Mini Beachcomber
Mini Beachcomber Mini Beachcomber Mini Beachcomber Mini Beachcomber
Foto Mini Beachcomber ¬Ľ
Ancora una volta, MINI ottiene tutto ciò attraverso l’espansione continua della sua gamma di modelli e attraverso la creatività non convenzionale del suo progetto. Pochi mesi prima del lancio del quarto modello del marchio annunciato per l’autunno 2010, MINI sta ora dimostrando il suo potenziale per una ulteriore valorizzazione del piacere di guidare e della esclusività grazie ad un altro spettacolare prototipo: la concept car presentata con orgoglio dalla MINI in occasione del Salone internazionale nordamericano dell’auto di Detroit (16-24 gennaio 2010).

Il concept MINI Beachcomber è un’auto a quattro posti progettata in ogni sua parte per il massimo piacere di guidare, sfruttando le valide opzioni della nuova MINI e unendo questo potenziale alla visione di un concept car radicale con la carrozzeria aperta.

Le quattro ruote motrici e l’interno flessibile conferiscono alla MINI Beachcomber Concept caratteristiche assolutamente ideali per un’esperienza di mobilità spontanea ed attiva. Il potenziale offerto dalla moderna v di trazione di quest’auto e dal suo concetto di spazio viene sfruttato al massimo per assicurare un’esperienza di guida altamente emozionante. MINI Beachcomber Concept fa a meno di portiere, di un tetto convenzionale e di tutti gli altri elementi di carrozzeria che potrebbero limitare l’intensità dell’esperienza degli occupanti con il mondo che li circonda. Ciò rende il guidatore e fino a un massimo di tre passeggeri un’unità armonica che comunica direttamente con l’ambiente esterno – sia girando in città, sia lungo i percorsi montani, sia correndo lungo la spiaggia.

La MINI Beachcomber Concept abbina la trazione integrale alla tecnologia d’avanguardia delle sospensioni, a diversi elementi di carrozzeria che rendono la vettura molto robusta e resistente, ad una posizione di guida elevata. Una generosa corsa delle sospensioni e ruote maggiorate in lega leggera portano tutta la vettura ad un livello superiore. L’accesso ai sedili anteriori e posteriori è comunque particolarmente comodo e facile, grazie all’assenza delle porte e al fatto che le aperture arrivano fino alla base dei sedili, permettendo al guidatore e ai passeggeri di entrare ed uscire agevolmente. Un effetto collaterale gradevole ed interessante è costituito dal fatto che la distanza che gli occupanti percespiscono rispetto a quello che li circonda è ridotta al minimo.

Il guidatore ed i passeggeri godranno anche del piacere di guidare creato da questo concetto nel traffico quotidiano in condizioni normali – semplicemente perché la MINI Beachcomber Concept conserva il suo carattere inconfondibile anche quando le condizioni meteo avverse richiedono l’utilizzo del tetto morbido o degli elementi leggeri che fungono da porte e tetto e che si montano con facilità poco tempo.

La MINI esplora un terreno nuovo – con un quarto modello ed una gamma completa di idee innovative per il futuro
La MINI Beachcomber Concept simboleggia i valori basilari del marchio con uno stile nuovo e radicale; allo stesso tempo, il nuovo modello porta avanti lo sviluppo della gamma MINI in modo particolarmente attraente.

Nel giro di appena dieci anni dal rilancio del marchio, la quarta versione di MINI è ora pronta per entrare sul mercato. Come crossover eccezionale, nel tipico stile del marchio, il nuovo modello offre una reinterpretazione affascinante del design tipico MINI, con la comodità funzionale di quattro porte, di quattro sedili dalle dimensioni normali, di un interno flessibile e di uno standard unico di piacere di guida che ora, per la prima volta, si può godere anche oltre le strade battute – grazie alla trazione integrale di nuovo sviluppo.

Il nuovo modello di serie ora disponibile dalla MINI va ben oltre gli aspetti della mobilità urbana, ispirando i progettisti della casa a valorizzare quella sensazione inconfondibile di MINI con l’aggiunta di ulteriori inediti elementi. Nel creare la MINI Beachcomber Concept, quindi, i designer riassumono tutte le qualità tecniche e concettuali del modello di serie annunciato per l’autunno 2010, offrendo così in un’auto la massima espressione di libertà. Il risultato è un concetto nuovo ed incredibilmente aperto per avere un’esperienza di guida che coinvolge tutti i sensi, nonché dotato di una versatilità mai vista prima nello scoprire e nel percorrere nuovi terreni.

