Renault Espace
Foto Renault Espace »
Nuova Renault Espace: la saga continua dopo 28 anni di vita e oltre 1,2 milioni di unità vendute. Nuova Renault Espace adotta sul frontale la nuova identità di Renault che le conferisce uno stile ancora più distintivo e dinamico. Motorizzazioni più rispettose dell’ambiente: significativa riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2. Il pioniere delle monovolume continua a perfezionarsi, con una proposta ancora più ampia di tecnologie, in particolare la nuova telecamera di retromarcia, restando la monovolume più accogliente per 7 passeggeri. «Era una sfida importante ripristinare l’appeal e la competitività CO2 di Espace in un ambiente concorrenziale – spiega Laurent Bernard, Direttore Aggiunto Programma Espace. L’obiettivo è fidelizzare la nostra base di clientela, e garantire una buona transizione commerciale con la futura Espace». Una nuova identità design, in linea con lo stile iconico di Espace Nuova Renault Espace adotta la nuova identità design di Renault, che ne esalta la personalità, conferendole maggior dinamismo. In linea con i nuovi modelli della Marca, la calandra mostra la grande losanga verticale che si staglia su un’ampia fascia nera, sottolineata da modanature cromate. I nuovi copricerchi “Hurlingham” e i nuovi cerchi in lega “Monterey” e “Dark Eptius” esaltano la personalità spiccata e dinamica di Espace. Nell’abitacolo, la caratteristica plancia di Espace è impreziosita, nella versione Initiale Paris, da impunture che contribuiscono all’aspetto curato ed elegante degli interni. Le sellerie in pelle e Alcantara® favoriscono la sensazione di comfort e benessere di tutti i passeggeri. Più rispettosa dell’ambiente: -20 grammi di CO2/km (-0,8 l/100 km) in versione Diesel, e -6 grammi di CO2/km (-0,3 l/100 km) per le motorizzazioni benzina In versione 130, 150 o 175 cavalli, il propulsore 2.0 dCi (M9R), associato ad una trasmissione manuale a 6 rapporti, emette soltanto 150 grammi di CO2/km* (-20 grammi) per un consumo di 5,7 l/100 km* (-0,8 litri). La motorizzazione 2.0 dCi (M9R), associata ad una trasmissione automatica, emette 169 grammi di CO2/km* (-20 grammi), per un consumo di 6,4 l/100 km* (-0,8 litri). Il propulsore 175 cavalli, associato alla trasmissione manuale, propone il miglior rapporto potenza/emissioni di CO2 del segmento. Per la motorizzazione 2.0 dCi, questi dati rappresentano 1,7 l/100 km e 27 grammi di CO2/km risparmiati in 6 anni, dal lancio del propulsore 2.0 dCi su Espace, nel 2006. Con il motore 2.0 l benzina turbo (F4Rt), le emissioni scendono a 198 grammi di CO2/km* (-6 grammi) e i consumi a 8,5 l/100 km* (-0,3 litri). Per ottenere tali risultati, gli ingegneri hanno lavorato su: Evoluzioni motori Diesel: introduzione della tecnologia ESM (recupero dell’energia in frenata), della pompa dell’olio termostatica, del sistema di thermomanagement e del sistema EGR a freddo (ricircolo dei gas di scarico), Miglioramento del pianale completo: SCx migliorato del 3% grazie ad evoluzioni della carenatura sotto scocca, a nuovi pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e al servosterzo elettro-idraulico. Il pioniere delle monovolume continua a perfezionarsi Tutte le carte vincenti che hanno portato al successo Renault Espace si ritrovano in questa nuova versione: abitabilità, modularità, comfort, visibilità e luminosità, a vantaggio di tutti i passeggeri. All’interno, Nuova Renault Espace propone sempre l’abitacolo più accogliente tra le grandi monovolume per 7 passeggeri, con il comfort di 7 veri sedili e una luminosità eccezionale, grazie all’ampio tetto apribile. Con un tessuto innovativo, le sellerie di Nuova Renault Espace resistono ai liquidi a base di acqua e olio. Renault è il primo costruttore automobilistico a proporre un tessuto con label Teflon® Automotive High Protection. Il trattamento Teflon® protegge ogni fibra tessile senza alterarne l’aspetto, il comfort né le sensazioni al tatto. Questa innovazione si rivela particolarmente adatta ad una familiare, evitando le macchie e facilitando la pulizia delle sellerie, che conservano a lungo l’aspetto nuovo. Per facilitare le manovre e parcheggiare ancora più agilmente, Nuova Renault Espace propone una telecamera di retromarcia, particolarmente precisa grazie alla