Lancia al Salone di Parigi 2010
Lancia al Salone di Parigi 2010
Foto Lancia al Salone di Parigi 2010 »
Lancia ritorna al Salone Internazionale di Parigi con i modelli Delta, Ypsilon e Musa - vetture prestigiose che rappresentano al meglio l’eleganza europea – che sfilano sulla passerella francese insieme ad alcune vetture Chrysler (Grand Voyager Limited Black e 300C Walter P. Chrysler) a suggello della consolidata alleanza.
Dopo il debutto al Salone di Ginevra, i due marchi si presentano a Parigi completamente uniti l’uno con l’altro su un’area espositiva che, allontanandosi dagli schemi tradizionali, propone una concezione di stand dai toni più simbolici. Del resto, l’alleanza Lancia-Chrysler ha caratteristiche forti proprio sul piano simbolico: parliamo infatti di due marchi che hanno fatto la storia dell’automobile, di qua e di là dall’oceano, e che ora si compenetrano come due tasselli di un puzzle che, unendosi, “trasfigurano” in una nuova entità, una sorta di moderno eroe dei due mondi che ha e avrà molto di nuovo da dire.
Nasce quindi un allestimento unico dove la citazione grafica del gioco del puzzle si unisce a toni e vezzi del fashion più contemporaneo. Ecco allora l’imponente parete di sfondo scaturire dal perfetto incastro di enormi tessere su cui spiccano immagini dei due brand, una fusione simbolica tra Lancia e Chrysler all’insegna dei valori che li accomunano: dall’eleganza all’innovazione tecnologica, dalla storia secolare alla volontà di eccellere in futuro. Anche i pavimenti dello stand riprendono il tema del puzzle come espressione dell’unione tra i due marchi come dimostrano anche le due grandi pedane, a forma di tessera, che ospitano da una parte la Lancia Delta insieme alla Chrysler 300C e dall’altra parte il Chrysler Grand Voyager a fianco della Lancia Musa. In questo contesto il visitatore diviene elemento fondamentale della composizione: infatti, grazie ad un gioco di specchi e telecamere, le immagini del pubblico si “trasformano” in tessere che vanno a completare il puzzle dello stand.
A Parigi le protagoniste principali dello stand sono la Musa e l’Ypsilon GPL che portano al debutto le nuove motorizzazioni omologate Euro 5 a doppia alimentazione (GPL e benzina) e segnano l’avvio della sua commercializzazione in Francia dopo il successo riscosso in Italia. Spazio anche per la Delta MultiAir in allestimento Hard Black che esalta la capacità di Lancia di far convergere in un unico oggetto l’eccellenza tecnologica del nuovo propulsore e l’esclusività della verniciatura nera opaca.
Da sottolineare che l’offerta GPL Euro 5 di Ypsilon e Musa conferma la costante attenzione di Lancia Automobiles alle tematiche ambientali attraverso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni concrete che sono alla portata di tutti e sono disponibili oggi (il GPL è un combustibile “pulito”, economico e largamente disponibile). Inoltre, questa particolare offerta Lancia risponde in maniera puntuale ad una domanda in costante crescita in tutta Europa. Ma se attualmente la maggioranza delle vetture circolanti alimentate a GPL sono state trasformate con installazioni “after-market”, Lancia ha scelto di entrare in questo settore con un impianto progettato, fabbricato e garantito dal Brand stesso e commercializzato attraverso la normale rete di vendita.
In rappresentanza di questo impegno continuo al Salone sono esposte una Ypsilon “ELLE” e una Musa “5th Avenue”. Quest’ultima versione, nata dalla showcar presentata al Salone di Ginevra 2010, è un’anteprima mondiale che ha l’obiettivo di riportare le sensazioni dell’alta gioielleria su una vettura attraverso l’utilizzo di materiali preziosi all’interno e colori “senza tempo” all’esterno. Come dimostra la Musa “5th Avenue” in mostra che propone una livrea bicolore (bianco Angelico e tetto nero) con sedili e plancia in pelle Poltrona Frau® di colore avorio. Il tutto all’insegna del claim “Lancia Musa. La City Limousine. L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai”.
