Lamborghini Gallardo LP 570-4 SuperLeggera
Foto Lamborghini Gallardo LP 570-4 SuperLeggera »
Più dinamica, più leggera, più potente e più affascinante: la Lamborghini Gallardo LP 570-4 Superleggera è il nuovo modello di vertice della gamma Gallardo. La denominazione “Superleggera” caratterizza un’auto sportiva purosangue, un atleta di massimo livello, senza un grammo di troppo. La Gallardo Superleggera è presentata con l’obiettivo di continuare il successo dell’ omonima versione del 2007 e di cui Lamborghini ha prodotto e venduto 618 esemplari nel corso di un solo anno.

Rispetto alla Gallardo LP 560-4 la massa totale della Gallardo LP 570-4 Superleggera è stata ridotta di 70 kg. La supercar sportiva di Sant’Agata Bolognese segna ora sulla bilancia un peso a secco di 1.340 kg, definendo nuovi standard per il segmento. A questo riguardo ha contribuito in misura importante l’utilizzo di componenti in fibra di carbonio, settore in cui Lamborghini continua a mantenere una posizione di leadership da diversi anni. La fibra di carbonio è ideale per la produzione di vetture super sportive: la riduzione del peso contribuisce al miglioramento del rapporto peso/potenza, incrementando le prestazioni della vettura. Questo porta anche a un’ulteriore riduzione delle emissioni di CO2.

Il propulsore V10 di 5,2 litri della Gallardo LP 570-4 Superleggera eroga ora una potenza massima di 570 CV (419 kW), portando così ad un rapporto peso/potenza di 2,35 kg/CV con prestazioni mozzafiato per il nuovo modello vertice di gamma. La Gallardo LP 570-4 Superleggera scatta da 0 a 100 km/h in appena 3,4 secondi, raggiunge i 200 km orari in 10,2, secondi e una velocità massima di 325 km/h. Utilizzando il sistema “Iniezione Diretta Stratificata”, il motore entusiasma anche per la sua efficienza: rispetto alla versione precedente è stato possibile ridurre i consumi e le emissioni di CO2 del 20,5%.

La Superleggera è un’auto nata per la velocità. Il sistema di sospensioni e il potente impianto frenante sono stati completamente rivisti, i nuovi accattivanti cerchi da 19 pollici con gomme Pirelli P Zero Corsa sono estremamente leggeri. Complessivamente la Lamborghini Gallardo LP 570-4 Superleggera attribuisce un nuovo significato alla definizione di “supercar sportiva”.


Design e aerodinamica: il fascino della potenza

Il linguaggio stilistico della Gallardo LP 570-4 Superleggera è caratterizzato da un design dall’approccio purista all’insegna della potenza. I lineamenti del corpo vettura sono realizzati con massima nitidezza scultorea e senza orpelli. Le dimensioni della vettura definiscono una sagoma a cuneo fortemente dinamica, con 4,39 m in lunghezza, 1,90 m in larghezza e solo 1,17 m in altezza.

Le modifiche apportate agli esterni mirano esclusivamente a migliorare l'aerodinamica. Collaborando con gli esperti della galleria del vento, i designer del Centro Stile Lamborghini hanno elaborato una nuova estetica del paraurti frontale, ora caratterizzato da una maggiore aggressività e da profili ampiamente sporgenti che racchiudono con forma trapezoidale le prese d’aria.
Questo design aumenta la portata d’aria ai radiatori e consente una maggiore deportanza all’avantreno della vettura. La modifica dei fondi vettura, l’utilizzo delle minigonne e del nuovo diffusore posteriore in carbonio hanno contribuito a migliorare l’aerodinamica. Inoltre, il carico aerodinamico al retrotreno viene equilibrato con l’utilizzo di una ala posteriore fissa.
Il front end a punta, le luci diurne a LED, insieme agli elementi in nero conferiscono alla vettura un look sofisticato.