Il potenziale utilizzo e la versatilità della MINI Beachcomber Concept sono definiti esclusivamente dalle attività e dalle preferenze dell’utente. Ovviamente, l’ambiente più autentico e naturale per un’auto di questo tipo è la spiaggia, dove la MINI Beachcomber Concept, grazie alla sua ottima trazione e alla sua carrozzeria radicalmente aperta, offre quella libertà di movimento senza limiti che esprime fin dal suo nome.

MINI Beachcomber Concept permette al guidatore e ai passeggeri di esprimere appieno il loro stile di vita, nella stessa maniera in cui un kitesurfer, un wakeboarder o un atleta di triatlon vengono attratti come per magia dalle spiagge più rinomate per la vita di spiaggia di tutto il mondo. Grazie al suo carattere robusto e versatile, MINI Beachcomber segue le orme della Mini Moke, che, negli anni Sessanta, divenne la massima espressione della guida avventurosa nel tempo libero e nelle attività sportive nelle regioni soleggiate della costa.

Unica, tipicamente MINI e con una splendida antenata di tanti anni fa
La MINI Beachcomber Concept è la visione di un’auto che abbandona tutti gli standard convenzionali e crea una spinta innovativa per la mobilità individuale del futuro. L’insieme di trazione ottimizzata dalle quattro ruote motrici per le escursioni al di fuori delle strade battute, da una parte, e di concentrazione estrema sulla guida all’aria aperta, dall’altra, è non ha precedenti nel mondo dell’automobile.
Ora, MINI Beachcomber Concept rende questa esperienza di guida un’opzione veramente attraente, mettendo a disposizione un mix armonioso di caratteristiche che soltanto una MINI è in grado di offrire con tale stile autentico. Dal momento che il carattere individuale, una chiara concentrazione sul massimo piacere di guidare ed il coraggio di creare nuovi concetti hanno sempre caratterizzato le basi dei nuovi modelli MINI, questo concept scoperto a trazione integrale si identifica chiaramente fin dall’inizio come una MINI tipica.

Lo stile ed il carattere autentico della MINI Beachcomber Concept derivano anche dal fatto che il marchio ha offerto già una volta il brivido estremo del piacere di guidare all’aria aperta con la consapevole riduzione ai minimi termini. Tornando indietro al 1964, soltanto cinque anni dopo il lancio sul mercato della Mini classica, il creatore del primo modello, il progettista di fama mondiale Alec Issigonis, aveva già sviluppato una versione completamente aperta di questa rivoluzionaria piccola vettura.

La carrozzeria della Mini Moke, come venne chiamata, consisteva di poco più che una piattaforma, con ampie soglie laterali, di un cofano motore e di un parabrezza. Un tetto ripiegabile serviva a proteggere – più o meno – il guidatore ed i passeggeri dalla pioggia.

Con la sua robusta struttura e con la tecnologia di propulsione derivante dalla Mini, questa divertente quattro posti divenne un grande successo, particolarmente nelle regioni assolate degli USA e dell’Australia. La produzione della Mini Moke in Gran Bretagna continuò fino al 1968, per un totale di circa 14.500 unità, dopo di che la produzione fu continuata in Australia ed in Portogallo.

La MINI Beachcomber Concept proietta ora il principio della Mini Moke nel XXI secolo. L’aspetto rustico della vettura ed il suo forte concetto di consapevole riduzione delle componenti della carrozzeria e degli interni al minimo seguono chiaramente la tradizione della Mini Moke radicalmente aperta degli anni Sessanta. Questo concetto viene ulteriormente accentuato dal linguaggio del design fortemente ispirato alla Mini Moke e valorizzato da vari dettagli come la caratteristica griglia del radiatore.

E’ sottinteso che il nuovo modello soddisfa tutte le moderne esigenze in termini di spazio e di confort, di efficienza e di sicurezza, mantenendo allo stesso tempo il suo chiaro obiettivo di offrire piacere di guidare a diretto contatto con la natura.

Anche la trazione integrale ALL4 si ispira ad un modello del passato, e più precisamente ad un prototipo di Mini Moke sul quale Alec Issigonis aveva montato due motori nel 1963. Su questo prototipo, chiamato giustamente “Twini”, le ruote anteriori e posteriori venivano spinte da due motori quattro cilindri, uno per ogni assale, provenienti dalla gamma di motori Mini.