Riflettori puntati anche sulla Ypsilon “ELLE” alimentata a GPL/benzina. Prodotta in edizione limitata e commercializzata nei principali mercati europei, la serie speciale è nata dalla collaborazione tra il brand e il marchio ELLE, un emblema di femminilità e modernità che crea e impone per ogni stagione un vasto assortimento di capi di abbigliamento e accessori per le donne. Tra l’altro, nelle giornate dedicate al pubblico, sarà presentata una seconda Ypsilon “ELLE” equipaggiata con il nuovo 1.2 da 69 CV, omologato Euro 5, che fa registrare un livello contenuto di emissioni di CO2: solo 114 g/km.
Accanto a questi esemplari originali non poteva certo mancare Lancia Delta che al Salone è presente in due versioni: una Platino 1.6 Multijet da 120 CV DPF Selectronic e una “Hard Black” 1.4 MultiAir da 140 CV S&S. Proprio quest’ultima vettura porta al debutto mondiale il nuovissimo propulsore 1.4 Multiair Turbo 140 CV Euro 5 e sistema Start&Stop di serie. Si tratta di uno dei migliori motori benzina al mondo nel rapporto emissioni/potenza (solo 132 g/km nel ciclo combinato), oltre ad essere “best in class” in termini di consumi e disponibilità di coppia nella relativa fascia di potenza: 5,7 l/100 km nel ciclo combinato e coppia massima di 230 Nm a 1750 giri/min. Inoltre, la serie speciale “Hard Black” è caratterizzata da alcune importanti novità estetiche e di prodotto tra le quali spicca una particolare carrozzeria nero con trattamento opaco: è la prima vettura, prodotta in serie non limitata, a vantare questa verniciatura esclusiva che prevede un lungo processo di lavorazione (oltre 4 ore per auto). Del resto, da sempre per il modello Delta il colore è non solo una questione estetica, ma è parte integrante di una filosofia di prodotto che ha tra i suoi elementi costitutivi eleganza, glamour, personalità, stile e la massima possibilità di personalizzazione.
Spazio anche per una Lancia Delta Platino equipaggiata con il 1.6 Multijet da 120 CV, con DPF di serie, abbinato al cambio automatico Selectronic. Si tratta di una delle versioni più vendute in Europa, soprattutto in Francia, oltre a vantare il più basso livello di emissioni di CO2 dell’intera gamma Delta: appena 120 gr/km, un valore che gli consente di beneficiare degli ecoincentivi proprio nel Paese che ospita il Salone Mondiale dell’Automobile. Questo esemplare è contraddistinta da una carrozzeria bicolore (bianca con tetto nero) e dagli interni in pelle Pelle&Alcantara® beige, pregiata caratteristica che da sempre identifica una vettura Lancia.
Concludono l’esposizione allestita a Parigi due esemplari Chrysler: un Grand Voyager Limited Black e una 300C Walter P. Chrysler. La prima vettura è l’autentica espressione della ”stress-free experience” del marchio americano, una vettura innovativa che ha rivoluzionato la mobilità americana creando nel 1983 il segmento dei minivan e diventandone il punto di riferimento. Con 13 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo e con i suoi  5,14 metri di lunghezza, che lo rendono il più grande monovolume sul mercato, Chrysler Grand Voyager si conferma leader nel segmento per comfort, versatilità e piacere di guida. L’esemplare esposto al Salone è equipaggiato con il 2.8 CRD che eroga 163 CV di potenza e 360 Nm di coppia ed è abbinato al cambio automatico a sei velocità.
La seconda vettura è una Chrysler 300C, la berlina dalla forte personalità stilistica che condivide gli elementi fondanti il DNA Lancia. A Parigi il modello è presente con la serie speciale Walter P. Chrysler - rende omaggio allo storico fondatore della casa automobilistica americana – equipaggiata con il  potente V6 3.0 turbodiesel common-rail (218 CV di potenza a 4.000 giri/min e 510 Nm di coppia massima tra 1.600 e 2.800 giri/min) abbinato al cambio automatico a cinque marce.  Ciò le consente di raggiungere una velocità massima di 230 km/h.
