Lexus LFA
Lexus LFA Lexus LFA Lexus LFA Lexus LFA
Foto Lexus LFA »
Caratterizzata da dinamiche di guida eccezionali e da grande stabilità, anche quando si raggiunge il limite massimo, la LFA garantisce un livello di sicurezza elevato e grande piacere di guida in tutte le situazioni.
La LFA combina una potenza elevata, una superba progettazione del telaio ed elevate doti aerodinamiche per garantire una risposta rapida e precisa del veicolo ad alti regimi, accelerazioni progressive, il tutto accompagnato dal “suono” del suo V10 4.8 litri.
Della LFA saranno realizzate e commercializzate solo 500 unità destinate ai mercati di tutto il mondo.
Un prototipo della LFA sarà esposto al Salone di Tokyo. Ulteriori informazioni sono riportate sul sito http://www.Lexus-LFA.com.
1.    Una costruzione studiata nei minimi particolari per garantire le massime prestazioni

Robusta e leggera
Il motore V10 4.8 litri di nuova progettazione vanta un livello di potenza senza precedenti, una costruzione con materiali leggeri (lega di alluminio, lega di magnesio e lega di titanio) e dimensioni molto compatte (inferiori a quelle di un normale V8) che favoriscono una distribuzione dei pesi ottimale e un eccezionale rapporto peso/potenza.

La carrozzeria in plastica rinforzata con fibre di carbonio (CFRP) ha contribuito in modo significativo alla rigidità della scocca e alla riduzione del peso. Questa costruzione permette una riduzione di 100 kg rispetto a un analogo modello in alluminio. La tecnologia di produzione CFRP della LFA, che comprende una speciale giuntura CFRP-metallo, è stata completamente sviluppata da Lexus.

Bilanciata
I componenti più pesanti, come motore e trasmissione, sono stati posizionati all’interno dell’interasse.  L’impiego di un sistema di lubrificazione con carter secco1 e la sistemazione dei componenti periferici (pompa dell’olio, pompa dell’acqua) dietro il motore  hanno permesso di abbassare il baricentro. Inoltre, il posizionamento ottimale del cambio e del serbatoio della benzina davanti all’asse posteriore completa il centraggio delle masse. Questo minimizza il trasferimento dei pesi nelle curve e contribuisce alla stabilità e alle prestazioni elevate. I componenti più leggeri, come il radiatore e i ventilatori, sono invece posizionati dietro l’asse posteriore.
 In aggiunta alla configurazione motore anteriore-trazione posteriore, la carrozzeria compatta, larga e bassa permette alla LFA di raggiungere  una distribuzione dei pesi pari a 48:52. 

1Sistema che elimina la necessità della coppa dell’olio, e permette di realizzare un motore con baricentro ridotto, elevate tolleranza alle forze-G laterali e bassi attriti; è spesso impiegato nelle macchine da corsa


Posizione di guida centrale
Il sedile del guidatore è posizionato in prossimità del baricentro della LFA. Il concetto del posto di guida centralizzato (con il sedile tra gli assi anteriore e posteriore ed in prossimità del centro tra lato sinistro e  lato destro) è stato possibile grazie all’impiego di un transaxle posteriore e al fissaggio verticale del tubo di torsione e dei condotti di scarico che hanno permesso la riduzione  della larghezza del tunnel centrale. Questo particolare posizionamento del guidatore punta a realizzare il massimo feedback auto-pilota, specialmente nelle condizioni di guida più sportiva o di elevata forza-G.


2.    Prestazioni emozionanti per una straordinaria esperienza di guida

Regimi elevati
Valvole in titanio, bilancieri ultraleggeri con rivestimento tipo diamante e un carter inferiore completamente integrato che riduce le perdite di pompaggio agli alti regimi di giri, fanno parte di un insieme di soluzioni che hanno permesso di realizzare un’accelerazione eccezionale  fino alla fascia rossa dei 9.000 giri/min. Il motore V10 costruito appositamente per la LFA eroga il 90% della potenza di picco tra 3.700 e 9.000 giri/min.

Grande precisione
Le farfalle indipendenti a comando elettronico, assicurano un’alimentazione d’aria precisa in ognuno dei 10 cilindri, favorendo l’immediata risposta del motore al comando del pedale dell’acceleratore. Il tempo di risposta del motore è circa la metà rispetto a una tradizionale valvola a farfalla.








Il cambio ASG a sei marce dispone di anelli sincronizzatori di elevata durezza e di un nuovo attuatore di marcia, per assicurare al pilota una sensibilità di cambiata molto diretta. E’ possibile scegliere tra quattro diversi settaggi di guida e sette posizioni del selettore, con un tempo di passaggio alla marcia superiore inferiore a 0,2 secondi che assicura al guidatore un maggiore  controllo durante la guida.
 
I dischi freni carboceramici (CCM) di grandi dimensioni e il sistema frenante ECB a controllo elettronico permmettono una frenata estremamente potente e stabile.

Risposta diretta della vettura
La carrozzeria CFRP rigida e leggera, unitamente alla sospensione anteriore a doppio braccio oscillante e alla sospensione posteriore multilink, determinano un comportamento dinamico molto stabile e ben bilanciato. L’accurata aerodinamica che prevede elementi specifici come il sottoscocca piatto, il diffusore e l’alettone posteriore a incidenza variabile in funzione della velocità, consentono una risposta precisa del veicolo a tutte le velocità, e permettono un feeling diretto tra pilota e macchina.

Il sistema di Gestione Integrata delle Dinamiche del Veicolo (VDIM)  integra numerose funzioni relative  alla dinamica del veicolo e assicura grande stabilità e sicurezza preventiva senza interferire in modo invasivo con le intenzioni del pilota, specialmente durante la guida più sportiva.

Il  suono  emozionante del motore e il design L-finesse
I condotti di scarico della stessa lunghezza che si combinano con un doppio sistema di scarico e con un silenziatore multistadio in titanio regolano in modo perfetto il suono dello scarico.
Il serbatoio di aspirazione acusticamente regolato collegato con i 10 corpi farfallati singoli crea un possente rumore di aspirazione. La sovrapposizione delle sonorità di aspirazione e scarico ai vari regimi crea uno suono davvero unico.
 
Il design esterno si avvale di un’aerodinamica accuratamente studiata e di una specifica gestione del flusso dell’aria. L’impiego del CFRP, oltre ai vantaggi della rigidità e del peso, ha permesso una maggiore libertà nel design dei pannelli esterni e il risultato finale è una supercar dalle linee moderne ampiamente caratterizzate dalla filosofia stilistica Lexus L-finesse. L’architettura degli interni combina lo stato dell’arte del design e della tecnologia del cruscotto, oltre a una varietà di rivestimenti e allestimenti studiati per soddisfare qualunque esigenza dei clienti.