Renault al Fuori Salone
Foto Renault al Fuori Salone »
La città metropolitana contemporanea si sta progressivamente trasformando, non solo occupando nuovi territori ma articolandosi, al tempo stesso, in una rete sempre più fitta di connessioni virtuali e reali. Queste complesse trasformazioni possono essere governate soltanto se la città viene ripensata anche attraverso progetti capaci di soddisfare le nuove esigenze di trasporto della conoscenza, dei prodotti e delle persone. In questo scenario, una delle più grandi sfide che devono affrontare gli amministratori, i progettisti e le aziende più sensibili ed orientate alle esigenze della società è quella di pensare e realizzare progetti centrati su edifici, quartieri, aree autosufficienti energeticamente, in cui i mezzi di trasporto pubblici e privati devono essere concepiti in maniera integrata. Renault, ormai da anni gioca un ruolo di guida di queste trasformazioni, in quanto fortemente impegnata in termini di risorse materiali, umane ed economiche a sviluppare progetti e prodotti capaci di soddisfare le nuove esigenze di mobilità sostenibile, nella profonda consapevolezza che tale impegno non ha soltanto un impatto sul mercato, ma anche e soprattutto un elevato impatto sociale. Con il progetto di mobilità a Zero Emissioni*, Renault presenta la propria visione di mobilità del prossimo futuro, lo sviluppo dei veicoli elettrici, la soluzione più efficace per il rispetto dell’ambiente e per offrire una mobilità sostenibile a tutti. Renault è il costruttore automobilistico che, primo tra i grandi produttori, ha avviato un programma industriale orientato allo sviluppo e alla commercializzazione di massa dell’auto elettrica, mettendo in campo investimenti per oltre 4 miliardi di euro ed un team dedicato di 2.000 persone. Al centro del programma, l’introduzione sul mercato, fra * in fase di utilizzo quest’anno e il 2012, di una gamma completa di 4 veicoli elettrici, dotati di batterie agli ioni di litio, adatti a rispondere a tutte le esigenze di utilizzo, privato e professionale: - Twizy Z.E., soluzione di mobilità urbana innovativa, con 4 ruote, 2 posti in linea ed una carrozzeria avvolgente, ideale per gli spostamenti in città; la maneggevolezza di uno scooter, la sicurezza di un’auto. - Fluence Z.E., berlina raffinata del segmento C, che consente di trasportare comodamente 5 passeggeri; - Kangoo Z.E., furgonetta elettrica, destinata a flotte ed operatori professionali, ideale per il trasporto merci in città; - Zoe Z.E., berlina compatta e versatile per un nuovo concetto di city commuter. Ciò su cui Renault si sta impegnando a fondo è un nuovo paradigma di mobilità urbana sostenibile: rendere l’auto elettrica una soluzione disponibile, conveniente ed attraente per il maggior numero possibile di automobilisti. In questa prospettiva, Renault propone i suoi veicoli elettrici a prezzi accessibili, introducendo formule innovative per l’acquisto e per il noleggio della batteria. Renault basa il proprio obiettivo di sviluppo di massa della mobilità elettrica a zero emissioni su un approccio sistemico che prevede una serie di partnership con governi, amministrazioni locali e Società energetiche che hanno un ruolo determinante nel creare le condizioni strutturali, economiche ed operative di sviluppo di questo mercato. Per prepararne la commercializzazione, Renault ha già siglato, nell’ambito dell’Alleanza con Nissan, oltre 80 accordi ed altri se ne aggiungeranno progressivamente in tutto il mondo. Anche in Italia, Renault è impegnata nello studio di partnership con le principali amministrazioni comunali e compagnie elettriche, nella prospettiva di realizzare progetti congiunti per la mobilità a zero emissioni, promuovere i veicoli elettrici e sviluppare le idonee infrastrutture. Renault è oggi l’unico Gruppo automobilistico ad aver siglato accordi in tale ambito con i due principali operatori energetici in Italia, Enel e A2A. Un protocollo d’intesa è stato siglato nel 2010 tra Renault ed Enel, per lo sviluppo congiunto di soluzioni integrate per la mobilità elettrica nei più diversi ambiti di applicazione: compatibilità tecnica tra l’infrastruttura di ricarica ed i veicoli elettrici, offerte integrate di prodotti e servizi, analisi delle diverse tecnologie di ricarica e dei servizi associati all’infrastruttura di ricarica, studio del ciclo di vita completo della batteria e del suo eventuale impiego come sistema di accumulo di energia, sviluppo di progetti pilota in Italia in aree in corso di identificazione. Un accordo è stato siglato da Renault anche con A2A, multiutility leader nella distribuzione dell’elettricità in Lombardia, per sperimentare e quindi diffondere su più ampia scala un sistema di trasporto pubblico ed individuale a zero emissioni. L’accordo prevede la realizzazione del progetto pilota denominato E-MOVING che è stato avviato già da qualche mese nelle città di Milano e Brescia. Una flotta di 60 veicoli Renault Z.E. (Kangoo Z.E. e Fluence Z.E.) è messa progressivamente a disposizione di clienti privati e Società pubbliche e private e un’infrastruttura di 270 punti di ricarica sarà via via implementata nelle due città. L’obiettivo è di testare le diverse componenti del modello operativo di mobilità elettrica elaborato in partnership da Renault e da A2A. La mobilità elettrica a Zero Emissioni è coerente con i progetti europei di riduzione delle emissioni di CO2 del 60% entro il 2050. Al Salone del Mobile (11-17 aprile), Renault è partner di Domus nello spazio fuorisalone “Urban Futures” (Via Tortona, 31-Milano) dove esporrà in statica una Renault 4, icona della mobilità del passato di cui ricorre quest’anno il 50° anniversario, che fungerà anche da veicolo per la proiezione di filmati relativi alla mobilità del futuro secondo Renault: la gamma Z. E.