Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma
Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma
Foto Raid umanitario - storico Roma - Volgograd - Roma »
Da ormai alcuni anni l’ultima settimana di gennaio e la prima decade di febbraio sono dedicate alla Memoria delle tragedie avvenute durante la seconda guerra mondiale. Tra queste non si può dimenticare quella che ha riguardato i reparti italiani inviati sul Fronte Orientale tra il 1941 e il 1943. Le forze armate italiane, già duramente provate dagli scontri sui Balcani e nell’Africa Settentrionale, furono inviate da Mussolini a sostegno dell’attacco tedesco contro l’Unione Sovietica.

I soldati italiani andarono così incontro ad un destino drammatico: le cifre parlano di circa 5.000 morti e 13.000 feriti fino al 10 dicembre 1942, e di circa 115.000 tra morti e feriti nella battaglia del Don, la successiva ritirata (11 dicembre 1942 – 20 marzo 1943) e la prigionia. L’enorme numero di soldati dell’Asse catturati dai Sovietici, infatti, determinò gravi difficoltà nella gestione dei prigionieri a cui non furono garantite condizioni minime di sopravvivenza nei campi di prigionia e durante i trasferimenti.

Siamo di fronte ad una pagina di Storia che  è opportuno valorizzare, tanto più nell’anno delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia.
Del sacrificio dei soldati italiani mandati a morire sul Fronte Orientale narrano grandi opere di narrativa come “Centomila gavette di ghiaccio” di Giulio Bedeschi e “Il sergente nella neve” di Mario Rigoni Stern.

Obiettivi:

a)    Attraversare le zone che videro protagoniste le truppe italiane durante la seconda guerra mondiale e realizzare un resoconto fotografico e video sui campi di battaglia tra il fiume Don e il fiume Volga.
b)    Arrivare a Volgograd (il nome attuale di Stalingrado) in occasione dell’anniversario della resa tedesca del 2 febbraio 1943.
c)    Documentare attraverso un libro il viaggio e gli episodi storici che ne sono alla base, rendendo la sofferenza dei soldati italiani, sovietici, tedeschi e rumeni e dei numerosissimi civili morti e feriti un monito contro tutte le guerre.
d)    A Volgograd, inoltre, ci sarà la consegna di vestiti raccolti appositamente per la casa-famiglia della Comunità Giovanni XIII fondata da Don Oreste Benzi.
e)    Celebrare il 150° anniversario dell'unità d'Italia attraverso un viaggio che ripercorre le tappe delle truppe italiane sul fronte russo, nello stesso periodo dell'anno in cui accaddero i fatti.

Equipaggio:

Guido Guerrini: classe 1976, enotecario, presidente dell’Associazione Culturale “Torino-Pechino-La Macchina della Pace”, ideatore del progetto, non nuovo a viaggi avventurosi sulle quattro ruote. Tra le imprese automobilistiche: Capo Nord (1995), Marocco (1997), il giro del deserto tunisino (2001), l’attraversamento dell’ex Jugoslavia durante le guerre degli anni ’90, Mosca e San Pietroburgo a metano (2004), Torino-Pechino e ritorno a gpl (2008), il giro del Caucaso a gpl (2010). In 15 anni ha toccato in auto tutte le nazione dell’Europa continentale. 

Emanuele Calchetti: nato a Sansepolcro nel 1981, è giornalista pubblicista e cameraman professionista. Collabora con testate giornalistiche ed emittenti televisive toscane ed umbre.