sovrapposizione di una sagoma nell’immagine rinviata al conducente. L’immagine, a colori, è visualizzata sullo schermo del navigatore, situato nella parte centrale del cruscotto. Tutte le Espace propongono un lettore DVD con 2 schermi 7’’, integrati nei poggiatesta anteriori. Tale proposta multimediale, che entusiasmerà i bambini, è montata interamente in fabbrica, a garanzia di una qualità irreprensibile, di finiture curate e di una riduzione dei rischi di furto. Per completare gli equipaggiamenti, Nuova Renault Espace propone, di serie su tutte le versioni, una gamma di tecnologie che facilitano la vita e sollevano il conducente da numerose incombenze: navigatore collegato Carminat TomTom Live®, card per accesso e avviamento senza chiave, freno di stazionamento automatico, connettività completa (streaming audio con Bluetooth®, prese AUX o USB). Infine, Nuova Renault Espace conserva tutte le sue caratteristiche doti di modularità interna, grazie alle guide di fissaggio che consentono grande libertà di posizionamento dei sedili sui posti posteriori: Nuova Renault Espace può essere configurata a piacere, per ricevere fino a 7 passeggeri con un comfort di alto livello. Prodotta in Francia, nello stabilimento Renault di Sandouville, Nuova Renault Espace porta in sé il DNA della qualità Renault: qualità progettuale e produttiva, scelta dei materiali, qualità dinamiche. Nuova Renault Espace si conferma il simbolo della modernità, del lusso e dell’alto di gamma “made in France”. LO SGUARDO DI alain prost su RENAULT Espace «Ogni volta che salgo a bordo di Espace, riprovo la sensazione di trovarmi su un’auto “a sé”. Dal mio punto di vista, nessun’altra monovolume, SUV o 4x4 riesce ad offrire la stessa atmosfera e lo stesso comportamento. Si tratta di un’esperienza completamente diversa. Si potrebbe avere l’impressione di un’auto “immensa” ma, in realtà, Espace non è più ingombrante di una berlina familiare, con una facilità di guida immediata. L’ottima tenuta di strada, le qualità delle sospensioni e il comfort sono realmente sorprendenti. Per me, Renault Espace è al tempo stesso un’auto che può essere guidata in modo “familiare” e rilassato, o anche in modo più dinamico, quando se ne ha voglia. LA SAGA ESPACE, IL SUCCESSO dI un prEcursORE In 28 anni di storia, Renault Espace ha saputo fidelizzare numerosi clienti, vendendo oltre 1,2 milioni di unità in Europa. Nel 1984, in occasione del lancio, Renault Espace definisce il concetto di berlina monovolume: un’idea rivoluzionaria, nata dalla cooperazione tra Renault e Matra. 1984 – Espace 1: prima presentazione di Espace alla stampa, ad aprile; la commercializzazione inizia a luglio. La modularità di Espace sorprende: si possono rimuovere i 5 sedili posteriori e creare, da fermi, un salone, facendo ruotare i sedili anteriori. Renault inaugura il suo slogan “Les voitures à vivre”. 1991 – Espace II: la seconda generazione di Espace, più dinamica, propone forme più morbide. I montanti del parabrezza sono estremamente sottili, ricoperti dai vetri laterali. I retrovisori sono integrati, come parte della carrozzeria. L’ergonomia è ulteriormente migliorata, con sedili posteriori su rotaie. La motorizzazione V6, associata ad una trasmissione automatica, consolida lo status alto di gamma di Espace. 1996 – Espace III: questa terza generazione offre a Espace dimensioni imponenti. Una versione più lunga di 27 cm, battezzata Grand Espace, è lanciata a gennaio 1998. Questa fase è l’ultima della collaborazione tra Renault e Matra per quanto riguarda Espace. 2002 – Espace IV: la nuova generazione è integralmente prodotta da Renault nello stabilimento di Sandouville ed è progettata su una piattaforma comune a Nuova Laguna e Vel Satis. Le linee, più tese e moderne, esprimono una personalità incisiva e ne rivelano l’appartenenza al segmento delle grandi monovolume alto di gamma. La principale innovazione riguarda la carrozzeria, che abbandona i materiali compositi per adottare la lamiera d’acciaio. Altra innovazione, il gruppo climatizzatore non è più montato nel vano motore ma sotto il pianale dell’abitacolo. 2012 – la saga continua… In anticipo sulla sua epoca, Espace inventava, 28 anni fa, la monovolume. Da allora, non ha mai smesso di reinventarla, un po’ alla volta, senza modificarne il DNA.