il “Pacchetto Interni” pone l’accento sulla funzionalità degli interni: si avranno a disposizione reti sui lati interni dei sedili anteriori, supporti per dispositivi multimediali e vani portaoggetti nei pannelli interni delle porte. La Rapid Spaceback viene proposta in tre linee di allestimento: “Active”, “Ambition” ed “Elegance”. È inoltre possibile scegliere fra tre combinazioni cromatiche per la plancia e i pannelli delle porte: “nero/nero”, “nero/grigio” e “nero/beige”. Le versioni di allestimento “Ambition” ed “Elegance”, particolarmente pregiate, vantano listelli decorativi di nuova concezione per il cruscotto con quattro diverse finiture: “Grafite”, “Argento Spazzolato”, “Bianco” e “Nero”. Per queste linee di allestimento sono disponibili anche nuove versioni della tappezzeria per i sedili. La Rapid Spaceback “Active” vanta una ricca dotazione di sicurezza. Tra i dispositivi parte della dotazione di serie nei mercati UE spiccano ABS ed ESC, diversi airbag (lato guida, passeggero anteriore, per la testa e laterali), predisposizione Isofix sui sedili posteriori, luci di marcia diurna e cinque cinture di sicurezza a 3 punti. Tra le dotazioni comfort a bordo figurano invece servosterzo, chiusura centralizzata e alzacristalli elettrici anteriori. La vettura monta cerchi in acciaio da 14 o 15". In aggiunta a quanto offerto dall’allestimento “Active”, la Rapid Spaceback “Ambition” vanta display multifunzione, specchietti retrovisori e maniglie esterne delle porte in tinta con la carrozzeria, sedile del conducente regolabile in altezza, vano portaocchiali, chiusura centralizzata con radiocomando e tasche portaoggetti sugli schienali dei sedili anteriori. La Rapid Spaceback “Elegance” monta cerchi in lega da 15". L’abitacolo è reso ancora più prezioso da un “Pacchetto Chrome” comprendente dettagli cromati su volante, bocchette dell’aria, pomello della leva del cambio e leva del freno a mano. Il Pacchetto Pelle è parte integrante dell’allestimento “Elegance”. Sul fronte funzionalità, bracciolo centrale anteriore con cassetto portaoggetti, tappetini in tessuto, specchietti retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori e autoradio Blues sono parte dell’equipaggiamento di serie. Ogni linea di allestimento può essere arricchita con numerosi elementi. Oltre ad una ampia gamma di cerchi, sono disponibili a richiesta vari sistemi elettronici, quali cruise control, sensori di parcheggio posteriori, sistema di controllo della pressione degli pneumatici, sistema di assistenza nelle partenze in salita (Hill Holder Controll) o climatizzatore (manuale o Climatronic). Per quanto riguarda i dispositivi di infoteinment, è possibile scegliere tra due sistemi radio, (“Blues” e “Swing”), entrambe dotate di lettore CD. Come navigatore è invece disponibile il sistema radio-navigazione dinamica “Amundsen+” con funzione DAB. EMISSIONI DI CO2 DA 99 g /km Sostenibilità: Rapid Spaceback GreenLine 1,6 TDI 90 CV (66 kW) con emissioni di CO2 a 99 g/km Motorizzazioni: quattro motori benzina e due motori Diesel, cinque versioni Green tec Versione aggiuntiva: disponibile nuovo motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW) per tutta la serie Rapid GreenFuture: la strategia di ecocompatibilità a 360° della ŠKODA Ecocompatibilità e tutela ambientale sono obiettivi importanti della strategia aziendale della ŠKODA. Per questo la Rapid Spaceback è disponibile in versione GreenLine con emissioni di CO2 a 99 g/km oltre a cinque motorizzazioni Green tec. La nuova Rapid Spaceback viene presentata con un totale di sei motori Euro 5, con innovazioni per il contenimento dei consumi, di potenza compresa tra 75 CV (55 kW) e 122 CV (90 kW). La novità per il modello Rapid è rappresentata dal Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW). Per la Rapid Spaceback sono disponibili quattro motori benzina e due Diesel, tutte versioni efficienti e