Il programma del Viaggio

Sabato 22 gennaio : Partenza ufficiale da Sansepolcro
Domenica 23 gennaio: Arrivo a Timisoara (Romania), 1207 km
Lunedì 24 gennaio: Timisoara-Bucarest, 558 km
Martedì 25 gennaio: Bucarest-Chisinau (Moldavia), 429 km
Mercoledì 26 gennaio: Chisinau
Giovedì 27 gennaio: Chisinau-Odessa (Ucraina), 177 km
Venerdì 28 gennaio: Odessa
Sabato 29 gennaio: Odessa-Mariupol, 625 km
Domenica 30 gennaio: Mariupol-Rostov sul Don (Russia), 184 km
Lunedì 31 gennaio: Rostov sul Don-Volgograd, 473 km
Martedì 1 febbraio: Volgograd
Mercoledì 2 febbraio: Volgograd

Gonow Europe s.r.l. Ha messo a disposizione per questo viaggio un pickup della sua gamma, il GA200 in versione Ecomode bi-fuel a GPL. Si tratta di un mezzo dotato delle quattro ruote motrici inseribili dalle indiscusse doti di robustezza e affidabilità. Dotato di un propulsore da 2,0 litri prodotto dalla Mitsubishi, capace di 124 Cv, il pickup GA200 ha una notevole autonomia grazie ai due serbatoi di bordo, uno per la benzina (da 53 litri) e uno per il GPL da 70 litri utili (90 litri nominali). In particolare il mezzo che Gonow Europe ha destinato per questo viaggio è stato dotato di hard top per il cassone e di pneumatici da invernali, particolarmente adatti alle condizioni che si presenteranno sulle strade innevate. La scommessa di Gonow è anche quella di effettuare tutto l'itinerario utilizzando  esclusivamente il GPL, carburante alternativo altamente ecologico e dal bassissimo impatto ambientale.

L'intera operazione è low cost, e rispecchia in questo senso la filosofia del marchio Gonow. In totale, esclusa la vettura che è in comodato gratuito e i vestiti destinati alla Casa-Famiglia di Volgograd, che sono stati donati anche dai dipendenti e collaboratori di Gonow Europe s.r.l., il budget impegnato è di circa 4000 euro, raccolto dagli stessi viaggiatori per le spese di carburante, vitto e alloggio.

Il Consiglio Regionale del Lazio ha dato, grazie alla sensibilità del Presidente Mario Abbruzzese, il Patrocinio alla manifestazione allo scopo di celebrare l'evento sotto la bandiera di una delle regioni italiane che hanno versato, nella campagna di Russia, un tributo enorme in termini di vite umane sacrificate sul fronte di Volgograd.

Partner del viaggio sono anche Imega, fornitore dgli impianti GPL delle versioni Ecomode di Gonow e Fac Italia Group, che cura assistenza e garanzia dei veicoli importati in Italia da Gonow Europe s.r.l..
                       

Imega, dal 2002 al servizio della massima qualità nelle trasformazioni GPL/Metano

Imega S.r.l. nasce nel 2002 con la missione di conferire, al settore delle trasformazioni d'auto a GPL e Metano, altissima qualità di prodotti e massimo supporto professionale. Un management con oltre 30 anni di esperienza nel settore, nonché consolidate collaborazioni con enti e primarie aziende operanti nell'automotive, fanno di Imega un partner di riferimento per lo sviluppo e la ricerca di componenti sofisticati e prodotti all'avanguardia.

Imega s.r.l. opera in Sansepolcro (Arezzo) in un'area industriale che occupa una superficie interna di circa 6000 mq suddivisa in uffici amministrativi, tecnici, commerciali e produzione, con un nutrito staff di tecnici preparati per soddisfare tutte le esigenze della clientela e gli accordi con Case Automobilistiche, comprese la formazione tecnica, teorica e pratica. La nuova sede ospita un ampio magazzino vendita/ricambi, un centro ricerca e sviluppo con banco prova, per soddisfare le esigenze sempre più restrittive del mercato automotive e a completare la nuova struttura vi è l'area di produzione dei prodotti Imega, un'ampia officina interna a supporto del centro ricerca e sviluppo e un centro di formazione avanzato per i propri clienti.

Imega S.r.l. è, inoltre, l'importatore ufficiale ed esclusivo in Italia dei prodotti GFI Control Systems (TeleflexGFI – AG) e con il lancio sul mercato del sistema a iniezione sequenziale gassosa per impianti a GPL e Metano denominato EVO.

