Seat Leon SC
Foto Seat Leon SC »
La nuova SEAT Leon SC sfoggia il proprio carattere da coupé sportiva; è una straordinaria compatta a tre porte e incarna alla perfezione il linguaggio stilistico della SEAT. Il modello aggiunge un tocco di sportività in più alla strada, senza compromettere la facilità di uso per la vita quotidiana. L’abitacolo è estremamente funzionale, offre un convincente mix di eccellenti finiture e materiali di qualità superiore, oltre a un ampio spazio per tutti i passeggeri. Inoltre, con 380 litri di capacità, il vano bagagli ha proporzioni generose come quelle della versione a cinque porte. “La nuova Leon SC è l’icona del design della nostra gamma. Comunica alla perfezione i valori chiave del Marchio: design e dinamica, tecnologia e qualità al giusto prezzo”, afferma James Muir, Presidente della SEAT. “La storia della nuova Leon è strettamente legata al principio del piacere di guida allo stato puro senza che il guidatore debba rinunciare alla facilità di uso per la vita quotidiana. Principio di successo al quale siamo rimasti fedeli anche per la Leon SC. Anzi, ove possibile, abbiamo cercato di perfezionarlo ulteriormente”. La nuova SEAT Leon SC è un concentrato di alta tecnologia. Tra le caratteristiche figurano l’innovativo infotainment, i sistemi di assistenza intelligenti, la strategia di riduzione sistematica del peso, un telaio perfettamente tarato e motori di ultima generazione. Tutte le motorizzazioni dispongono di iniezione diretta con turbocompressore e sono un connubio perfetto di straordinaria efficienza e raffinata dinamica. Le unità TSI e TDI con cilindrata compresa tra 1.2 e 2.0 litri erogano da 86 (63 kW) a 184 CV (135 kW). Il motore 1.6 TDI 105 CV (77 kW) è dotato di sistema start/stop e registra consumi di soli 3,8 litri ogni 100 chilometri, a fronte di emissioni di CO2 di 99 grammi al chilometro. Come la Leon a cinque porte, anche la Leon SC è disponibile negli allestimenti Reference e Style, oltre che nella versione sportiva FR. “Grazie al passo leggermente più corto, la Leon SC è il membro più sportivo ed emozionante della famiglia Leon. Ha l’aspetto di una coupé sportiva, ma vanta un sorprendente livello di funzionalità”, sottolinea Matthias Rabe, Vicepresidente per Ricerca e Sviluppo della SEAT S.A..“Grazie a un lavoro di messa a punto, siamo riusciti a coniugare il forte carattere sportivo e la maneggevolezza precisa con un notevole aumento di comfort e praticità. La Leon SC è un altro esempio di come la SEAT utilizza le tecnologie del Gruppo Volkswagen per sviluppare vetture che sono distintamente SEAT”. Design – un look grintoso Con proporzioni perfettamente equilibrate, la nuova SEAT Leon SC colpisce fin dal primo sguardo. Il rapporto tra lunghezza, altezza e larghezza e gli sbalzi ridotti trasmettono un senso di dinamicità anche a vettura ferma. La compatta a tre porte, che si ispira al linguaggio di design sviluppato tramite le concept car IBE, IBL e IBX, è l’interpretazione dinamica del nuovo stile della SEAT. “Abbiamo dato alla tre porte Leon SC un carattere altamente distintivo. Eliminare semplicemente due porte non sarebbe stato sufficiente per noi. Ecco perché abbiamo optato per un passo più corto (anche se solo di 35 millimetri). L’effetto visivo è molto forte. Il risultato? Una notevole differenza nell’espressione della dinamicità”, afferma Alejandro Mesonero-Romanos, Responsabile del Design della SEAT. “Il linguaggio stilistico è stato perfezionato sulla nuova Leon. Tutto questo è particolarmente evidente nelle linee caratteristiche: è una vettura dalla spiccata personalità”. Rispetto alla versione a cinque porte, il passo della nuova Leon SC è stato accorciato di 35 millimetri. Al contempo, l’aspetto distintivo dei finestrini, con il bordo posteriore inferiore spostato verso il basso, allunga visivamente l’auto (4,23 metri). Questo conferisce alla Leon SC un aspetto sportivo e grintoso, tuttavia molto compatto. Tutte le linee esterne vantano un trattamento delle superfici con effetto tridimensionale. Il design risulta così ancora più distintivo e crea una bella interazione di luci e ombre. Il frontale della nuova Leon SC è inoltre caratterizzato dal design “a freccia”. Tutte le linee si allungano verso un singolo punto