Daimler promuove la sicurezza dei veicoli industriali
Daimler promuove la sicurezza dei veicoli industriali
Foto Daimler promuove la sicurezza dei veicoli industriali »
Stoccarda - Daimler AG ha recentemente consegnato il 10.000esimo veicolo industriale Mercedes-Benz dotato del sistema di assistenza per le frenate d'emergenza Active Brake Assist. Hubertus Troska, Responsabile Divisione Trucks Mercedes-Benz, ha consegnato oggi il veicolo anniversario, un Actros 1841 LS, a Robert Gammisch, Managing Director della società di trasporti Log-In, una delle più importanti aziende ceche nel settore logistico. "Con ogni Safety Truck facciamo un passo importante nella realizzazione della nostra vision tesa a garantire l'assenza di incidenti durante la guida. È infatti dimostrato che i sistemi di sicurezza contribuiscono a ridurre il numero di incidenti", ha dichiarato al momento della consegna del veicolo Andreas Renschler, membro del Board of Management di Daimler e Responsabile Trucks e Daimler Buses. Robert Gammisch ha inoltre aggiunto: "Sono convinto che l'adozione dei sistemi di sicurezza risulti vincente anche dal punto di vista economico. Ogni incidente mette a repentaglio la vita di persone e comporta esborsi in denaro, i quali a loro volta si traducono in perdite economiche. Pertanto ogni qual volta verranno acquistati veicoli nuovi continueremo a puntare sull'impiego di tecnologie al servizio della sicurezza".
Il sistema di assistenza alla frenata Active Brake Assist è stato introdotto sul mercato nel 2006 e ha dimostrato la sua efficacia su veicoli che hanno percorso oltre un miliardo di chilometri sulle strade. Il sistema, fino ad oggi unico nel suo genere sul mercato, viene offerto per i veicoli industriali Mercedes-Benz e ultimamente anche per gli autobus da turismo dei marchi Mercedes-Benz e Setra. Questo sistema di sicurezza è in grado di salvare vite umane, poiché in caso di reale pericolo come, ad esempio, nel caso in cui il veicolo che precede viaggi a velocità estremamente ridotta, se il conducente non reagisce tempestivamente l’Active Brake Assist provvede automaticamente ad una frenata d'emergenza. Ad oggi gli autisti di veicoli industriali hanno potuto testimoniare come in diverse situazioni il sistema Active Brake Assist sia intervenuto evitando il verificarsi di incidenti.
Al momento dell'introduzione sul mercato, il successo dell'Active Brake Assist e la sua efficacia su strada non erano affatto scontati, visto che la domanda di sistemi di assistenza alla guida negli anni 1998/1999 - quali, ad esempio, sistema antiribaltamento e antisbandamento, controllo della stabilità (ESP) e Tempomat con regolazione della distanza - era in un primo momento piuttosto contenuta. La svolta si ebbe nel 2006 con un'iniziativa che prevedeva l'offerta di un pacchetto completo comprendente diversi sistemi di sicurezza: in occasione di un road show dedicato a Safety Truck, Safety Coach e Safety Van che toccò una dozzina di Paesi europei, Daimler dimostrò inequivocabilmente l'efficacia di tali sistemi a Clienti, media, compagnie assicurative, associazioni di categoria ed esponenti politici. Alcune compagnie assicurative ed alcune associazioni di categoria offrono oggi riduzioni sui premi previsti per i veicoli industriali dotati di questi sistemi. Allianz, Daimler e Dekra si sono impegnate ulteriormente a promuovere l'adozione di queste tecnologie con l'iniziativa "Safety Plus". L'inserimento dei diversi sistemi di sicurezza all'interno di appositi pacchetti, oggi offerti da Mercedes-Benz su diversi mercati vantaggiosa per la clientela.
A partire dal 2006 si è quindi registrato un sensibile aumento della domanda. Fino ad oggi la divisione Trucks di Mercedes-Benz ha venduto i cinque sistemi di assistenza attiva proposti in più di 90.000 esemplari (a fine 2006 erano la metà). Inoltre, 20.000 sistemi di assistenza sono stati installati sugli autobus a marchio Mercedes-Benz e Setra. Nonostante l'immensa pressione sui costi dovuta all'attuale crisi economica, la percentuale di veicoli dotati del sistema Active Brake Assist rispetto allo scorso anno è aumentata del 32%, mentre per gli autobus turistici si sfiora addirittura il 70%. Questa crescente domanda interessa principalmente Germania e Svizzera. Mercedes-Benz tenderà pertanto ora, in modo mirato, ad acquisire Clienti in qualità di Road Safety Partner in altri Paesi europei, e ad offrire i sistemi di sicurezza a prezzi particolarmente vantaggiosi. "Nonostante indici di crescita di tutto rispetto non è il caso di lasciarsi prendere dall'euforia", ha dichiarato Andreas Renschler. "Se vogliamo rendere ulteriormente sicuro il traffico sulle strade, dobbiamo favorire una diffusione ancora più capillare di questi sistemi di sicurezza. Queste tecnologie funzionano. A partire dalla loro introduzione nel 2000, in Germania i casi di veicoli di trasporto merci coinvolti in incidenti stradali con lesioni alle persone sono diminuiti del 17%."
