MOTOS-BIKES

Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS

Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS
Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS
Foto Esclusiva edizione Alpine White Version per la BMW 1200 GS »
BMW R 1200 GS è sinonimo di potenza, elevato livello di comfort e straordinaria versatilità.  Perfetta per qualsiasi viaggio, raid o avventura come per l’uso quotidiano. Grazie alla particolare architettura del motore, al perfetto bilanciamento dei pesi, al telaio e alle innovative sospensioni, la R 1200 GS offre il massimo piacere di guida in qualsiasi situazione sia su strada che fuoristrada.

Dal 1981 sono state prodotte ben 500.000 unità di questa straordinaria bicilindrica boxer. Per celebrare questo importante traguardo è stato lanciato un esclusivo pacchetto denominato “Alpine White Version” per la R 1200 GS, disponibile in Italia in soli 300 esemplari.

La R 1200 GS con il pacchetto Alpine White Version è allestita con particolari estetici e funzionali: colore esclusivo Alpine White, cerchi a raggi incrociati di colore nero, parafango anteriore più largo, spoiler nero davanti al radiatore dell’olio, parabrezza brunito e sella bicolore grigio/nera oltre alle protezioni in alluminio per le teste dei cilindri.

La sella è regolabile in modo da variare l’altezza della seduta da 870 a 890 mm, leggermente più alta di quella che equipaggia la versione standard; ma è anche disponibile una sella bassa, in colore nero, che riduce l’altezza a 820 mm. È inoltre disponibile, solo ex fabrica, il kit sospensioni ribassate che riduce ulteriormente l’altezza da terra della sella a 790 mm.

Il pacchetto Alpine White Version è disponibile al prezzo di €400,00 e deve essere richiesto al momento dell’ordine della GS. Rimangono inoltre disponibili tutti gli altri accessori della gamma BMW Motorrad.
 
Prodotta la 500.000a GS nello stabilimento di Berlino

Negli ultimi 30 anni nell’off-road specialistico come tra le enduro da viaggio i modelli della famiglia “GS” sono stati, e rimangono, il punto di riferimento del mercato.

La 500.000a GS prodotta è stata proprio una R 1200 GS, ed è uscita dallo stabilimento BMW Motorrad di Berlino il 12 maggio 2009.

La BMW GS è stata sviluppata continuamente sin dal lancio nel 1980.
In origine il “brand” GS era riservato solo alle moto equipaggiate con il bicilindrico boxer, ma dal 2000 ha identificato anche modelli con differenti motorizzazioni, ma con la stessa poliedrica versatilità: il monocilindrico della F 650 GS e il bicilindrico parallelo che dal 2008 equipaggia la F 650 GS e la F 800 GS.

La storia ha inizio nel 1980. ll pilota tedesco Rolf Witthöft vinse il Campionato Europeo Enduro con una BMW boxer da 800 cc, quella che divenne la R 80 G/S. Il motore erogava circa 50 CV e grazie ad un telaio innovativo ed al peso contenuto di soli 186 kg ha immediatamente mostrato eccezionali doti nella guida off-road, oltre ad essere facile e comoda nell’uso quotidiano e per viaggiare.

I successi in campo sportivo internazionale non tardarono ad arrivare. L’anno dopo ebbe inizio la conquista del più importante ed impegnativo tra i Raid Africani: la Parigi-Dakar che viveva negli anni 80 il periodo di maggior prestigio e notorietà.

Nel 1981 si impose infatti il pilota francese Hubert Auriol che replicò nel 1983. L’anno successivo, il testimone passò al belga Gaston Rahier che vinse sempre in sella alla R 80 G/S.

La R 80 G/S e la successiva R 100 GS conquistarono, anche grazie ai successi in terra d’Africa, la fama di motociclette estremamente robuste, affidabili e facili da guidare. E’ questo il motivo per cui in ogni angolo del pianeta, ovunque ci sia un punto da raggiungere, c’è una GS.

Nel 1987 la gamma GS guadagnò un nuovo schema di sospensioni posteriori, esclusivo e made in BMW: il rivoluzionario sistema Paralever.

L’anno successivo, per celebrare le vittorie africane, fu presentato il modello R 100 GS Paris-Dakar. L’aspetto imponente conferitole dal capiente serbatoio da ben 35 litri rese la moto ancora più appetibile per chi si voleva avventurare in angoli remoti del pianeta dove l’autonomia faceva la differenza.

Nel 1993 BMW presentò la nuova serie del motore boxer, con testate a 4 valvole. Con questo nuovo motore vennero equipaggiati tutti i modelli della serie R. Ma le innovazioni non finirono lì. A settembre dello stesso anno BMW presentò un nuovo schema innovativo delle sospensioni anteriori: il Telelever.

Oggi la R 1200 GS ha una potenza di 105 CV con una coppia di ben 115 Nm ed è identificata come la moto dei Globetrotter. Ovunque ci sia un punto da raggiungere, qualunque sia il percorso scelto, dietro l’angolo ci sarà sempre una GS.

Nel 2008 ne sono state immatricolate ben 35.305 unità in tutto il mondo, tra R 1200 GS ed R 1200 GS Adventure.

In Italia sono state immatricolate 5.087 R 1200 GS e 1.976 R 1200 GS Adventure nel 2008.