Versatile, moderna e sicura in ogni situazione
Moderna e aggiornata dalla A alla Z, la MINI Beachcomber Concept offre un’ampia gamma di innovazioni per un piacere guida adatto al XXI secolo. L’eccezionale know-how nello sviluppo automobilistico di un costruttore di auto premium nei settori del design, della propulsione, della sicurezza e della tecnologia produttiva riunisce il carattere schietto della concept car con un’ampia gamma di soluzioni tra le più convincenti.

Nei suoi circa quattro metri di lunghezza e con la sua grande versatilità interna, la MINI Beachcomber Concept offre tutta la flessibilità e la spaziosità necessarie per il tempo libero. Ridotta al minimo in ogni senso, la carrozzeria della vettura assicura una sensazione intensa del sole che penetra all’interno e del vento che l’accarezza lateralmente, mentre il rispetto pieno di tutti gli standard di sicurezza MINI garantisce agli occupanti la massima protezione in ogni momento.

La MINI Beachcomber Concept presenta una struttura della carrozzeria forte e stabile, che comprende punti di carico chiaramente definiti e unità di deformazione che servono a convogliare e ad assorbire l’energia d’urto in caso di collisione. Anche la sicurezza in caso di ribaltamento soddisfa i massimi requisiti richiesti da un’auto aperta, con il rigido telaio che costituisce una cellula per i passeggeri, capace di resistere anche a situazioni estreme, formato da montanti anteriori rafforzati e dalla barra dei montanti posteriori altrettanto rigida, il tutto completato da un elemento di supporto laterale integrato nella parte posteriore della vettura. Questo ulteriore componente di sicurezza è infatti verniciato nel colore della carrozzeria e, per mezzo della sua sola geometria, conferisce uno standard di robustezza e di stabilità elevatissimo. E’ realizzato in acciaio ad alta resistenza per ottenere la massima rigidità in relazione al peso ottimale, sempre nell’interesse della migliore sicurezza.

Questo concetto di tecnologia intelligente con materiali leggeri serve ad abbassare decisamente il centro di gravità della vettura, nell’interesse della massima agilità in qualsiasi momento. Infatti, questa agilità viene ulteriormente evidenziata da un’altra caratteristica speciale, anch’essa sottolineata per il suo aspetto speciale, con l’elemento laterale di sostegno che presenta che formano la designazione del modello “MINI”. Questo elemento, ben visibile dall’esterno, in particolar modo dall’alto, sottolinea ulteriormente lo spirito di avventura pura all’aria aperta.

Estrema flessibilità per ogni genere di attività, di condizione meteo e di fondo stradale
Sedili posteriori separati, con possibilità di regolazione orizzontale a seconda delle esigenze e con schienali completamente ribaltabili, offrono ai passeggeri un livello di confort da gran turismo su misura per le loro singole necessità e permettono le giuste regolazioni delle capacità di carico in ogni momento. In pratica, ciò significa che il guidatore ed i passeggeri possono riporre nella maniera più conveniente anche attrezzi sportivi ingombranti come mountain bike o wakeboard, tenuti in posizione da speciali sistemi di fissaggio.

Quando aperta, la MINI Beachcomber Concept è anche in grado di trasportare oggetti molto lunghi, come tavole da surf, senza nessun problema. Saldamente legate al montante laterale, le tavole da surf trovano posto nell’abitacolo, sporgendo verso l’alto, sulla strada verso la spiaggia.

Il guidatore ed i passeggeri possono facilmente accedere al bagagliaio attraverso il pannello posteriore diviso verticalmente al centro in due sezioni. Quando necessario, la parte destra può rimanere completamente aperta per oggetti ingombranti che fuoriescono posteriormente dalla vettura. L’elemento sinistro, a sua volta, è costituito da una portiera senza finestrino, incernierata lateralmente, che arriva agli schienali. Il baule di carico addizionale montato sulla porta ricorda, con la sua forma arrotondata, l’involucro portaruota di scorta tipico tipico di un’auto fuoristrada. Ma, dato che la MINI Beachcomber Concept monta pneumatici runflat e quindi non necessita di una ruota di scorta, il contenitore, chiudibile a chiave, può essere usato per stipare altri bagagli, per tenere a portata di mano oggetti come teli da spiaggia, asciugamani, scarpe da surf, ecc.

Protezione flessibile da vento e da intemperie: tetto morbido o inserti rigidi
MINI Beachcomber Concept è costruita per godere i momenti felici della vita ed è semplicemente perfetta per le attività del tempo libero. Grazie alla sua flessibilità è in grado di soddisfare ogni genere di esigenza, affrontando con naturalezza ogni cambiamento, anche improvviso delle condizioni esterne.