Tutto ciò è stato confermato anche da esponenti del mondo politico, del ramo assicurativo, delle associazioni di categoria e delle imprese di trasporti che hanno preso parte al simposio sulla sicurezza stradale tenutosi in occasione della consegna del 10.000esimo sistema Active Brake Assist. E Marcus Dobberke, autista, dichiara "Non potrei essere qui con voi oggi se non fosse intervenuto il sistema Active Brake Assist a ridurre a 15 km/h la velocità di impatto durante un incidente in cui è rimasto coinvolto il veicolo che guidavo. In caso contrario, la collisione con un'autovettura che improvvisamente mi sono trovato davanti, senza un'adeguata frenata avrebbe provocato non solo danni al veicolo stesso, ma la morte del bambino che sedeva sul sedile posteriore. Grazie al sistema Active Brake Assist il bambino non ha riportato neanche un graffio".
Anche la relazione 2009 di DEKRA sulla sicurezza stradale relativamente ai veicoli industriali stabilisce che, grazie agli enormi passi avanti effettuati dalle Case costruttrici proprio nel settore dei sistemi di assistenza allla guida, dal 1970 la frequenza degli incidenti che interessano i veicoli industriali in Germania, riferita al chilometraggio percorso, si è ridotta di oltre il 70%. Il numero di utenti della strada che hanno riportato lesioni gravi nel corso di incidenti che hanno coinvolto veicoli industriali dal 1992 al 2007 si è ridotto del 36% ed il numero delle morti di oltre il 40%, anche se l'attività dei veicoli per trasporto merci è aumentata dell'84,9%.
"L'UE non riuscirà tuttavia a raggiungere l'obiettivo di dimezzare entro il 2010 il numero di vittime della strada", afferma Andreas Renschler. "Desideriamo pertanto continuare ad essere all'avanguardia nell'introdurre tecnologie efficienti sul mercato e sensibilizzare tutti i soggetti interessati, istituzionali e non, a dare il proprio contributo. Necessitiamo di un supporto ancora maggiore da parte di altri partner, da parte delle compagnie assicurative e del mondo politico".
I sistemi di sicurezza attualmente in commercio sono stati studiati per intervenire nel caso delle più frequenti cause di incidente, tamponamenti (33%) e incidenti causati da veicoli che deviano dalle rispettive corsie o dalla carreggiata (39%). 
 
Il sistema antisbandamento segnala al conducente i casi in cui vi è il pericolo che il veicolo abbandoni la corsia di marcia. Se c'è il rischio che il veicolo possa involontariamente abbandonare la corsia, gli altoparlanti all'interno dell'abitacolo emettono un segnale acustico persistente che fa sì che il conducente sia intuitivamente portato a sterzare nella direzione opposta.
Il sistema che per vetture, veicoli commerciali e autobus viene definito sistema elettronico di stabilità, ESP, per i trucks prende il nome di "controllo della stabilità". È un sistema per la sicurezza di guida che riduce il pericolo di sbandamento in curva o durante le manovre di scarto degli autoarticolati. Il controllo della stabilità riconosce inoltre tempestivamente la tendenza al ribaltamento dei semirimorchi che, nei limiti delle leggi della fisica, viene notevolmente ridotta.
Il sistema antiribaltamento per veicoli cassonati è particolarmente utile nei casi in cui si trasportino carichi con baricentro elevato. In pochi millesimi di secondo questo sistema adegua la rigidità delle sospensioni in base alla situazione di guida ed alla conformazione del manto stradale, garantendo la stabilità e la sicurezza di guida del veicolo.
Il sistema Tempomat con regolazione della distanza mantiene il veicolo a distanza di sicurezza da quello che lo precede. È un sistema di assistenza elettronico che adatta automaticamente la velocità di guida in funzione della situazione del traffico. Qualora per qualsiasi motivo la distanza dal veicolo che precede si riduce eccessivamente, il sistema elettronico interviene regolando di conseguenza la velocità.
L'Active Brake Assist (sistema di assistenza per la frenata d'emergenza) è basato sul sistema radar del sistema Tempomat con regolazione della distanza. A differenza della regolazione automatica della distanza di sicurezza, in caso di reale pericolo di collisione con i veicoli che precedono il sistema Active Brake Assist interviene automaticamente con una frenata d'emergenza. L'Active Brake Assist non può sempre garantire il mancato verificarsi di incidenti, tuttavia assicurando la massima azione frenante è in grado di ridurre notevolmente la velocità di collisione e di conseguenza la gravità degli incidenti.
L'acquisto dei sistemi di assistenza è incentivato inoltre da un risparmio pari al 30% circa sui pacchetti Basic, Classic e Top Safety Pack rispetto al prezzo che si pagherebbe ordinando singolarmente i singoli componenti.
Negli anni 2005/2006 l'efficacia di questi sistemi è stata testata da Daimler nell'arco di dodici mesi, su una flotta di 500 motrici con semirimorchio Mercedes-Benz Actros dotate di un pacchetto di sicurezza comprendente i sistemi antisbandamento, controllo della stabilità e regolazione automatica della distanza. La frequenza e la gravità degli incidenti verificatisi sono state confrontate con quelle di un gruppo di 500 veicoli analoghi senza il pacchetto sicurezza. Dopo circa 100 milioni di chilometri percorsi, il risultato del test su strada ha dimostrato che nel caso dei veicoli dotati del pacchetto di sicurezza, gli incidenti più comuni sono diminuiti della metà. Nei casi in cui gli incidenti si sono comunque verificati, i danni si sono ridotti del 90%.