Dacia Duster
Foto Dacia Duster »
•    Dacia commercializza il suo 6° modello, Dacia Duster: un SUV robusto, abitabile, di facile utilizzo e alla portata di tutti.

•    Dacia Duster abbina caratteristiche da “vero 4x4” a costi di utilizzo molto contenuti:
- Un vero 4x4: Dacia Duster presenta un design “aggressivo” che evidenzia il DNA da fuoristrada, senza penalizzare il comfort su strada;
- Economica nell’uso quotidiano: Dacia Duster è equipaggiata con motorizzazioni caratterizzate da bassi consumi di carburante e beneficia di costi di manutenzione ridotti.

•    Dacia Duster rispetta l’ambiente ed è caratterizzata da emissioni ridotte di CO2. Le versioni Diesel di Dacia Duster emettono da 139 g CO2/km in versione 4X2 – fregiandosi, di conseguenza, della firma Dacia eco² - e 145 g CO2/km in versione 4X4.

•    In versione 4X4, Dacia Duster è destinato a clienti che necessitano, quotidianamente, di un’auto dalle autentiche capacità fuoristradistiche. In versione 4x2, Dacia Duster risponde alle esigenze di clienti che desiderano un look da SUV 4x4, senza rinunciare all’abitabilità e alla modularità, nonché ai costi di esercizio ridotti, tipici della Marca Dacia.

•    Dacia Duster è prodotta nello stabilimento di Pitesti (Romania). Da aprile 2010 sarà progressivamente commercializzata (in versione 4X2 e 4X4) in Europa, Turchia, Africa e Medio Oriente.
 
•    Duster è un’auto con ambizioni internazionali, a livello sia commerciale che industriale. Il lancio sarà realizzato progressivamente nelle diverse regioni del mondo, con badge Renault o Dacia, al pari di Logan e Sandero.

•    Con Duster, Dacia dimostra che è possibile proporre un fuoristrada funzionale, accessibile e rispettoso dell'ambiente. La marca Dacia, che ha lanciato un nuovo stile di consumo nel settore automobilistico con Logan, nel 2004, illustra ancora una volta, grazie a Duster, la sua capacità di rivoluzionare i codici tradizionali.


DACIA DUSTER, TUTTO DI UN 4x4

Un design da 4x4…

Oggi, il fuoristrada è spesso sinonimo d’ingombro: idea smentita da Dacia Duster che, con una lunghezza di 4,31 m ed una larghezza di 1,82 m, presenta dimensioni compatte ed è perfettamente a suo agio sia in ambiente urbano che in off-road. Pur affermando la sua appartenenza al mondo dei fuoristrada, Dacia Duster propone linee seducenti ma non ostentatrici.

Dacia Duster si impone al primo sguardo come un 4X4. Il frontale si distingue per il suo aspetto robusto: parafanghi allargati, fascia cromata sulla calandra, fari a doppia ottica, robuste barre da tetto e paraurti di protezione non lasciano dubbi sul DNA da 4X4 di Dacia Duster. Di profilo, l’altezza dal suolo rialzata, le ruote da 16”, i passaruota ben marcati e le modanature di protezione della carrozzeria invitano il conducente a partire alla conquista di nuovi percorsi.
Il Pack Look contribuisce a sottolineare la silhouette sportiva di Duster: esso comprende cerchi in lega da 16’’, barre da tetto, retrovisori, carenatura anteriore/posteriore, minigonne cromo satinate e vetri posteriori scuri. Una gamma completa di accessori (Pack Adventure: parafanghi allargati, ampie modanature protettive sulle porte, barre laterali di protezione delle minigonne, etc.) consente di completare questo look esclusivo.

All’interno, la posizione rialzata offre una guida più sicura, grazie alla migliore visibilità degli eventuali ostacoli che permette di anticipare le difficoltà. I fondamentali della marca Dacia sono rispettati: la plancia è moderna, semplice e funzionale. Dacia Duster inaugura una nuova armonia Sienna Shiny e propone anche un Pack Cuoio (sedili + volante + pomello della leva del cambio). I progettisti hanno particolarmente curato l’ergonomia dei comandi e la leggibilità delle informazioni, in particolare con un comando 4x4 ben posizionato ed intuitivo.