dalla elevate performance. È inoltre possibile scegliere anche la nuova versione Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW) nella versione GreenLine. GreenLine è la denominazione con cui ŠKODA designa il modello di una serie con consumi maggiormente contenuti. La Rapid Spaceback 1.6 TDI 90 CV (66 kW) GreenLine dispone di sistema Start/Stop e di recupero dell’energia in frenata. Sui cerchi in acciaio da 15" sono montati pneumatici con bassa resistenza al rotolamento. Un ulteriore contenimento dei consumi si deve a particolari accorgimenti aerodinamici. Uno speciale rivestimento della calandra del radiatore, prese d’aria nascoste, copricerchi integrali e uno spoiler posteriore (a richiesta) riducono in modo mirato la resistenza aerodinamica della vettura. La versione si distingue per la presenza di una targhetta GreenLine applicata sulla calandra del radiatore e sul portellone. Le emissioni di CO2 della Rapid Spaceback GreenLine sono pari a soli 99 g/km, mentre i consumi si attestano su 3,8 l/100 km. Le versioni GreenLine sono parte integrante della gamma ŠKODA dal 2008. Sinonimo di massima efficienza nei consumi, senza compromessi in termini di comfort o potenza. Una speciale centralina di gestione motore, in aggiunta a modifiche tecniche e aerodinamiche incoronano i modelli ŠKODA GreenLine come i più attenti ai consumi della loro categoria. Non si tratta solo di ottimizzazioni del motore, ma anche di adeguamenti innovativi fatti a specifici parametri delle vetture. Quattro motori benzina da 75 CV (55 kW) a 122 CV (90 kW) I motori benzina della Rapid Spaceback sono TSI a iniezione diretta sovralimentati (ad eccezione della motorizzazione di accesso) garantiscono potenza elevata e bassi regimi per un avere consumi ridotti con buon prestazioni. Il motore benzina base è 1.2 MPI 75 CV (55 kW). Il tre cilindri vanta un consumo di 5,8 l/100 km nel ciclo combinato ed emissioni di CO2 pari a 134 g/km. La motorizzazione di accesso può essere richiesta con un cambio manuale a cinque rapporti. Il benzina 1.2 TSI 86 CV (63 kW) viene inoltre proposto in abbinamento al cambio manuale a cinque rapporti, che nel ciclo combinato regala consumi di 5,1 l/100 km a fronte di emissioni di CO2 di 119 g/km. A titolo di confronto i valori della versione Green tec di pari potenza sono di 4,9 l/100 km e 114 g/km di CO2. La versione più potente di questo motore TSI da 1,2 l di cilindrata è un 105 CV (77 kW) per il quale le emissioni di CO2 si attestano su 125 g/km con consumi di 5,4 l/100 km (Green tec 5 l/100 km e 116 g/km). Questo motore è disponibile in abbinamento al cambio manuale a sei rapporti. Il motore benzina più potente per la Rapid Spaceback è 1.4 TSI 122 CV (90 kW). Questo motore è disponibile esclusivamente in abbinamento al cambio automatico DSG a 7 rapporti. I consumi di carburante nel ciclo combinato sono pari a 5,8 l/100 km, le emissioni di CO2 a 134 g/km (versione Green tec rispettivamente 5,4 l/100 km e 125 g/km). Due motori Diesel da 90 CV (66 kW) a 105 CV (77 kW) I motori Diesel sono common rail a iniezione diretta. Novità assoluta per i modelli Rapid, al debutto sulla nuova Rapid Spaceback, è il motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW). Questa versione può essere richiesta con cambio manuale a 5 rapporti o automatico DSG a 7 rapporti. I consumi nel ciclo combinato del motore 1.6 TDI 90 CV (66 kW) con cambio manuale sono di 4,4 l/100 km a fronte di emissioni di CO2 di 114 g/km (variante Green tec rispettivamente 3,9 l/100 km e 104 g/km). Nel ciclo combinato, il motore 1.6 TDI 90 CV (66 kW) con cambio automatico fa registrare consumi 4,5 l/100 km ed emissioni pari a 118 g/km di CO2. Non esiste una versione Green tec di questa motorizzazione. La versione più potente del motore 1.6 TDI raggiunge i 105 CV (77 kW). Questa motorizzazione viene proposta con cambio manuale a cinque rapporti e vanta consumi di 4,4 l/100 