Quest’aspetto da solo conferisce alla MINI Beachcomber Concept tutte le qualità necessarie per la guida quotidiana, con alcune opzioni concepite per soddisfare nuove richieste e nuove condizioni meteo.

Il tetto morbido, che si sfila completamente dalla carrozzeria e che viene ripiegato in un pacchetto compatto, offre una protezione particolarmente comoda e allo stesso tempo efficace dalla pioggia e dalle intemperie. Quando necessario, il tetto può essere steso sulla vettura in pochi istanti, come la copertura di protezione di una barca, e viene fissato al telaio del parabrezza, al pannello posteriore e alle aperture laterali.

Realizzato in una fibra particolarmente robusta ed estremamente leggera, il tetto è dotato di inserti di plastica trasparente ai lati e al posteriore, inserti che fungono da finestrini.
Nelle sue qualità funzionali, il tetto segue gli stessi standard del più sofisticato e affidabile abbigliamento sportivo, abbinando la massima protezione dal vento e dalla pioggia con il minimo peso.

I punti di fissaggio che tengono il tetto in posizione sono anch’essi molto robusti e facili da usare, con i quattro punti di ingresso e la porta posteriore che si aprono e si chiudono facilmente quando il tetto è montato, il tutto per tener fuori spifferi e acqua.

Come ulteriore opzione per garantire una protezione affidabile anche in presenza di intemperie, la MINI Beachcomber Concept è disponibile con inserti in plastica molto precisi sul tetto, ai lati e al posteriore. Realizzati in un materiale plastico molto leggero, questi robusti inserti adottano il principio degli hardtop rimovibili sulle porte e sul cofano bagagli della vettura. Sempre nell’interesse di un design chiaro e di una utilità superiore, gli inserti si allineano perfettamente con la carrozzeria della MINI Beachcomber Concept.

Gli elementi delle portiere mantengono la loro posizione definita attraverso un solido collegamento ai punti di apertura e ai montani anteriori e posteriori. Essi sono inoltre trasparenti in alto per offrire una buona visibilità verso l’esterno, con l’elemento posteriore tenuto in posizione grazie al contatto con l’elemento sinistro della porta, con il pannello della carrozzeria posteriore a destra e con la soglia di carico.

Il tetto rigido, come tale, è collegato al telaio del parabrezza davanti e poggia su supporti speciali montati sul rollbar. Collegamenti disposti con precisione che uniscono l’hardtop con gli elementi laterali e posteriori rendono l’intera struttura estremamente robusta e stabile. Quando si apre una porta, bisogna disfare il relativo collegamento di ancoraggio.

Tipico design MINI, reinterpretato e concentrato sull’essenziale
Grazie al suo linguaggio di design chiaro, la carrozzeria della MINI Beachcomber Concept, che si concentra sull’essenziale, non lascia dubbi che questa sia una MINI genuina. Inconfondibili elementi di design che ricordano il marchio spiccano a prima vista. Come per la MINI Crossover Concept presentata per la prima volta al Salone di Parigi nell’autunno del 2008, il nuovo modello riflette chiaramente il processo continuativo del design MINI e l’introduzione del linguaggio di design MINI in un nuovo tipo di veicolo. Infatti, sia il design liscio e solido della carrozzeria sia le proporzioni tipiche della MINI dimostrano come questa sia senz’altro un componente della famiglia.

Sbalzi anteriori e posteriori corti e carreggiate larghe, ripropongono il look del marchio per la MINI Beachcomber Concept, che presenta quindi i caratteristici elementi di design MINI sulle parti anteriori, laterali e posteriori, tutti reinterpretati in funzione del nuovo modello. Il telaio della carrozzeria extra largo, che comprende anche i passaruota e che si estende verso la strada, sottolinea l’aspetto robusto ed il carattere di questo prototipo di una quattro ruote motrici. Grazie alla maggiore altezza dal suolo, il vantaggio degli sbalzi corti è ancora più evidente su terreni sconnessi, permettendo un angolo di rampa particolarmente ampio per superare anche le situazioni più difficili.

Estendendosi alla parte anteriore con un’ampia curva, l’intera sezione frontale della vettura è angolata verso la strada. Il cofano del vano motore è scolpito plasticamente, con la bombatura con presa d’aria integrata che simboleggia l’eccezionale potenza e prestanza e del motore turbocompresso al suo interno.

