Ford Fiesta R2
Foto Ford Fiesta R2 »
La nuova Fiesta R2 nasce come erede ideale della Fiesta ST, che ha riscosso tanto successo nel recente passato. Al pari di quest’ultima, la R2 dimostra di avere tutte le potenzialità per conseguire grandi vittorie nella sua categoria, con un’ingegneria più sofisticata della versione precedente. 

Chris Williams, Ingegnere Capo di M-Sport e responsabile dello sviluppo della R2, ha dichiarato: “Le normative sul Gruppo N che abbiamo dovuto applicare per la Fiesta ST ci hanno imposto di utilizzare le vetture di serie, con tutti i compromessi che questo comporta.  I tecnici di produzione che hanno progettato il design della ST, un’autentica automobile da strada, hanno dovuto tener conto di un gran numero di fattori: rumore, vibrazioni, emissioni, nonché prestazioni e tenuta.  Le normative per la R2 invece ci consentono di apportare variazioni alla meccanica standard e di selezionare i componenti Ford più adatti per ottenere il massimo in termini di competitività”.

La nuova Fiesta, lanciata in Europa lo scorso autunno, è la prima vera automobile globale prodotta da Ford. Di conseguenza, grazie allo sviluppo realizzato sotto il controllo di Williams, la Fiesta R2 potrà considerarsi un ottimo acquisto per il mondo del rally, sia a livello nazionale che internazionale.  Di seguito sono illustrate le principali caratteristiche tecniche, accompagnate da alcune considerazioni dello stesso Williams in merito alla tecnologia realizzata insieme al suo team di ingegneri.
 
MOTORE
Il motore è uno Zetec Ti-VCT 16 V 1.598 cc da 1,6 litri, a quattro cilindri in linea, DOHC, 16 valvole, testa e blocco dei cilindri in lega con albero a camme a fasatura variabile.  La coppa è stata modificata, consentendo di saldare direttamente sulla scocca i supporti di posizionamento per il motore, realizzati su misura.  “Il supporto motore sul lato destro è in alluminio lavorato, mentre il supporto del cambio a sinistra è fuso assieme all’alloggiamento del cambio; il risultato è un motore caratterizzato da leggerezza, forza ed efficienza in termini di costo”, ha spiegato Williams.
Il kit di conversione del motore prevede pistoni, bielle, albero a camme, molle valvola, iniettori, una scatola per il filtro dell’aria, filtro dell’aria, candele e un kit di protezione della coppa. Il motore sprigiona 163 CV a 7.500 giri/min, con una coppia di 182 Nm a 5.700 giri/min.

SOSPENSIONI
Le sospensioni sono composte da ammortizzatori regolabili Reiger con molle Eibach, oltre a tasselli duomo anteriori e posteriori a giunto sferico.  Gli ammortizzatori anteriori regolabili consentono di attenuare sobbalzi e contraccolpi. I partecipanti alle gare potranno regolare l’assetto mediante le rondelle della campanatura sulla parte anteriore, un sistema analogo a quello delle vetture Ford Focus WRC più recenti.  La barra delle sospensioni posteriori deriva dal modello standard, ma con supporti di livello superiore.
Rispetto alle giunture a bocchettone della Fiesta ST, il montante verticale della R2 è fissato con due bulloni. Continua Williams: “La R2 avrà un perno adattatore saldamente fissato al montante e, per il collegamento con il braccio inferiore, un cuscinetto a sfera invece di un giunto a sfera. Utilizziamo montanti standard e, per garantire maggior sicurezza e resistenza, utilizzeremo un mozzo a cinque perni anziché a quattro”.


FRENI
Le pinze dei freni anteriori sono state rimosse e sostituite con pinze leggere a quattro pistoni da competizione.  Il servofreno è stato eliminato per aumentare la sensibilità del pedale. Le normative sul Gruppo R indicano che le linee dei freni possono essere semplificate fino a un modello H standard con un regolatore di valvola diagonale, invece che secondo il doppio circuito del modello della Fiesta ST. I dischi dei freni AP misurano 285 mm (ghiaia) e 310 mm (asfalto), mentre la pinza resta la stessa per entrambi. 
I freni a tamburo standard sono stati eliminati e sostituiti con dischi posteriori AP da 280 mm derivati dalla Ford Focus e pinze a pistone unico.  Integrato nel kit  anche un freno a mano idraulico verticale.

SCOCCA
A differenza delle normative sul Gruppo N, le regole sulla R2 consentono di rimuovere attacchi e pannelli superflui.  “In questa maniera riusciamo a ridurre notevolmente il peso della vettura”, ha spiegato Williams.  “Ci aspettiamo di rientrare nella classe di peso 1.030 kg: una bella differenza rispetto alla Fiesta ST”. I punti di ancoraggio sono inclusi e sulla scocca è consentita la saldatura continua.


SCOCCA DI SICUREZZA
“Utilizziamo una scocca di sicurezza multipunto in acciaio T45, più leggera e notevolmente più rigida di quella della Fiesta ST.  Le barre delle porte sono identiche in dimensioni, design e materiale a quelle attualmente in uso sulla Ford Focus WRC, il che costituisce un’ulteriore garanzia di sicurezza”, ha affermato Williams.  La scocca di sicurezza poggia su punti di sospensione, la posizione del sedile è stata perfezionata ed è stata integrata una barra orizzontale per un maggior livello di sicurezza.  Per la realizzazione della scocca di sicurezza, fornita nel kit e da far adattare al veicolo da un centro ASN autorizzato, vengono utilizzati 35 metri di acciaio T45.
PROTEZIONE DELLA SCOCCA
“Il paracoppa è più leggero e più rigido di quello utilizzato nella Fiesta ST. Il paraserbatoio in materiale composito deriva dalla ST, dove ha già rivelato tutta la sua funzionalità”, ha dichiarato Williams.

TRASMISSIONE
La R2 utilizza un cambio a cinque velocità sviluppato da Sadev con differenziale placcato a slittamento limitato e albero motore avanzato.  Per la Fiesta R2 è stato inoltre sviluppato una scatola del cambio su misura. Il sistema di collegamento del cambio è estremamente semplice, con barra stabilizzatrice articolata su giunti sferici.  “L’albero motore è stato completamente rinnovato.  Il design del tripode proviene dal modello di serie ed è di dimensioni notevolmente superiori a quelle del tripode nella Fiesta ST, garantendo così alla R2 una resistenza maggiore”, ha continuato Williams. La frizione è stata perfezionata e la centralina ECU (Unità di gestione motore) progettata da Pi Research garantisce un cambio uniforme con spostamento di controllo a ciclo chiuso a pieno acceleratore.


SISTEMA DI SCARICO E COLLETTORE
Il sistema di scarico e il collettore in acciaio inossidabile, realizzati da Pankl, vantano saldature TIG. Nel sistema è incluso un catalizzatore omologato FIA, progettato per rispettare il limite massimo in esercizio di 98 dBa a 4.500 giri/min.

INTERNI
In dotazione al kit R2 standard, sedili ADV con poggiatesta per impatti laterali, oltre a cinture di sicurezza a sei attacchi e fibbie ad apertura rapida.  “Inseriremo in dotazione anche dei pannelli porta sostitutivi, appositamente progettati per garantire leggerezza e adattarsi alla scocca di sicurezza", ha concluso Williams.

ELETTROTECNICA
Tutti i controlli ausiliari della R2 sono gestiti tramite un opportuno cablaggio.  Sono inoltre disponibili un pulsante “Ford Power” per l’accensione del veicolo e un sistema antincendio elettronico.