situato sul frontale della vettura. Il triangolo, forma geometrica chiara e stabile, costituisce un elemento fondamentale del linguaggio stilistico della SEAT ed è evidente in diversi punti della nuova Leon SC. Anche nel design dei fari, il triangolo riveste un ruolo molto importante: i proiettori sono perfettamente integrati nel profilo della vettura e la loro linea affilata è un tratto tipico della SEAT. Con i nuovi fari full LED, disponibili a richiesta, la Leon SC è una vera pioniera dal punto di vista tecnologico: disponibili per la prima volta nel segmento delle compatte, gli innovativi proiettori full LED consumano meno energia e hanno una durata molto più lunga. La loro temperatura di colore pari a 5.500 Kelvin è simile a quella della luce del giorno e affatica meno gli occhi. La fiancata della nuova SEAT Leon SC presenta un rapporto equilibrato tra superfici in metallo e in vetro (verticalmente, circa un terzo di vetro e due terzi di carrozzeria), che sottolinea la stabilità e l’aspetto solido della vettura. La caratteristica “Linea Dinamica” si interrompe sulla fiancata per proseguire verso la parte posteriore, passando sopra i passaruota. I rilievi laterali scolpiti con precisione non sono completamente diritti, ma formano un leggerissimo arco che aumenta la tensione. L’ampio lunotto che, grazie alla sua curvatura donna un aspetto simile a quello di una coupé, ha un’inclinazione di 19 gradi superiore rispetto alla versione a cinque porte e ha la forma di un pentagono stilizzato rivolto verso l’alto: un’altra caratteristica distintiva della nuova SEAT Leon SC. La Leon è il primo modello che sfoggia il nuovo logo: nel frontale e sul portellone, sulle ruote e sul volante. Interni e infotainment – sobri e innovativi Il dinamismo della carrozzeria abbraccia anche gli interni della nuova Leon SC, che si presentano essenziali, luminosi e puliti. I materiali sono di altissima qualità e le finiture di prim’ordine. Le superfici, piacevoli al tatto, sono raffinate e alcune versioni vantano anche il fascino aggiunto di inserti cromati e in pelle. Descrivendo gli interni, Alejandro Mesonero-Romanos, Responsabile del Design della SEAT, spiega: “Il nostro parametro per la progettazione degli interni luminosi ed eleganti è stato l’ergonomia, pertanto ci siamo ispirati alla precisione della plancia di un aereo. Il guidatore della Leon SC non avrà inutili distrazioni e potrà concentrarsi completamente sulla guida”. Lo spazio per guidatore e passeggero anteriore è caratterizzato da un design pulito e armonioso. La plancia, sobria al limite del purismo, è concepita a misura del guidatore; tutti gli interruttori, pulsanti e leve sono ubicati esattamente dove ci si aspetta istintivamente di trovarli. I grandi quadranti degli strumenti risultano perfettamente leggibili, mentre il sistema di informazione per il guidatore è già di serie nell’allestimento Reference. Il volante con finiture di pregio, che mostra il nuovo logo SEAT sulla copertura dell’airbag, può essere dotato di comandi multifunzione. I sedili di nuova concezione sono sportivi ed estremamente comodi per persone di qualsiasi statura. La regolazione dell’altezza del sedile del guidatore è di serie, mentre quella sul lato passeggero è disponibile a richiesta sull’allestimento Reference ed è di serie sulla Style. Durante la guida dinamica i sedili garantiscono il migliore sostegno possibile e sulle lunghe percorrenze provvedono a un comfort ottimale. Numerosi dettagli eleganti, come i comandi del climatizzatore, le ampie bocchette per l’aria e la modanatura tridimensionale, sottolineano l’alta qualità delle finiture della nuova Leon SC. Il vano bagagli ha un volume di 380 litri, dato assolutamente unico in questa categoria. Per la nuova Leon SC, la SEAT offre una gamma completa di innovative soluzioni di infotainment. Si basano sul sistema operativo SEAT Easy Connect, che prevede un touchscreen per le funzioni di entertainment, comunicazione e navigazione, nonché una gamma di altre funzioni della vettura. Il touchscreen, che arriva fino a 5,8", è ubicato in mezzo alle due bocchette dell’aria centrali. Il display risulta di facile lettura e utilizzo sia per il guidatore che per il passeggero anteriore. E, per la prima volta, le versioni