In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR
In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR
Foto In produzione gli ultimi esemplari della Mercedes SLR »
Stuttgart/Woking – Saranno prodotti in questi giorni gli ultimi esemplari della Mercedes-Benz SLR Stirling Moss. L'era dei trionfi della supersportiva SLR, realizzata da Mercedes-Benz e McLaren, giunge definitivamente al termine. Nel 2004, con il Coupé “Ali di gabbiano”, Mercedes-Benz e McLaren hanno rinnovato il mito della leggendaria SLR degli anni Cinquanta. Da allora, la gamma SLR ha dato vita a cinque affascinanti varianti: due Coupé, due Roadster ed una vettura purista senza compromessi, la SLR Stirling Moss. La produzione di questo bolide mozzafiato è stata limitata a 75  esemplari e mette la parola fine alla moderna storia della SLR. Nel complesso sono state prodotte circa 2000 SLR; molto di più di qualsiasi altra supersportiva di questa categoria. La SLR rappresenta il biglietto d'ingresso all'esclusivo SLR. CLUB. In questa esclusiva community di “gentleman driver”, lo spirito della SLR continuerà a vivere anche dopo che sarà cessata la produzione.

SLR: tre lettere che fanno sognare ad occhi aperti gli appassionati di auto. La leggendaria sigla è l'acronimo di tre parole tedesche, “sportlich” “leicht” e “Rennsport” (“sportiva”, “leggera” e “Motorsport”), ma per gli intenditori questa magica combinazione di lettere rappresenta un'auto da sogno, in grado di donare un piacere di guida senza paragoni: una simbiosi perfetta tra eccellente dinamica di marcia, prestazioni straordinarie e massimo comfort.

Come ultimo modello della gamma SLR Mercedes-Benz ha presentato, lo scorso gennaio, la spettacolare reinterpretazione del modello 300 SLR, ovvero la SLR Stirling Moss. Né tetto, né parabrezza, separano i due occupanti dell'auto dalla natura; entrambi possono godere a pieno del fascino dell'alta velocità. Inoltre, la nuova SLR Stirling Moss si distingue per le soluzioni tecniche adottate e per il design che reinterpreta il mito della leggendaria SLR. Il motore V8 Kompressor, con una potenza di 478 kW/650 CV, permette alla SLR Stirling Moss di accelerare da zero a 100 km/h in meno di 3,5 secondi e di raggiungere una velocità massima di 350 km/h: nessun'altra vettura scoperta di serie è altrettanto veloce. Questo concetto estremo rende la nuova supersportiva ad alte prestazioni degna di portare il nome del celebre pilota automobilistico britannico Stirling Moss, detentore del record della Mille Miglia, che negli anni Cinquanta ha condotto le leggendarie auto da corsa Mercedes-Benz SLR da una vittoria all'altra.

La SLR Stirling Moss ha compiuto il suo viaggio inaugurale in compagnia della 300 SLR e dei membri dell'SLR. CLUB alla Mille Miglia di quest'anno, pilotata dagli ex piloti di F1 Mercedes Mika Häkkinen e David Coulthard. Per l'occasione, perfino Sir Stirling Moss è tornato a Brescia per essere testimone di questo storico evento. L'esclusiva SLR Stirling Moss verrà prodotta in edizione limitata a 75 esemplari. Con lei, a fine 2009, si concluderà la produzione delle vetture SLR.

Lo spirito della SLR è ancora vivo

Il progetto SLR, che nasce nell’ottica di una produzione in serie limitata, trova con la SLR Stirling Moss una conclusione degna dell’importanza del suo nome. Ma lo spirito della SLR continua a vivere e verrà portato avanti dagli appassionati soci dell'SLR. CLUB. I membri di questa esclusiva community di “gentleman driver”, tutti con un modello SLR in garage, aggiungono alla passione per la guida la voglia di incontrarsi con persone che condividano la loro stessa passione. Nell'esclusivo programma dell'SLR. CLUB figurano tra l'altro manifestazioni sportive su circuiti impegnativi, la partecipazione alla Mille Miglia e ad autoraduni lungo le strade più affascinanti d'Europa. La particolare assistenza individuale offerta ai soci dell'SLR. CLUB dai responsabili Mercedes-Benz sarà garantita anche dopo l'uscita di produzione del modello.