Infine, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni totem personalizzati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società è operativa in Italia ed Europa con un'unica mission: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles e Chrysler attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

L’offerta GPL di Lancia
Dopo il successo in Italia –– per un complessivo di circa 75.000 vetture vendute da aprile 2009 ad agosto del 2010 – arriva anche in Francia l’offerta GPL con doppia alimentazione (GPL e benzina) che rappresenta un innovativo concetto di automobile “amica dell’ambiente”, in quanto lussuosa ma accessibile, spaziosa ma compatta, brillante ma parca nei consumi. Rappresentata dai modelli Musa e Ypsilon, la nuova proposta GPL di Lancia è un’offerta al 100% Eco e al 100% Chic. Infatti, rispetto a benzina e gasolio, il GPL riduce a 0 le emissioni di particolato e limita fortemente le emissioni di altre sostanze inquinanti (fino al 15% in meno di anidride carbonica, fino al 20% in meno di monossido di carbonio e fino al 60% in meno di idrocarburi incombusti). Grazie a queste caratteristiche, il GPL assicura lunga vita al motore, riduce il consumo di olio e migliora la qualità dell'ambiente.
L’alimentazione a GPL consente di accedere ai centri urbani soggetti a ZTL. Inoltre, le Lancia GPL possono essere tranquillamente parcheggiate in autorimesse. Al tempo stesso la nuova offerta a GPL di Lancia è al 100% “CHIC” in quanto non rinuncia allo stile che da sempre contraddistingue i modelli Ypsilon e Musa: infatti, l’alimentazione a GPL praticamente non penalizza l’abitabilità interna o le prestazioni della vettura che sono paragonabili alle versioni a benzina. Dunque, la gamma GPL è un naturale completamento dell’offerta Lancia secondo il principio “l’ambiente è un lusso che vogliamo permetterci”.
Non ultimo, grazie ai ridotti livelli di emissioni di CO2 – Ypsilon (114 g/km) e Musa (119 g/km) - le vetture Lancia alimentate a GPL beneficiano di bonus governativi in diversi Paesi europei.
I modelli Lancia Ypsilon e Musa GPL adottano un 1.4 8V da 77 CV bi-fuel omologato Euro 5 che eroga una potenza massima di 77 CV (57 Kw) a 6.000 giri/min e una coppia massima di 115 Nm (11,7 kgm) a 3.000 giri/min. Interessanti le prestazioni: l’accelerazione da 0-100 Km/h è uguale per entrambe le vetture (13,5 secondi) mentre la velocità massima è di 163 km/h per Musa e di 167 km/h per Ypsilon.
In dettaglio, il 1.4 8V da 77 CV bi-fuel (progettato e fornito da FPT - Fiat Powertrain Technologies) adotta una testata con valvole e relative sedi realizzate con geometrie e materiali ottimizzati per il funzionamento a GPL. Inoltre, il particolare propulsore dispone di un sistema di aspirazione specifico, per accogliere gli iniettori del GPL, oltre a tutti i relativi cablaggi elettrici supplementari già integrati.
Le vetture sono state progettate per funzionare indipendentemente sia a benzina sia a GPL: l’avviamento del motore avviene sempre a benzina anche in modalità GPL, con passaggio automatico dopo circa 40 secondi. Ovviamente, la commutazione da un carburante all'altro può essere effettuata in marcia tramite un pulsante specifico. Qualora il guidatore si trovasse senza più GPL nella bombola, la commutazione a benzina avverrebbe automaticamente garantendo la fluidità di marcia. L’autonomia complessiva è notevole: 1.294 Km per Lancia Ypsilon (440 a GPL) e 1.187 km per Lancia Musa (429 km a GPL). Da sottolineare, infine, che il GPL è un combustibile considerevolmente meno caro di benzina, gasolio e metano: il prezzo al litro è circa il 50% in meno rispetto alla benzina verde.
La bombola di GPL - di tipo toroidale (a ciambella) - è collocata nel vano della ruota di scorta per non sottrarre spazio al bagagliaio (il kit di gonfiaggio è di serie). Inoltre, il serbatoio di Musa e Ypsilon ha una capienza di 40 litri.
Infine, rispetto ad una “trasformazione” in “after-market”, una vettura di primo impianto presenta numerosi vantaggi. Per esempio, l’utilizzo di materiali e componenti specifici e l’applicazione di una tecnologia dedicata, consente al cliente di beneficiare di una garanzia contrattuale Lancia. Inoltre, poiché le modifiche all’autotelaio vengono effettuate direttamente in fabbrica, la vettura vanta i massimi standard di comfort e sicurezza come dimostrano i numerosi e severi test cui vengono sottoposti i vari elementi del sistema.