km a fronte di emissioni di CO2 pari a 114 g/km. I consumi della versione Green tec sono invece di 3,9 l/100 km con emissioni pari a 104 g/km. Scelta tra cinque pacchetti Green tec ŠKODA prevede poi per cinque motorizzazioni su sei della Rapid, pacchetti Green tec ecologici e straordinariamente contenuti nei consumi. Green tec è un equipaggiamento a richiesta, proposto trasversalmente per quasi tutte le motorizzazioni. Per la nuova Rapid Spaceback e per la Rapid berlina sono disponibili versioni Green tec per i motori benzina 1.2 TSI 86 CV (63 kW), 1.2 TSI 105 CV (77 kW) e 1.4 TSI 122 CV (90 kW) oltre che per entrambe le motorizzazioni Diesel con cambio manuale. Grazie alle tecnologie Green tec è possibile ottenere una riduzione di consumi ed emissioni tra il 4 e l’11%. Le emissioni di CO2 delle cinque versioni Green tec disponibili sono comprese tra 104 e 125 g/km, a fronte di consumi nel ciclo combinato tra 3,9 e 5,4 l/100 km. Il pacchetto Green tec propone sistema Start/Stop automatico, sistema di recupero dell’energia in frenata e pneumatici con bassa resistenza al rotolamento. GreenFuture: la strategia di ecocompatibilità a 360° della ŠKODA Che si tratti di Green tec o GreenLine, questi miglioramenti significativi sul fronte di consumi ed emissioni delle vetture ŠKODA rientrano nella strategia di ecocompatibilità a tutto tondo della Casa automobilistica ceca. Per consolidare ulteriormente gli sforzi tesi in questa direzione, ŠKODA riunisce tutte le misure necessarie nel progetto GreenFuture. Lo scopo è di rendere i modelli della ŠKODA ancora più contenuti nei consumi promuovendo un impiego di risorse sempre più ecocompatibile. GreenFuture è parte integrante della strategia di crescita ŠKODA 2018 e della strategia di tutela ambientale del Gruppo Volkswagen. Il progetto GreenFuture comprende tre tematiche principali: GreenProduct, GreenFactory e GreenRetail. Il termine GreenProduct, evidenzia la volontà della Casa Automobilistica ceca di abbassare ulteriormente le emissioni medie di CO2 di tutti i modelli di vetture. Attualmente sono disponibili 81 modelli ŠKODA con emissioni di CO2 inferiori a 120 g/km, undici dei quali con emissioni inferiori a 100 g/km. Entro il 2018 ŠKODA realizzerà una gamma di modelli ancor più ecocompatibili, ovvero con il 25% di emissioni in meno. Il tema della GreenFactory, inteso come produzione delle vetture, è un ulteriore elemento chiave della strategia. Si tratta soprattutto di lavorare su elementi quali la riduzione del consumo di energia e acqua o la quantità di rifiuti legato alla produzione delle singole vetture. Terzo pilastro della strategia di ecocompatibilità ŠKODA è il GreenRetail, incentrato sulla tutela ambientale da parte di concessionari e officine. UNA VETTURA PRATICA E SPAZIOSA Massimo rapporto tra spazio interno e dimensioni esterne compatte Eccezionale comfort per i passeggeri posteriori La Rapid Spaceback offre molte soluzioni “Simply Clever” La nuova Rapid Spaceback convince per ampiezza e praticità d’impiego quotidiano, forte di numerose soluzioni “Simply Clever”. La Casa ceca propone per la prima volta una vettura che coniuga la funzionalità tipica delle auto ŠKODA con una forma compatta. Questo permette di sfruttare al meglio lo spazio mantenendo dimensioni esterne contenute e creando nuovi standard in termini di comfort disponibile a livello di sedili posteriori e bagagliaio. Si entra così in contatto con un’auto dall’ottimo rapporto qualità-prezzo: una vettura sportiva ed elegante, dinamica e, al tempo stesso, pratica e adatta per tutta la famiglia. In sintesi, un’auto che incarna tutti i valori ŠKODA. “La Rapid Spaceback rappresenta il nuovo punto di riferimento in fatto di ampiezza e funzionalità nel segmento delle compatte”, commenta Frank Welsch, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA per lo Sviluppo tecnico. “I nostri sviluppatori e designer hanno