Fiat Panda Design Story
Foto Fiat Panda Design Story »
Dopo l’anteprima mondiale al Salone di Francoforte, ecco oggi il design della nuova Panda attraverso un documento esclusivo realizzato dal Centro Stile Fiat ricco di immagini inedite. È un modo intuitivo e divertente di illustrare le tante novità stilistiche e funzionali della nuova Panda. Pur continuando ad essere un'auto molto compatta, la nuova Panda cresce di alcuni centimetri per garantire il raggiungimento dei più alti standard di sicurezza e migliorare ulteriormente la generosa abitabilità e la capienza del bagagliaio. Inoltre, la modularità dello spazio si arricchisce grazie ai numerosi vani portaoggetti e alle diverse configurazioni dei sedili anteriori e posteriori. In particolare, il nuovo modello propone un aggiornamento stilistico degli esterni attraverso linee morbide e arrotondate su un volume di forma regolare e di grande efficienza per lo spazio. Ecco allora un frontale dalla forte personalità dove il cofano leggermente "bombato" sposa l'elegante calandra orizzontale e i nuovi proiettori anteriori dalla forma arrotondata, sottolineati da un elemento supplementare separato con funzione "luce diurna" (Daytime Running Lights). Novità anche in vista laterale dove sono riletti alcuni tratti distintivi della seconda generazione di Fiat Panda: ad iniziare dal terzo finestrino, oggi con gli angoli smussati in accordo con le linee più morbide degli esterni, che crea un effetto di superfici vetrate ininterrotte fino ai proiettori posteriori verticali. Forme morbide e arrotondate anche per le fasce paracolpi presenti su paraurti e fiancate che, oltre a rendere omaggio alla prima generazione di Fiat Panda, accentuano il look "all-terrain" del modello rafforzato anche dai marcati passaruota. Infine, come sulla serie attuale, la porzione inferiore del portellone sporge rispetto al lunotto: ciò, unito alla linea della fiancata, dà l'impressione di un padiglione appoggiato sulla carrozzeria. Gli interni riprendono con coerenza le scelte stilistiche degli esterni e propongono un abitacolo spazioso, funzionale e confortevole, che poco ha da invidiare a quello di vetture di categoria superiore. Del resto, da sempre il modello Panda fa della flessibilità uno dei suoi punti di forza, come dimostrano il sedile posteriore, che può essere sdoppiato e scorrevole, e lo schienale del sedile del passeggero anteriore, che si può ripiegare a formare un tavolino. Tale equipaggiamento, esclusivo per la categoria, in abbinamento all'opzione "cargo box" per il bagagliaio, permette di ottenere uno spazio di carico pressoché piatto per sfruttare tutta la lunghezza dell'abitacolo. Disegnata ispirandosi alle tendenze più moderne, alla base del nuovo Panda vi è il concetto che ognuno di noi ha esigenze diverse, ha il proprio stile di vita, un rapporto personale con i propri oggetti, ha un modo tutto suo di distribuirli nello spazio. E di ritrovarli. In questo senso, quindi, il nuovo modello è un luogo da riempire in modo del tutto personale ma al tempo stesso è un luogo che si è felici di condividere con gli altri. La nuova plancia è concepita come un pratico guscio polifunzionale al cui interno è stato ricavato un ampio "tascone" portaoggetti, proprio come nella prima serie del modello. Il guscio è avvolto in una cornice colorata, elemento senza soluzione di continuità, che fa da perimetro unico al volante, alla radio e ai comandi principali, e che ospita le bocchette di ventilazione e l'airbag passeggero. Anche qui troviamo un rimando alla prima generazione di Panda, dove gli elementi risultavano avvitati al "marsupio" in tessuto, che costituiva la parte principale della plancia. Insomma, la nuova Panda è un'auto destinata a sorprenderci continuamente per la sua capacità di trasformarsi secondo le situazioni e adattarsi alle esigenze di chi la utilizza sia come guidatore che come passeggero. Del resto, è nel DNA di Fiat offrire stile originale, tecnologia avanzata resa accessibile a tutti e soluzioni intelligenti che semplificano e migliorano la vita a bordo.