Musa “5th Avenue”, anteprima mondiale
Dopo aver debuttato lo scorso marzo al Salone di Ginevra come showcar, oggi a Parigi Lancia presenta Musa “5th Avenue” , la massima espressione dell’eleganza della City Limousine.
In dettaglio, all’esterno, la nuova versione “5th Avenue” si contraddistingue per la carrozzeria bicolore (bianco Angelico e tetto nero Masaccio), logo specifico, vetri privacy, cerchi bicolore da 16” e un’originalissima serigrafia sui montanti che riprende una skyline newyorchese.
 Ricercatezza ed eleganza anche all’interno della nuova vettura come dimostra il prezioso rivestimento in pelle Poltrona Frau per la plancia e i sedili con distintivo effetto “capitonné” (un’imbottitura lavorata completamente a mano e finora riservata all’arredamento più raffinato): è un’assoluta novità nel campo automobilistico che conferma, ancora una volta, la peculiarità del Brand di abbinare innovazione ed eleganza. 
Disponibile con i propulsori 1.3 Multijet da 95 CV, 1.4 da 95 CV benzina (entrambi con Start&Stop di serie) e 1.4 da 77 CV bi-fuel (benzina- GPL), la nuova Lancia Musa “5th Avenue” propone di serie: sedili e plancia in pelle Poltrona Frau, climatizzatore bi-zona, vetri privacy, radio CD mp3 con comandi al volante, fendinebbia, ESP, sensori di pioggia e luminosità, cruise control, sensore di parcheggio, tetto GranLuce, vetri elettrici posteriori e cerchi in lega da 16”.

Lancia Delta “Hard Black” con il nuovo 1.4 MultiAir da 140 CV S&S, anteprima mondiale
La nuova Delta “Hard Black” è la Serie speciale caratterizzata da alcune importanti novità estetiche e di prodotto disponibile su tutte le motorizzazioni (eccetto 2.0 Multijet da 165 CV) e da oggi sul nuovissimo 1.4 MultiAir da 140 CV S&S Euro 5.
Si tratta di uno dei migliori motori benzina al mondo nel rapporto emissioni/potenza (solo 132 g/km nel ciclo combinato), oltre ad essere “best in class” in termini di consumi e disponibilità di coppia nella relativa fascia di potenza: 5,7 l/100 km nel ciclo combinato e coppia massima di 230 Nm a 1750 giri/min.
In dettaglio, la tecnologia Multiair ha segnato un nuovo inizio rispetto allo scenario dei motori a benzina, un vero e proprio salto generazionale paragonabile a quello avvenuto con l’introduzione del Multijet sui motori diesel. Basti pensare che, confrontato con un tradizionale motore a benzina di pari cilindrata, il propulsore Multiair assicura un incremento di potenza (fino al 10%) e coppia (fino al 15%), oltre ad una sensibile riduzione di consumi (fino al 10%) ed emissioni di CO2 (sino al 10%). Il vero spirito Multiair è racchiuso nel nuovo sistema elettro-idraulico di gestione delle valvole. Grazie ad un controllo diretto dell’aria mediante le valvole di aspirazione del motore, senza l’utilizzo della farfalla, si riescono a ridurre i consumi e le emissioni inquinanti.
Il 1.4 Multiair Turbo 140 CV di Delta assicura quindi sia un aumento di potenza e coppia ai bassi regimi sia una riduzione di consumi ed emissioni, grazie anche all’adozione del sistema Start&Stop che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore in caso di sosta. Inoltre, il 1.4 Multiair Turbo 140 CV è abbinato ad un nuovo cambio a 6 marce manuale che offre un maggiore piacere di guida, grazie ad innesti fluidi, più veloci e precisi. Dunque, il nuovo propulsore garantisce il massimo rispetto ambientale (è omologato Euro5) senza penalizzare le prestazioni e la piacevolezza di guida.
All’esterno, la nuova versione si contraddistingue per una particolare carrozzeria nero con trattamento opaco: è la prima vettura, prodotta in serie non limitata, a vantare questa verniciatura esclusiva che prevede un lungo processo di lavorazione (oltre 4 ore per auto). Del resto, da sempre per il modello Delta il colore è non solo una questione estetica, ma è parte integrante di una filosofia di prodotto che ha tra i suoi elementi costitutivi eleganza, glamour, personalità, stile e la massima possibilità di personalizzazione.