Carrozzeria: ingegneria di costruzione leggera

Con soli 1.410 kg di peso a secco, la Gallardo LP 560-4 – base di partenza della nuova Superleggera – esprime coerentemente la filosofia che guida la Lamborghini sul versante della costruzione leggera. La carrozzeria è in alluminio, la struttura è realizzata secondo la tecnica dello Space Frame. Fusioni e profilati estrusi costituiscono l’ossatura sulla quale si integrano armonicamente le lamiere d’alluminio saldate. La scocca risulta così altamente sicura in caso di urto e garantisce al tempo stesso una elevata rigidità torsionale che è alla base della eccellente precisione di handling di questa supersportiva.

L’obiettivo di ridurre il peso di ulteriori 70 kg, e quindi di conseguire un eccezionale rapporto peso/potenza pari a 2,35 kg/CV, ha rappresentato una grande sfida per i tecnici. I progettisti di Sant'Agata hanno ottenuto questi risultati grazie alla grande competenza che li ha sempre distinti.
Sia il lunotto posteriore sia i voletti laterali sono in policarbonato e altamente resistenti. Il cofano motore è realizzato in fibra di carbonio e incorpora una superficie trasparente in policarbonato che permette di apprezzare visualmente tutta la raffinatezza tecnica del propulsore V10. L’ampio utilizzo della fibra di carbonio è testimoniato anche dall’ala posteriore, dalle minigonne, dal diffusore posteriore, sottoscocca dal fondo vettura, nonché dai gusci degli specchietti retrovisori esterni.

Sposando peso minimo e massime caratteristiche di resistenza, i componenti in fibra di carbonio rappresentano una soluzione perfetta per la costruzione di supercar sportive. In riferimento a questo la Lamborghini ha maturato le prime esperienze già negli anni 80 con la Countach. Oggi, gran parte della Murciélago è fatta di componenti in fibra di carbonio. Al fine di rafforzare questa posizione d’avanguardia, la casa di Sant’Agata Bolognese ha dato vita a un centro di competenza per i materiali in fibra di carbonio, dove gli specialisti sviluppano i componenti e lavorano alla formulazione di efficienti tecnologie di produzione.

Un altro aspetto strategico che la Casa sostiene sul versante della fibra di carbonio è costituito dal lavoro portato avanti dall’Automobili Lamborghini Advanced Composite Structures Laboratory (ACSL), presso la University of Washington a Seattle (USA). La Casa favorisce la ricerca e lo sviluppo in campo aerospaziale e sancisce il suo impegno a investire nel futuro delle tecnologie basate sulla fibra di carbonio per il settore automobilistico. Oltre all’università di Washington, Automobili Lamborghini collabora con il costruttore aeronautico Boeing Company. La Boeing Company è leader nel settore dei materiali compositi. Con il nuovo tipo 787 Dreamliner, ha sviluppato il primo aero da trasporto, costruito interamente in fibra di carbonio. Grazie alle sue caratteristiche superiori consumerà circa il 20% di carburante in meno rispetto a un aereo convenzionale.


Interni: largo uso della fibra di carbonio

I componenti in fibra di carbonio totalizzano 40 dei 70 kg con cui è stato ridotto il peso complessivo della Gallardo Superleggera. Anche negli interni si è cercato di risparmiare ogni grammo possibile, utilizzando la fibra di carbonio per il rivestimento del tunnel centrale, il pannello porta e la plancia comandi del cambio robotizzato e.gear. Un notevole contributo alla riduzione di peso è fornito inoltre dall’utilizzo di questo materiale d'alta tecnologia per i gusci dei sedili sportivi.
L’intero abitacolo e i sedili sono rivestiti in Alcantara, in quanto materiale più leggero della pelle. Per Lamborghini, però, riduzione di peso non significa rinunciare al comfort: anche la Gallardo LP 570-4 Superleggera è equipaggiata di serie con climatizzatore ed alzacristalli elettrici.

Automobili Lamborghini continua all’insegna della filosofia di massimi standard con un interno rifinito con superba attenzione per i dettagli, usando materiali di altissimo pregio e qualità.

Nell’abitacolo domina il colore nero all'insegna del carattere sportivo, cielo e tappetini compresi. Come tonalità di contrasto per le rifiniture decorative e le cuciture dei sedili sono a disposizione i colori verde, arancione, giallo e due tonalità di grigio che si sposano bene con i colori Verde Ithaca, Giallo Midas, Arancio Borealis, Grigio Telesto, Nero Noctis e Bianco Monocerus della verniciatura esterna.