La griglia esagonale del radiatore, così tipicamente MINI, presenta linee di contorno derivanti direttamente dalla parte frontale della Mini Moke. Con la sua posizione verticale, con tre robuste barre trasversali e fari addizionali integrati, la griglia del radiatore conferisce alla MINI Beachcomber Concept un aspetto potente e convincente.

I grandi fari tridimensionali integrati nel cofano motore, come nuova interpretazione di un elemento di design caratteristico, hanno anch’essi un aspetto dirompente. Accentuati dalle classiche cornici cromate, i fari anteriori seguono i contorni del cofano motore e dei passaruota, confermando ancora una volta l’aumento di altezza e di spazio rispetto ai modelli MINI disponibili finora. Una grande presa d’aria alla base e fendinebbia posizionati alle estremità completano infine la vista frontale della vettura in uno stile così tipicamente MINI.

Vista laterale: un nuovo insieme di forza e di leggerezza
Estendendosi notevolmente sui lati della vettura, i proiettori mettono ancora di più in risalto il breve sbalzo anteriore. I passaruota molto accentuati della MINI Beachcomber Concept alloggiano grandi ruote in lega leggera da 17 pollici e pneumatici offroad con battistrada profondamente scolpiti.

Le cornici sugli indicatori di direzione laterali, tipiche di MINI, presentano per la prima volta una forma diagonale inserita nei montanti del parabrezza, creando un’ampia fascia di colore nello stesso punto in cui erano presenti nella Mini classica, creando ora un legame ottico tra la struttura del parabrezza e le ruote anteriori. Questo elemento grafico sottolinea ancora una volta la solidità della MINI Beachcomber Concept, i cui montanti del parabrezza sembrano solidamente appoggiati sull’assale anteriore. Nella parte posteriore, il rollbar forma una linea altrettanto diretta che si estende verso l’assale posteriore.

Massicce pedane lungo gli ingressi anteriori e posteriori interagiscono con lo scuro telaio della carrozzeria per aggiungere un ulteriore tocco di robustezza, mentre uno sguardo all’interno enfatizza la leggerezza e l’agilità di questa vettura. Pulsanti stilizzati in prossimità dei punti di entrata, come sulla MINI Moke, indicano la possibilità di montare o smontare una copertura semplice ed intuitiva in caso di cattivo tempo. Gli effettivi punti di fissaggio e di regolazione per il tetto morbido, d’altra parte, non sono visibili dall’esterno.

L’aspetto grafico della parte posteriore della vettura è costituito in particolare dal design asimmetrico del bagagliaio, con l’elemento portiera a sinistra ed il contenitore bagagli montato all’esterno che simboleggiano la grande versatilità del veicolo, mentre la sezione aperta a sinistra enfatizza la leggerezza e la funzionalità spontanea dell’intero concept.

Oltre a questi specifici elementi, la MINI Beachcomber Concept presenta, naturalmente, nella parte posteriore, altri elementi di design tipici del marchio come tale. I gruppi ottici posteriori, montanti come isole nei pannelli laterali, per esempio, sono disposti verticalmente e circondati da un’ampia cornice cromata. Più in giù, la superficie è dominata da linee orizzontali che interagiscono con i massicci passaruota per mettere in ulteriore evidenza la larghezza della vettura e la sua grande presenza sulla strada.

Con il tetto chiuso, questo aspetto convincente di potenza e di muscolosità viene ulteriormente accentuato dalla larghezza della vettura che cresce dall’alto verso il basso. La cornice della targa riprende il design ed i contorni della presa d’aria anteriore, mentre lo spoiler posteriore, arrotondato in basso, sempre tipico dello stile MINI, presenta un robusto elemento di protezione del fondo della vettura.

Gli interni: sofisticati, versatili, robusti e pieni di carattere
Il design degli interni della MINI Beachcomber Concept si concentra sul massimo piacere di guidare a contatto della natura. Elementi in più aggiunti alla vettura servono per mettere in risalto l’essenziale. Il tachimetro centrale riporta il tipico design MINI e comprende il solito display per la navigazione e per le funzioni audio.
Dal momento che la MINI Beachcomber Concept è destinata principalmente alla guida all’aria aperta, il numero di diffusori dell’aria è stato ridotto per far spazio ad ulteriori altoparlanti per il sistema HiFi nonché a strumenti speciali per la guida fuoristrada. Questi strumenti aggiuntivi sono di forma sferica e quindi ricordano i display del cockpit di un aereo.