La nuova tinta di carrozzeria è abbinata al tetto nero lucido e impreziosita dalle calotte degli specchi cromate, dal doppio terminale di scarico cromato e dai cerchi in lega da 18” (a richiesta è possibile scegliere gli inediti cerchi in lega da 18” “Hard Black” in tinta carrozzeria). All’interno, invece, spicca la preziosa selleria in pelle e Alcantara® Starlite di colore nero. Inoltre, l’esclusiva versione di Delta propone di serie alcuni dispositivi innovativi al servizio del comfort e del piacere di guida come le sospensioni elettroniche a smorzamento variabile “Reactive Suspension System”, il climatizzatore automatico bizona e il sistema Blue&Me™.
La serie speciale di Delta può inoltre essere equipaggiata con i propulsori più prestazionali della gamma, il 1.8 Di TurboJet da 200 CV e il 1.9 Twin Turbo da 190 CV. In dettaglio, il primo propulsore eroga una potenza massima di 200 CV (147 kw) a 5.000 g/min e una coppia massima di 320 Nm (32,6 Kgm) a 1.400 g/min. Si tratta di un innovativo motore “ad iniezione diretta di benzina”, dotato di turbocompressore e doppio variatore di fase continuo, che conferma la vocazione sportiva di Lancia e, al tempo stesso, il proprio impegno nel campo del rispetto ambientale sia in termini di contenimento delle emissioni sia nella riduzione dei consumi. Il tutto esaltando ancora di più la brillantezza, l’elasticità e il piacere di guida che da sempre contraddistinguono il modello. Il 1.8 Di TurboJet da 200 CV, abbinato a un moderno cambio automatico a 6 marce denominato Sportronic, consente a Lancia Delta di aggiungere una velocità massima di 230 km/h e di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi; allo stesso tempo, la vettura si distingue per i bassi consumi (7,8 litri per 100 km), per le ridotte emissioni di CO2 (185 g/km) e per l’omologazione Euro 5.  
In alternativa, la Delta “Hard Black” può essere equipaggiata con il 1.9 Twin Turbo MultiJet, il propulsore più potente della sua categoria con una potenza massima di 190 CV e una coppia massima di 400 Nm a 2.000 giri/min. Da qui nascono prestazioni da primato come la velocità massima di 222 km/h ed i 7,9 secondi di accelerazione da 0 a 100 km/h. Performance eccellenti, quindi, grazie alle importanti novità tecniche e prestazionali, ad iniziare dall’adozione di due turbocompressori (da qui la denominazione Twin Turbo): uno compatto ed a bassa inerzia per garantire una risposta pronta e vigorosa sin dai regimi più bassi, ed uno di maggiori dimensioni per fornire una potenza molto elevata. Da sottolineare che proprio l’elevata erogazione della potenza (circa 100 CV/litro) è un valore finora riservato ai motori a benzina di spiccata vocazione sportiva. Ma ancora più interessante è la disponibilità di ben 300 Nm di coppia già a 1.250 giri/min: ciò si traduce in una risposta prontissima del 1.9 Twin Turbo MultiJet ad ogni richiesta del cliente e permette una guida veramente appagante in ogni condizione.
In concomitanza con il debutto della nuova motorizzazione MultiAir, la gamma di Lancia Delta presenta un’ulteriore novità: l’introduzione del 1.4 T-Jet 120 CV Euro 5 che, rispetto al corrispondente propulsore Euro 4, fa registrare una diminuzione delle emissioni di CO2, da 149 a 146 g/km. Quindi, con l’introduzione del 1.4 Multiair 140 CV e del 1.4 T-Jet 120cv Euro 5, oggi la gamma benzina di Lancia Delta è costituita da motori tutti Euro 5, a conferma delle peculiarità vincenti del modello. Infatti, da sempre Lancia Delta è particolarmente apprezzata dal pubblico per la tecnologia avanzata, le prestazioni e i motori, distinguendosi come una vettura innovativa che offre un elevato piacere di guida, con consumi contenuti e nel rispetto dell’ambiente