Motore: in 10,2 secondi da 0 a 200 km/h

La sigla LP nella denominazione di modello della nuova Gallardo Superleggera sta per ‘Longitudinale Posteriore’ e definisce la posizione del propulsore V10, in posizione longitudinale dietro il pilota, come tradizione Lamborghini esige. Il numero 570 indica la potenza massima in CV, corrispondente a 419 kW, che il motore sviluppa a 8.000 giri/min. Altrettanto imponente è il valore di coppia massima, che il propulsore eroga in misura di 540 Nm a 6.500 giri/min. Per ottenere i 10 CV (7 kW) aggiuntivi, i tecnici hanno estremizzato i parametri della gestione elettronica del motore.

Il V10 di 5204 cm3 sviluppa una potenza specifica di 109,6 CV (80,5 kW) per litro di cilindrata. Tra le particolarità del motore a corsa lunga e con basamento in alluminio si fanno notare la presenza del sistema di lubrificazione a carter secco nonché l’angolo di 90 gradi fra i cilindri, ambedue soluzioni che hanno fatto abbassare il baricentro e migliorare il dinamismo di guida della vettura. L’eccellente performance dei cilindri è assicurata dal collettore d’aspirazione a geometria variabile e dalla fasatura variabile degli alberi di distribuzione dotati di comando a catena.

L’albero motore è del tipo ‘common pin’. Ciò significa che le bielle di ogni coppia di cilindri contrapposti sono mosse dal medesimo perno di manovella. Tale costruzione fa risultare intervalli d'accensione alternativi di 54° e 90°, una sequenza che contribuisce a rendere molto particolare ed estremamente sportiva l'acustica di funzionamento del propulsore V10.

La combinazione della riduzione del peso e del V10 consente alla Gallardo Superleggera, una performance mozzafiato, accelera da 0 a 100 km/h in soli 3,4 secondi, da 0 a 200 km/h in 10,2 secondi raggiungendo una velocità massima di 325 km/h.

Anche in termini di efficienza la nuova Superleggera fa segnare risultati migliori: rispetto al modello precedente, il valore del consumo combinato è stato ridotto di 3,5 litri (-20,5%) a 13,5 l/100 km. Tale miglioramento è stato ottenuto, tra l’altro, con l’utilizzo del sistema ad Iniezione Diretta Stratificata che immette il carburante direttamente in camera di combustione con una pressione fino a 100 bar. Il sistema di aspirazione imprime un movimento di turbolenza alla miscela di aria e carburante, facendo ottenere un raffreddamento della camera di combustione e permettendo di conseguire una maggiore efficienza attraverso l'altissimo rapporto di compressione pari a 12,5 : 1.


Cambio e trasmissione: trazione senza compromessi

La Gallardo LP 570-4 Superleggera monta di serie il cambio robotizzato a sei marce e.gear, che permette di eseguire le operazioni di cambiata tramite le due leve poste dietro al volante. La gestione elettronica del cambio robotizzato esegue i cambi marcia con una precisione e velocità nettamente superiore a quella raggiungibile da riflessi umani.

La centralina del cambio e.gear offre tre modalità di funzionamento, di cui due disponibili anche in funzione automatica. La spinta massima nelle partenze da fermo è ottenuta con la funzione ‘Thrust mode’, programma che assicura la massima accelerazione con un regime di spunto di circa 5.000 giri/min. e un minimo pattinamento delle ruote.

Ogni chilometro a bordo della nuova Superleggera è fascino puro, merito questo delle caratteristiche di trazione ottenute grazie alle quattro ruote motrici.

Il sistema di trazione integrale permanente è realizzato con un giunto viscoso centrale e un differenziale posteriore autobloccante al 45%. Nel funzionamento normale il sistema di trazione trasmette la forza propulsiva del V10 con un rapporto di 30 : 70 tra l'asse anteriore e quello posteriore. La distribuzione del peso è pari a un rapporto di 43% e 57% tra avantreno e retrotreno.
La trazione integrale è stata introdotta da Lamborghini fin dal 1993 con la Diablo VT, offrendo un vantaggio dinamico che da allora la Casa ha saputo rafforzare progressivamente.
Infatti, grazie alla trazione integrale permanente, la Lamborghini è in grado di riprendere più rapidamente l'accelerazione in uscita dalle curve rispetto alle vetture a trazione posteriore.