Come nasce un mito

Il mito della SLR è nato nel 1955, quando Rudolf Uhlenhaut, allora responsabile sia dei test sulle vetture che dello sviluppo di auto da corsa in Mercedes-Benz, realizzò un'idea sorprendente: coniugare il design e la tecnologia della straordinaria Mercedes-Benz 300 SL “Ali di gabbiano”, prodotta dal 1954, con le caratteristiche eccellenti della 300 SLR, una delle auto da corsa di maggior successo di sempre che allora era protagonista di tutte le competizioni stradali di rango. Prime fra tutte il famoso Tourist Trophy in Irlanda del Nord e le tradizionali manifestazioni sportive italiane come, ad esempio, Targa Florio e Mille Miglia. Qui Stirling Moss e Dennis Jenkinson riuscirono, con la 300 SLR, a stabilire un record ancora oggi imbattuto. Ma non è stato soltanto il pilota britannico a vincere sulla Mercedes-Benz 300 SLR, anche Juan Manuel Fangio e il veloce Karl Kling hanno portato questa vettura sul podio diverse volte.

La versione Coupé di questa leggendaria auto da competizione, meglio nota tra gli intenditori come “Uhlenhaut Coupé”, ha contribuito al particolare legame degli appassionati con la 300 SLR.

Sintesi perfetta di mito, prestazioni e comfort

I modelli della gamma SLR, prodotti dal 2004 in poi dalle officine della scuderia campione mondiale di F1 a Woking, alimentano il ricordo della celebre storia della SLR degli anni Cinquanta. Queste vetture hanno trasmesso i valori di fondo degli storici modelli SLR fino ai nostri giorni: design affascinante, tecnologie innovative, materiali di alta qualità ed una perfetta lavorazione artigianale. Allo stesso tempo hanno rinnovato la passione per le Granturismo di alta classe. I modelli SLR affascinano per la maneggevolezza, la velocità e  le elevate doti di accelerazione, il tutto unito ad equipaggiamenti raffinati e ad un piacere di guida senza paragoni.

Per confermare la tradizionale eccellenza di un'automobile siglata SLR, Mercedes-Benz e McLaren hanno trasferito il know-how tecnologico maturato sui circuiti di gara nella progettazione della supersportiva. Ad esempio, attraverso l'impiego di materiali in fibra di carbonio, estremamente leggeri e al tempo stesso resistenti, le SLR hanno stabilito nuovi parametri di riferimento per le vetture ad alte prestazioni in termini di maneggevolezza, rigidità e sicurezza. Tra queste figurano anche la struttura del frontale in fibra di carbonio, ripresa dalla monoscocca e dalla configurazione “crash cone” della Formula 1, in grado di garantire un comportamento ottimale in caso di collisione.

Potente motore con alloggiamento frontale centrale

Inoltre, il concetto di alloggiamento del motore in posizione frontale centrale assicura una concentrazione delle masse in prossimità del baricentro del veicolo, favorendo un momento di inerzia minimo, a tutto vantaggio di una maggiore agilità e di una migliore dinamica di marcia. Tutto questo, insieme all'assetto dell'autotelaio ripreso dal Motorsport, costituisce le basi per una tenuta di strada ottimale ed un piacere di guida senza confronti.

A questi risultati contribuisce il potente propulsore dal carattere sportivo sviluppato da Mercedes-AMG, che mette a disposizione una potenza praticamente inesauribile. I guidatori dei modelli Coupé e Roadster hanno a disposizione 460 kW (626 CV) con 5,5 litri di cilindrata, che nei modelli 722 arrivano a ben 478 kW (650 CV). Con simili prestazioni, i motori Mercedes-AMG della SLR figurano tra i propulsori più potenti adottati su vetture sportive di serie.

Design seducente ed interni raffinati

Il design delle vetture sportive ad alte prestazioni SLR si distingue per alcune caratteristiche quali cofano motore affusolato, corpo vettura slanciato, cellula dell'abitacolo arretrata e coda brevilinea dei modelli Coupé e Roadster. Attingendo dal Motorsport si è ottenuta la massima deportanza, combinando l’azione di diffusore, sottoscocca chiuso, spoiler ed AIRBRAKE.

L'abitacolo dei modelli Mercedes-Benz SLR McLaren è stato concepito dai designer come sintesi tra il purismo di un'auto sportiva ed un ambiente straordinariamente lussuoso. Materiali pregiati come carbonio, alluminio e pelle di altissima qualità, selezionata espressamente per SLR, predominano negli interni della Granturismo, sottolineando l'assoluta esclusività.