Marco Simoncelli sceglie Honda CR-Z
Marco Simoncelli sceglie Honda CR-Z Marco Simoncelli sceglie Honda CR-Z
Foto Marco Simoncelli sceglie Honda CR-Z »

Marco  Simoncelli,  già  vincitore  del  titolo mondiale 250cc nel 2008, al
debutto quest'anno nella classe regina della MotoGP, ha scelto come propria
auto  una  Honda CR-Z, il primo coupé ibrido sportivo al mondo. Più che una
semplice  scelta,  quella  del  "Sic", che ama distinguersi anche fuori dai
circuiti  per  il  proprio  stile  di  vita, vuole essere un vero e proprio
messaggio,  coerente  al  suo  motto  "race  your life" che dimostra la sua
volontà  di  coniugare  la  passione  per  la guida grintosa a una spiccata
sensibilità ecologica.


Presentata  ufficialmente  al  Salone  di  Detroit all?inizio di quest?anno
Honda  CR-Z, che ha debuttato in Italia lo scorso maggio, è infatti un?auto
unica  nel  suo  genere, che rivoluziona l'attuale concezione delle vetture
ibride.  Sportiva dall'anima verde, abbina i vantaggi di un motore ibrido a
benzina  -  elettrico pulito ed efficiente a una trasmissione manuale a sei
rapporti in un elegante carrozzeria coupé.


Oltre  a  sperimentare in prima persona il piacere di guida che offre negli
spostamenti  quotidiani l'unica ibrida sportiva al mondo, nei prossimi mesi
Marco  Simoncelli  rivestirà  il  ruolo  di "ambasciatore" per Honda in una
serie  di  iniziative  ed  eventi che avranno l?obiettivo di valorizzare la
gamma  ibrida  della  casa  automobilistica  giapponese, sensibilizzando il
grande  pubblico  sull?ormai imprescindibile importanza di scegliere auto a
basso  impatto ambientale e dimostrando che, finalmente, questa prerogativa
può  essere  armoniosamente  coniugata ad una sportività spiccata, grinta e
gradevolezza estetica.


Honda ha avuto, in questo senso, un ruolo pionieristico: nel 1999 è infatti
stato  il  primo  costruttore  a  commercializzare un?auto ibrida fuori del
Giappone  (la  coupé  Insight  equipaggiata  con  la  prima generazione del
sistema  IMA).  La serie CR-Z rappresenta dunque il risultato di un cammino
ultradecennale  che  pone  in  primo piano il rispetto dell'ambiente con un
occhio attento alle sempre più eterogenee esigenze degli automobilisti.


"La  doppia  anima  di  Honda  CR  -  Z  - ha dichiarato Simoncelli - è una
caratteristica  che mi ha istintivamente incuriosito. Perfino per chi, come
me,  ama  la  velocità, oramai è impossibile non pensare all'impatto che la
propria  auto  ha  sull'ambiente.  E  pensare  a quanto la vivibilità delle
nostre  città  potrebbe  migliorare se sempre più automobilisti, nel tempo,
facessero altrettanto. La prova, poi, mi ha definitivamente convinto, tanto
più  che,  guidando  quest'auto,  si  può decidere se privilegiare la guida
sportiva,  il risparmio di carburante o scegliere un compromesso fra le due
modalità".


"L'apprezzamento  di  Marco  Simoncelli  per  la CR-Z - dichiara Alessandro
Skerl,   Consigliere Delegato di Honda Automobili - rappresenta per noi una
ulteriore  conferma  di  aver  infranto  un'altra barriera, creando un'auto
ibrida  in  grado di rispondere pienamente alle esigenze di ridotti consumi
ed emissioni senza sacrificare, ma anzi esaltandone le doti sportive".


Oltre  che  per la linea sportiva e aerodinamica, in cui spiccano il cofano
dal  profilo  molto ribassato, il tetto dalla linea bassa e rastremata e la
coda  tronca,  elementi  di  design tipici di Honda, l'innovativa ibrida si
distingue grazie a un esclusivo sistema di guida con tre modalità, in grado
di   personalizzare  la  manovrabilità,  la  risposta  dell'acceleratore  e
l?assistenza   del  sistema  IMA  in  base  alle  esigenze  specifiche  del
conducente.


La modalità SPORT consente una  marcia più brillante e divertente offrendo
l'intero potenziale delle prestazioni di CR-Z, la modalità ECON consente il
massimo di risparmio del carburante e infine la modalità NORMAL garantisce
il miglior equilibrio tra prestazioni, economicità ed emissioni.


Altre caratteristiche di rilievo di Honda CR-Z sono il motore i-VTEC da 1.5
litri  abbinato  al  sistema ibrido parallelo IMA con emissioni di soli 117
g/km  e  consumi  ridotti  pari a 5.0 l/100km; il telaio con passo ridotto,
l?ampia  carreggiata per una maggiore agilità, maneggevolezza e risposta di
guida  e  infine  le sospensioni anteriori MacPharson con bracci in lega di
alluminio che hanno permesso di ridurre il peso complessivo di 4kg rispetto
ad  Insight assicurando grande stabilità. L?interno, in grado di ospitare 4
passeggeri con configurazione 2+2, è infine letteralmente costruito intorno
al conducente, con comandi facilmente raggiungibili per garantire i massimi
comfort e sicurezza alla guida.