Schema sospensioni: maggiore rigidità e precisione

La Gallardo Superleggera è un’auto nata per la velocità, affascina per le alte prestazioni in curva e la massima prontezza nella risposta ai comandi di guida, che la vettura esegue sempre con precisione chirurgica e con massima stabilità dinamica senza sorprendere chi la guida.

Lo schema sospensione deriva direttamente dal mondo delle corse. Il collegamento delle ruote è realizzato con doppi bracci in alluminio. Lo sterzo a cremagliera trasferisce al pilota il giusto ‘feeling’ della strada. Gli ammortizzatori e le barre antirollio sono stati sviluppati con una taratura specifica per ottenere il pieno sfruttamento delle potenzialità dinamiche. Nessun altro modello della gamma Gallardo risulta essere così race-oriented; infatti nello sviluppo della Superleggera si è fatto tesoro delle esperienze maturate con la Gallardo Supertrofeo, impegnata nella formula monomarca più veloce del mondo.

Un’ulteriore particolarità della Gallardo Superleggera è costituita dalle ruote. I cerchi da 19 pollici in alluminio forgiato consentono un risparmio di peso pari a 13 kg. Le colonnette ruota sono in titanio, quindi estremamente leggere e resistenti. I pneumatici Pirelli P Zero Corsa hanno dimensione 235/35 all'anteriore e 295/30 al posteriore e sono stati sviluppati appositamente per il nuovo modello Gallardo top di gamma.

L’impianto frenante è realizzato per fornire massimi valori di decelerazione sotto la gestione dell'elettronica di controllo stabilità ESP, che la vettura monta di serie. Le ruote anteriori sono dotate di freni con pinze a otto pistoncini, mentre i freni delle ruote posteriori lavorano con quattro pistoncini; il diametro dei dischi autoventilati è di 365 mm all’anteriore e 356 mm al posteriore. A richiesta è possibile equipaggiare la vettura con dischi freno carboceramici, più leggeri e dalle maggiori prestazioni in frenata; che lavorano con sei pistoncini all'anteriore. Il diametro dei dischi carboceramici è di 380 mm all’anteriore, mentre al posteriore è di 356 mm. L’utilizzo dell’impianto frenante carboceramico consente una riduzione di peso pari a 12 Kg.


Equipaggiamento: alta tecnologia per l’uso su strada e in pista

Oltre alla cospicua presenza di componenti in fibra di carbonio, la Lamborghini Gallardo LP 570-4 Superleggera vanta una generosa dotazione di serie. In particolare, il cambio robotizzato e.gear (cambio manuale disponibile senza sovraprezzo), il set-up dedicato, gli pneumatici Pirelli P Zero Corsa, i sedili sportivi (disponibili anche per il mercato americano), l’ala piccola fissa e tutti gli interni rivestiti in Alcantara.

Fra gli equipaggiamenti opzionali all'insegna della sportività vanno ricordati: l’ala posteriore grande, i freni a disco carboceramici, le cinture di sicurezza a quattro punti, l’estintore, la gabbia protettiva ‘On-track Tubular Frame Unit’.

Per rendere più personale la vettura sono disponibili i tappetini moquette, diversi volanti in pelle pregiata, il pacchetto ‘portaoggetti’, l’impianto antifurto e l’Engine Bay in carbonio. Il pacchetto carbonio comprende la console centrale, l’inserto cruscotto, l’impugnatura della leva freno a mano, inserti del volante, gli apriporta interni; mentre il pacchetto ‘luci interne a LED’ usa i diodi a emissione di luce per l’illuminazione di vano a motore, abitacolo, e zona d’ingresso.

Sul versante del comfort risaltano i seguenti equipaggiamenti opzionali: il sistema multimediale di navigazione, il lifting system, il telecomando aprigarage e la Rear View Camera (RVC) montata sotto l’ala posteriore. Con il programma di personalizzazione ‘Ad Personam’ il cliente può inoltre imprimere uno stile unico e inconfondibile all’abitacolo e alla carrozzeria della Gallardo LP 570-4 Superleggera. [nascondi la news]