top di gamma dispongono di sensori di prossimità, per una praticità ancora maggiore. Motori – efficienti e potenti La SEAT propone la nuova Leon SC con una serie di potenti ed efficienti motorizzazioni TDI e TSI, con cilindrate che vanno da 1.2 a 2.0 litri. Tutte le motorizzazioni dispongono di iniezione diretta e turbocompressore, e sono ottimizzate per garantire tempi di riscaldamento più rapidi e minor attrito interno. Il propulsore 1.6 TDI eroga 105 CV (77 kW) di potenza e 250 Nm di coppia. Se equipaggiato con il sistema start/stop e con il sistema di recupero dell’energia, registra consumi pari a soli 3,8 l/100 km a fronte di 99 grammi di CO2/km. Il propulsore 2.0 TDI della Leon SC, invece, eroga 150 CV (110 kW) di potenza e una coppia di 320 Nm, a fronte di soli 4,1 l/100 km. La gamma dei Diesel è completata dal propulsore 1.6 TDI 90 CV (66 kW) e dal nuovo 2.0 TDI 184 CV (135 kW) e 380 Nm. Per quanto riguarda i motori a benzina, la Leon SC parte dal 1.4 TSI. Questo propulsore di nuova generazione genera una potenza di 122 CV (90 kW), erogando 200 Nm di coppia. La motorizzazione offre di serie i sistemi start/stop e di recupero dell’energia, e consuma soli 5,2 litri/100 km a fronte di 120 g/km di emissioni di CO2. Il 1.2 TSI è disponibile in due versioni da 86 e 105 CV (rispettivamente 63 e 77 kW). La gamma Leon è ulteriormente potenziata da un 1.4 TSI 140 CV (103 kW) con coppia massima di 250 Nm, che registra consumi di 5,2 l/100 km e 119 g/km di emissioni di CO2. La motorizzazione di punta della gamma benzina sarà un 1.8 TSI in grado di erogare 180 CV e 250 Nm, la cui introduzione è prevista nel corso del 2013. In funzione della variante del motore, la trasmissione della potenza viene gestita da un cambio manuale a cinque o sei rapporti, o dal compatto e leggero cambio DSG con doppia frizione, in grado di cambiare le sue sei o sette marce a velocità sorprendenti e con un’efficienza straordinaria. Su alcune versioni è integrata la funzione “freewheel” (ruota libera) che aiuta a ridurre ulteriormente i consumi. Assetto – comodità e dinamica Anche l’assetto contribuisce alla maggiore dinamicità della nuova SEAT Leon SC. Lo sterzo è caratterizzato da una raffinata stabilità direzionale e da un alto livello di risposta, mentre le sospensioni attutiscono egregiamente qualsiasi irregolarità del fondo stradale. La vettura monta sospensioni McPherson su un sottotelaio dell’asse anteriore, sospensioni con barra di torsione su quello posteriore per motorizzazioni fino a 150 CV (110 kW). Le varianti top di gamma prevedono sospensioni a bracci multipli, in grado di gestire separatamente i carichi longitudinali e quelli trasversali. Il “SEAT Drive Profile” della Leon SC FR consente al guidatore di variare le caratteristiche del servosterzo, del comando dell’acceleratore e della sonorità del motore (mediante un attuatore acustico), nelle modalità Eco, Comfort e Sport. È inoltre presente un’impostazione personalizzata, che consente di effettuare le regolazioni a seconda delle preferenze di chi si trova al volante. Anche l’illuminazione a LED dell’abitacolo cambia, in funzione della modalità di guida selezionata: luce bianca per Eco e Comfort, luce rossa per Sport. Sistemi di assistenza alla guida – vigili e assolutamente all’avanguardia Gli ingegneri SEAT hanno dotato la nuova Leon SC di innovativi sistemi di assistenza alla guida. Una telecamera posizionata sullo specchietto retrovisore interno comanda il sistema Lane Assist, che interviene sul servosterzo elettromeccanico per correggere la traiettoria prima che il guidatore oltrepassi involontariamente la linea di segnalazione della corsia. Anche il sistema Full Beam Assistant, che gestisce automaticamente il funzionamento dei fari abbaglianti passando agli anabbaglianti quando necessario, si avvale della telecamera. Un ulteriore attento sistema di assistenza è rappresentato dal dispositivo per il riconoscimento della stanchezza, che registra un’eventuale diminuzione della concentrazione di chi è alla guida, suggerendogli di fare una pausa. Un altro importante sistema di sicurezza, anch’esso di serie sulla Leon SC, è il sistema di frenata multipla (Multi Collision Brake), che consente di evitare impatti secondari in caso di incidente.