trovato nuove soluzioni “Simply Clever” per facilitare il più possibile l’esperienza dei nostri Clienti a bordo. Il risultato è una vettura estremamente spaziosa e intelligente, semplicemente perfetta in ogni situazione”, aggiunge Welsch. Massimo sfruttamento dello spazio in versione compatta La Rapid Spaceback convince perché offre spazio a volontà per tutta la famiglia. Nonostante le dimensioni esterne di 4,30 m di lunghezza, 1,71 m di larghezza e 1,46 m di altezza, i rapporti di spazio per i passeggeri sono identici a quelli della Rapid berlina. Questo sfruttamento ottimale degli interni è reso possibile anche grazie all’interasse della vettura superiore a 2,60 m. In questo modo i passeggeri posteriori possono godere del più ampio spazio per le ginocchia (64 mm) e per la testa (980 mm) della categoria. Lo spazio per la testa qui è addirittura superiore di 8 mm rispetto alla Rapid berlina rappresentando ancora una volta un nuovo benchmark per il segmento. Il bagagliaio della nuova Rapid Spaceback ha una capienza di 415 litri. Caricarlo poi è semplicissimo grazie all’altezza di apertura di 841 mm e alla soglia di carico ad appena 677 mm da terra. Abbattendo lo schienale dei sedili posteriori la capacità del bagagliaio raggiunge i 1.380 litri. Affinché le cinture di sicurezza posteriori non ostacolino l’abbattimento dei sedili posteriori, una soluzione “Simply Clever” permette di fissarle lateralmente ad un piccolo supporto. Grazie al bracciolo centrale posteriore abbattibile è possibile trasportare oggetti lunghi senza problemi. “ŠKODA – Simply Clever” è uno slogan incarnato da ogni vettura del Marchio. Per la nuova compatta Rapid Spaceback, è inoltre disponibile a richiesta un doppio piano di carico nel bagagliaio, che consente di suddividere quest’ultimo in due vani orizzontali. Un piano può essere fissato nella posizione superiore tramite appositi supporti laterali; in questo modo il bagagliaio raddoppia. Il piano di carico può essere poi fissato in posizione inclinata per semplificare le operazioni di carico e scarico. Semplice idea, grande risultato. Se si desidera utilizzare il bagagliaio senza suddividerne lo spazio è sufficiente posizionare il ripiano nella posizione più bassa. All’occorrenza, la cappelliera può essere semplicemente ribaltata dietro il sedile posteriore. Un’altra soluzione “Simply Clever” è il tappeto baule double-face: un lato è rivestito di moquette, l’altro lato, facilmente rovesciabile, è stato fabbricato in tessuto impermeabile e resistente allo sporco. A richiesta il bagagliaio può essere equipaggiato con il Pacchetto Portaoggetti che comprende vani di stivaggio, ganci fermaborse e un set di reti per il fissaggio di bagagli e piccoli oggetti. Nell’abitacolo non è stato sprecato neanche un millimetro. Telefono cellulare, iPod e altri piccoli dispositivi portatili trovano posto in un supporto per dispositivi multimediali nel vano portaoggetti. I porta bevande sono alloggiati in entrambe le porte anteriori, posteriori e nella consolle centrale posteriore. Il bracciolo centrale posteriore può fungere all’occorrenza da comodo scomparto o stabile portabevande. Un’altra soluzione “Simply Clever” elimina le affannose ricerche dei ticket di parcheggio: questi trovano posto nell’apposito porta-ticket in corrispondenza del montante anteriore lato guida. Sono disponibili molte reti da posizionare ai fianchi interni dei sedili anteriori e, di serie, tasche portaoggetti per gli schienali dei sedili anteriori. LA SICUREZZA PER LA RAPID SPACEBACK Nuova, compatta, con numerose dotazioni di sicurezza attiva e passiva ABS, ESC e sei airbag di serie per i mercati europei Gamma Rapid da adesso con fari allo Xeno La nuova Rapid Spaceback è sinonimo di sicurezza senza compromessi. Come la versione berlina, la Rapid Spaceback è una delle vetture più sicure della sua categoria. A livello di sicurezza attiva la Rapid Spaceback