Una bussola a liquido, montata sulla sinistra del volante, indica al guidatore se sta marciando nella giusta direzione. Infine, un ulteriore strumento speciale a destra del volante presenta un orizzonte artificiale che mostra l’inclinazione della vettura sui suoi assi longitudinale e trasversale.

Sedili molto avvolgenti ed una maniglia in più dalla parte del passeggero anteriore ottimizzano il piacere di guida su terreni accidentati. Tappetini traforati che permettono di vedere il pavimento della vettura caratterizzano l’atmosfera della vettura, come fanno anche le cuciture dei sedili studiate appositamente per questa concept car.

La gamma di colori e di finiture della MINI Beachcomber Concept rivela ancora una volta lo stretto rapporto della vettura con la natura, in quanto le superfici e la tappezzeria dei sedili, con il loro design, fanno riferimento ad elementi come terra, aria, acqua e fuoco. Tutte le superfici in plastica sul pannello strumenti presentano una finitura di nuovo sviluppo che ricorda la struttura della terra asciutta.

Le superfici delle finiture dell’abitacolo sono rivestite di vernice magnetica, usata anche per la prima volta per creare una speciale sensazione di scorrevolezza. Ed ultimi, ma non per questo meno importanti, i sedili progettati appositamente e realizzati in colori che ricordano i quattro elementi servono come simbolo della versatilità della MINI Beachcomber Concept.

Tunnel centrale con nuovi elementi: tutto ciò che serve allo sportivo sempre a disposizione
Il tunnel centrale, già presentato nella MINI Crossover Concept, gioca un ruolo particolarmente importante nel nuovo modello. Partendo dal pannello strumenti ed arrivando fino al bagagliaio, questo tunnel di fissaggio collega i sedili anteriori con quelli posteriori, mettendo in risalto l’esperienza di marcia condivisa dagli occupanti di tutti i sedili.

Uno speciale sistema di fissaggio sviluppato per la MINI permette al guidatore e ai passeggeri di riporre singoli oggetti e componenti sul tunnel centrale, elementi come riproduttori musicali esterni ed altri dispositivi, poggiabraccia per i sedili anteriori e posteriori, cassette portaoggetti, scaffali e contenitori di ogni genere.

Il MINI Center Rail è dotato di un cavo integrato che permette all’utente di collegare al sistema centrale di intrattenimento in qualsiasi posizione un telefono mobile o un lettore MP3 per mezzo di un supporto fissato al tunnel. Un’ulteriore opzione consiste nel collegamento di ulteriori fonti luminose, di un frigo, di un laptop o di un dispositivo GPS in sicurezza, ognuno di essi con il proprio sistema di alimentazione.

La gamma di supporti è stata ulteriormente ampliata specialmente per la MINI Beachcomber Concept e ora comprende un cronometro realizzato appositamente per il nuovo modello, un portabottiglie, un contenitore compatto per cibo, nonché un astuccio per occhiali da ciclismo e da nuoto, chiaramente adatti al carattere sportivo di questa concept car e semplicemente ideali per un triatleta.


La MINI Beachcomber Concept: flessibile e sempre aperta per il massimo piacere di guida
La MINI Beachcomber Concept offre il piacere di guidare nella sua forma più pura, concentrandosi sugli elementi essenziali richiesti per un genuino divertimento.

Nell’introdurre questo concetto, la MINI ancora una volta da prova dell’abilità del marchio di trasmettere valori come piacere di guida, stile di vita e qualità premium, cioè, i valori tipici della MINI, ad un tipo di veicolo completamente nuovo.

Fin dall’inizio, la MINI Beachcomber Concept offre uno sguardo verso una nuova ed incomparabile esperienza di guida con uno stile inedito che riflette sia le necessità ed i desideri di un moderno gruppo target orientato al proprio lifestyle sia l’autentico carattere del marchio.

Dopo che la MINI Crossover Concept ha aperto nuove affascinanti opzioni mediante l’ulteriore ampliamento della gamma MINI, il potenziale della moderna tecnologia di propulsione MINI e del suo concetto di spazio flessibile viene ora sfruttato in pieno per offrire nuove opportunità di guida in una nuova dimensione. Infatti, la MINI Beachcomber Concept offre un’esperienza di guida particolarmente emozionante, dimostrando di nuovo queste qualità in quello stile unico e tipico del marchio. Rappresenta quindi una chiara dimostrazione che la creatività non convenzionale serve ancora oggi per aprire le porte a nuovi concetti di veicolo che si rivolgono al futuro e che sono destinati ad offrire interpretazioni ancora più affascinanti di quella sensazione che contraddistingue MINI.