….con autentiche capacità di superamento ostacoli

Dacia Duster è stata progettata per affrontare qualunque tipo di strada e sentiero, nel mondo intero.
Per rispondere a questa esigenza, Dacia Duster sarà disponibile in versione  4X4 e 4X2; quest’ultima è rivolta ai clienti che cercano un look da SUV, posizione di guida rialzata e versatilità ma senza un reale bisogno di quattro ruote motrici.

Il sottoscocca rinforzato di Dacia Duster è adatto ad un utilizzo con trazione anteriore ed integrale, grazie a:
-    un’altezza da terra di ben 210 mm;
-    sbalzi corti (822 mm anteriormente e 820 mm al posteriore);
-    valori significativi per gli angoli di superamento ostacoli (30° per l’angolo di attacco, 36° per l’angolo di uscita).

Dacia Duster è un’auto facile da utilizzare e particolarmente agile, grazie al peso limitato (1.160 kg in versione 4X2 e 1.250 kg in versione 4X4 ), particolarmente contenuto rispetto agli ingombri, e alle dimensioni compatte.
 
L’avantreno è di tipo pseudo Mac Pherson a bracci triangolari; ripreso da Logan e Sandero, è stato rinforzato per adattarlo all’uso in fuoristrada.
Il retrotreno, in versione 4x4, è multibracci ed è stato specificamente sviluppato per Dacia Duster. In versione 4x2, l’assale posteriore ad H a profilo deformabile e geometria programmata risponde perfettamente all’esigenza di robustezza offrendo, al tempo stesso, un maggior volume per il vano bagagli che corrisponde ad una forte aspettativa della clientela di Dacia. Entrambe le soluzioni favoriscono l’altezza libera dal suolo ed il comfort.
Per confermare l’elevato livello di robustezza ed affidabilità, Dacia Duster ha percorso l’equivalente di 4 milioni di chilometri in condizioni climatiche diversificate ed estreme. 

Dacia Duster 4x4 è equipaggiato con una nuova trasmissione (TL8) a 6 rapporti, con il primo rapporto particolarmente corto (5,79 km/h per 1000 g/min) che consente di avanzare a velocità molto ridotta su terreni accidentati e migliora le partenze sotto carico o con forte pendenza. Questa soluzione semplice, efficace ed economica, è stata preferita per rispondere alle aspettative dei clienti di Dacia Duster.
La trasmissione TL8 offre:
- un rendimento ottimizzato, grazie all’architettura del cambio e dell’utilizzo di un unico gruppo di trasmissione (che limita il numero d’ingranaggi e di pignoni) e grazie all’utilizzo di un lubrificante a bassa viscosità che limita le forze di trazione;
- un volume contenuto: la scatola del cambio e il modulo di rinvio sono affiancati, per non togliere spazio all’abitacolo e preservare l’abitabilità;
- una massa sotto controllo: sulla trasmissione TL8, la scelta di un primo rapporto corto, al posto del gruppo di rinvio, consente di limitare il numero d’ingranaggi – e quindi la massa della trasmissione – a vantaggio di un altissimo livello di performance; 
- costo limitato: la trasmissione TL8 deriva dalla trasmissione TL4, a forte volume di produzione nell’Alleanza Renault-Nissan. Essa è prodotta nello stabilimento Dacia di Pitesti, in Romania.

Il comando 4X4, situato nella parte inferiore della parte centrale della plancia, permette al conducente di Dacia Duster 4X4 di adattare facilmente le capacità dell’auto alle sue esigenze, scegliendo tra 3 modalità di selezione:

- in modalità AUTO, la ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno avviene automaticamente in funzione delle condizioni di aderenza. Questa modalità è stata progettata per garantire un compromesso ideale tra tenuta di strada e motricità, con qualunque aderenza. In condizioni normali, la coppia è trasmessa esclusivamente alle ruote anteriori; in caso di perdita di motricità o in condizioni di aderenza precaria, una parte della coppia viene trasferita al retrotreno. Questa distribuzione è garantita da un giunto elettromagnetico di origine Nissan;
- in modalità LOCK, il conducente blocca elettronicamente la trasmissione 4X4. Con questa modalità, la gestione elettronica del motore e della frenata è adattata, a sua volta, ad un utilizzo 4X4. Tale utilizzo è riservato ai passaggi difficili e ai sentieri non praticabili (fondo stradale dissestato, fango, terra, sabbia);
- in modalità 2WD, la trasmissione è bloccata in configurazione 2 ruote motrici. Questo utilizzo è adatto ad una guida con buone condizioni di aderenza e consente di ridurre il consumo di carburante e, di conseguenza, le emissioni di CO2.