è predisposta con una ricca dotazione di dispositivi. Per i Paesi UE, infatti, i sistemi ABS (sistema antibloccaggio) e ESC (controllo elettronico della stabilità) sono parte dell’equipaggiamento di serie. L’ABS impedisce il bloccaggio delle ruote in frenata. L’ESC riduce il pericolo di sbandamento in situazioni estreme poiché il sistema interviene in modo mirato nel processo di frenata e nella gestione del motore. A richiesta la Rapid Spaceback può anche essere equipaggiata con fari allo Xeno (25 watt). Si tratta di speciali lampadine allo Xeno a basso consumo energetico ( 2.000 lumen). Grazie alla speciale concezione, il sistema non necessita né di regolazione della profondità dei fari né di impianto tergilavafari. Il vantaggio? Prezzo inferiore e peso ridotto rispetto ad altre tipologia di fari, con il vantaggio di un flusso luminoso più elevato. A richiesta sono disponibili anche altri sistemi di sicurezza. Ne sono un esempio i fendinebbia con funzione curvante. A seconda dell’angolazione del volante viene comandata automaticamente l’accensione del fendinebbia destro o sinistro per illuminare meglio la curva. Il sistema di controllo della pressione degli pneumatici avverte il conducente mediante segnalazioni ottiche e acustiche in caso di perdita di pressione. Il sistema di assistenza nelle partenze in salita “Hill Hold Control” (HHC) è un utile dispositivo di sicurezza che consente di partire in salita senza pericolo di arretramento. A funzione attivata, non è necessario alcun intervento da parte del conducente per azionare il freno a mano poiché questo interviene automaticamente per circa due secondi a partire da una pendenza del 5%. Entrambi i sistemi – controllo della pressione degli pneumatici e sistema di assistenza nelle partenze in salita – sono disponibili a richiesta nell’ambito del pacchetto sicurezza “ESC Plus”. Sul fronte della sicurezza attiva, il comportamento di marcia stabile della Rapid Spaceback ha un’importanza decisiva. Oltre a interasse lungo e struttura resistente della carrozzeria, è soprattutto la precisione dell’assetto a regalare dinamicità di comportamento alla vettura. L’asse anteriore impiega sospensioni tipo MacPherson con bracci trasversali inferiori triangolari. Il posteriore è caratterizzato invece da un asse a ruote interconnesse con bracci longitudinali. La nuova Rapid Spaceback è dotata di servosterzo elettromeccanico, il cosiddetto C-EPS (Column-Electric Power Steering). Nel C-EPS è un servomotore elettrico computerizzato a semplificare le manovre del conducente al volante. Il sistema interviene soltanto quando la servoassistenza è davvero necessaria. L’eliminazione del servosterzo idraulico (sovrapompa, tubi flessibili e fluido idraulico) porta a diversi vantaggi, tra cui migliore comportamento di sterzata oltre a riduzione dei consumi di carburante, peso e ingombro inferiori. Elevata sicurezza passiva In caso di collisione, i passeggeri della nuova Rapid Spaceback sono protetti da diversi sistemi di sicurezza che agiscono in sinergia riducendo il rischio di lesioni. In tutto si contano fino a sei airbag. In corrispondenza dei cristalli laterali due airbag per la testa si aprono a tendina. Due airbag laterali anteriori proteggono il bacino e la cassa toracica in caso di impatto mentre gli airbag anteriori proteggono conducente e passeggero in caso di collisione frontale. L’airbag passeggero anteriore può essere disattivato quando sul relativo sedile è presente un seggiolino per bambini montato in senso opposto rispetto alla direzione marcia. Per la protezione dei bambini i seggiolini Isofix possono essere ancorati agli appositi dispositivi di aggancio e agli ancoraggi Top-Tether presenti sui sedili posteriori. In questo modo i seggiolini diventano un tutt’uno con la vettura. In caso di impatto tutti i passeggeri sono trattenuti da cinture di sicurezza a 3 punti. Sui sedili anteriori le