Il 2010 per Imega è un anno molto importante per l'arrivo della Certificazione ISO 9001:2008, a conferma della qualità dei prodotti e dei servizi offerti alla clientela.

Sul territorio nazionale la presenza di Imega S.r.l. è garantita da 3 piattaforme: in Piemonte a Chivasso, in Emilia Romagna a Bologna e in Puglia a Bari. La radicata presenza dei tecnici sul territorio, consente, inoltre, di gestire con estrema attenzione e soddisfazione accordi per la necessaria formazione tecnica, teorica e pratica e per una immediata assistenza, diagnosi, risoluzione dei problemi.

Imega si distingue dai competitors del settore per una strategia di medio periodo focalizzata sul grado di eccellenza del proprio network di oltre 500 centri autorizzati in Italia mediante: servizi personalizzati, uno staff di tecnici e di formatori che svolgono attività “on site”, formazione per l'installazione, manutenzione ed assistenza dei prodotti, assistenza alle attività burocratiche (collaudi, incentivi e finanziamenti), assistenza on line in remoto e telefonica, assistenza “on site”.

FAC ITALIA GROUP Spa:
Il partner ECCELLENTE per la gestione della garanzia NEL MERCATO DELL’AUTO


Esperienza, innovazione e attenzione alla qualità del servizio, sono la base di un ambizioso progetto per affiancare i Dealer in tutte le necessità derivanti dal Post Vendita.

Nel 2005 i membri dell’attuale Comitato Esecutivo sono confluiti nella FAC Italia Group S.p.A., sulla base della competenza specifica nel settore avviata già dal 1998.
E’ stato messo in atto lo sviluppo di prodotti innovativi, adeguati al nuovo quadro normativo, in evoluzione sin dal 2002, con il recepimento nell’ordinamento Italiano della Direttiva 99/44 della Comunità Europea, in tema di Garanzia sui beni di Consumo.

Oggi l’Azienda offre un’articolata gamma di prodotti di Garanzia, e serve operatori di varie tipologie, comprese importanti Concessionarie di marchi prestigiosi, ed i primari gestori di flotte italiani ed europei.

Lo scenario istituzionale nel quale operano le società del settore Garanzie è profondamente mutato nel corso degli ultimi anni; il Management della Società ha messo a fuoco, mediante una continua attenzione strategica e il supporto di autorevoli esperti, i punti fondamentali su cui si basa la visione per lo sviluppo dell’attività Aziendale, in un’ottica di largo respiro:
- La logica del gestore di garanzia come partner del dealer, per la corretta gestione del processo di garanzia, anche come “difesa”, ma soprattutto come leva strategica per lo sviluppo del mercato e l’aumento delle vendite.
- L’attenta analisi delle implicazioni e delle ricadute operative del nuovo quadro normativo, costituitosi dal 2002 sulla base dei seguenti strumenti giuridici:

Il D.Lgs. 24 del 2/2/2002 prima ed il Codice del Consumo dal 2005 (Garanzia al consumatore)
Il regolamento Europeo 1400/2002 (manutenzione ordinaria e relazioni con la garanzia).
Il D.Lgs. 146 del 2/8/2007 (Comportamenti sleali del Venditore) oggi confluito nel Codice del Consumo.
D.Lgs. n°172 del 21/5/2004, “Sicurezza generale dei prodotti"

- L’acquisizione degli studi ADICONSUM sulle attese del Consumatore, e le concrete ricadute nella gestione del contenzioso di garanzia.

La visione di business della Società si è adeguata alla realtà del mercato, profondamente influenzata dal nuovo quadro normativo che impone una logica di forte integrazione operativa tra il Gestore di garanzia e il Dealer.

L’attività della Società NON costituisce attività assicurativa, giacché compresa nelle definizioni dell’articolo 5, comma 4 del Regolamento ISVAP n° 29 del 16 Marzo 2009.

La Società ha acquisito esperienza e supporto da ADICONSUM per la gestione del post vendita in linea con i diritti del consumatore e a tutela del Dealer.