cinture sono anche regolabili in altezza e dotate di pretensionatori. Quando le cinture sono allacciate i pretensionatori sono in grado di tenderle in pochi millesimi di secondo. Il rischio di sollecitazioni a carico del torace è ridotto dai limitatori di forza. RAPID BERLINA IN VERSIONE GREENLINE Offerta di motorizzazioni arricchita dalla versione Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW) Nuove dotazioni per la Rapid e nuovo assetto Novità di design per le linee dell’abitacolo con volante a 3 razze, finiture di design, rivestimenti dei sedili e altro ancora Gamma Rapid disponibile ora con fari allo Xeno Con il lancio della nuova Rapid Spaceback, anche la Rapid versione berlina potrà beneficiare di una serie di innovazioni. Da oggi la berlina è disponibile con motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW). Anche gli interni della Rapid berlina verranno rinnovati nelle linee e nel design. La Rapid Spaceback e la Rapid berlina sono disponibili anche nella versione GreenLine, particolarmente attenta ai consumi (3,8 l/100 km a fronte di emissioni di CO2 di 99 g/km), in combinazione con il motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW) È inoltre disponibile anche un’ecologica versione Green tec con motore Diesel e cambio manuale. Il pacchetto Green tec prevede tecnologie volte alla riduzione dei consumi come il sistema Start/Stop automatico, il dispositivo di recupero dell’energia in frenata e gli pneumatici con bassa resistenza al rotolamento. Le emissioni di CO2 della Rapid 1.6 TDI 90 CV (66 kW) Green tec si attestano su appena 104 g/km con consumi nel ciclo combinato di 3,9 l/100 km. Il nuovo motore Diesel 1.6 TDI 90 CV (66 kW) amplia la gamma di motorizzazioni della Rapid berlina e della Rapid Spaceback. Il propulsore a iniezione diretta common rail è dotato di filtro antiparticolato e può, a richiesta, essere integrato da cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti oppure da cambio manuale a 5 rapporti. Nel ciclo combinato, le emissioni di CO2 e i consumi del modello 1.6 TDI 90 CV (66 kW) con cambio manuale si attestano rispettivamente su 114 g/km e 4,4 l/100 km. Nel complesso per la Rapid sono quindi disponibili sei diverse motorizzazioni Euro 5: due motori a Diesel (1.6 TDI 90 CV 66 kW oppure 105 CV 77 kW) e quattro motori benzina (1.2 MPI 75 CV 55 kW, 1.2 TSI 86 CV 63 kW oppure 105 CV 77 kW e 1.4 TSI 122 CV 90 kW). Il pacchetto Green tec è disponibile per le motorizzazioni TSI e TDI. Oltre ad aver ottimizzato l’assetto della Rapid berlina migliorando le sospensioni, è stato rinnovato anche il suo abitacolo. Come la Rapid Spaceback, ha in dotazione un nuovo volante a 3 razze in diverse varianti di allestimento. Anche la Rapid berlina è dotata del nuovo servosterzo elettromeccanico C-EPS (Column-Electric Power Steering). Le versioni di allestimento della Rapid berlina “Ambition” e “Elegance” sono caratterizzate da nuovi listelli decorativi in quattro diverse finiture (“Grafite”, “Argento Spazzolato”, “Bianco” e “Nero”). Per queste versioni vengono inoltre proposti nuovi rivestimenti dei sedili. Negli allestimenti “Active” e “Ambition” plancia e pannelli delle porte sfoggiano infine una nuova tonalità più scura di grigio. Altre novità a bordo sono il nuovo display dell’autoradio “Swing” e le manopole con inserti cromati della radio “Blues”. A richiesta la Rapid può essere dotata di fari allo Xeno mentre fin da subito sono disponibili tre nuovi colori carrozzeria: “Grigio Metallo”, “Rosso Rio” e “Blu Race”. Dall’inizio del 2014 sarà disponibile anche il colore metallizzato “Bianco Luna”. La gamma dei colori carrozzeria comprende anche quelli metallizzati: “Argento Brillante”, “Nero Tulipano Perlato”, “Blu Denim”, “Beige Cappuccino” e “Verde Rally”. Tre infine sono i colori non metallizzati: “Bianco Magnolia”, “Rosso Corallo”, “Blu Pacifico”, più il colore speciale “Giallo Sprint”.