 
UN 4x4 100% DACIA CHE OFFRE TUTTI I VANTAGGI DELLA MARCA

Duster, 6° modello della gamma Dacia, resta fedele alla filosofia e ai valori della Marca, proponendo un imbattibile rapporto abitabilità/prezzo, costi di esercizio ridotti, grazie a consumi contenuti e ad una manutenzione semplificata, un livello di sicurezza ottimale ed una incontestabile affidabilità. Dacia Duster esprime perfettamente i valori di generosità ed accessibilità che hanno portato la Marca al successo.

Un rapporto prodotto/prezzo imbattibile

Con prezzi di listino da city car, Dacia Duster vanta dimensioni interne ed esterne all’altezza della categoria superiore delle compatte.
Dacia Duster può ospitare comodamente fino a 5 adulti, offrendo ai passeggeri dei sedili anteriori e posteriori un livello di abitabilità pressoché identico a quello delle monovolume di segmento C.
Anche il volume del vano bagagli di Dacia Duster è particolarmente competitivo, tenuto conto della compattezza del modello, e rappresenta fino a 475 dm³ VDA (secondo le versioni). Con il divano posteriore ripiegato, Dacia Duster offre un volume di carico sorprendente, che arriva fino a 1.636 dm³ VDA (secondo le versioni).    


Motorizzazioni affidabili, economiche e a basse emissioni di CO2

Dacia Duster sarà disponibile, in versione 4X2 e 4X4, con una motorizzazione diesel dCi da 110 cv con filtro antiparticolato e benzina 1.6 16v 110 cv, che hanno dato prova della loro efficacia su numerosi modelli del Gruppo Renault.
Tali motorizzazioni corrispondono perfettamente ai criteri di costo, robustezza e facilità di manutenzione che caratterizzano la marca Dacia.

L’offerta diesel, su Dacia Duster, è costituita da un propulsore, apprezzato per la piacevolezza ed i consumi contenuti : il dCi 110 (80 kW) con filtro antiparticolato.
- Dacia Duster dCi 110, in versione 4x2, emette soltanto 139 g /km di CO2– fregiandosi, di conseguenza, della firma Dacia eco² - pari ad un consumo contenuto di 5.3 l/100 km in ciclo misto. Anche in versione 4x4, questa motorizzazione garantisce un rapporto consumo/ emissioni unico per un fuoristrada: 145 g /km di CO2, pari ad un consumo limitato di 5.6 l/100 km in ciclo misto. La motorizzazione dCi 110 è conforme alle norme antinquinamento Euro5 ed è equipaggiata con filtro antiparticolato.

La proposta benzina si concentra sul propulsore 1.6 16V 110 cv:
- Dacia Duster 1.6 16V 110 eroga una potenza massima di 77 kW (110 cv) a 5.750 g/min e sviluppa una coppia massima di 148 Nm a 3.750 g/min. Dacia Duster 1.6 16v 110 cv consuma, in ciclo misto, 7,5 l/100 km in versione 4x2. Sulla versione 4x4, il propulsore 1.6 16v 110 cv (Euro 5) limita i consumi a 8 l/100 km in ciclo misto.

Economica all’acquisto e nell’utilizzo quotidiano

I costi di manutenzione sono particolarmente competitivi su Dacia Duster, grazie all’allungamento della periodicità della manutenzione programmata. La sostituzione del filtro dell’aria è passata a 90.000 km/4 anni per la versione benzina; quella del filtro del gasolio a 60.000 km.

La motorizzazione diesel dCi 110 prevede una periodicità di manutenzione di 30.000 km/2 anni con sistema OCS (Oil Control System): novità nella gamma Dacia, informa il conducente, in funzione del suo utilizzo specifico, della necessità di effettuare il cambio dell’olio prima della scadenza teorica, attraverso un’apposita spia luminosa di allarme per il cambio dell’olio.
Sul propulsore benzina 1.6 16V 110 cv, il cambio dell’olio è previsto a 30.000 km/2 anni.

La sicurezza, un requisito indispensabile

Dacia Duster beneficia della riconosciuta competenza del Gruppo Renault in tema di sicurezza.
- In tema di sicurezza attiva, tutta la gamma monta il sistema ABS Bosch 8.1, equipaggiato con ripartitore elettronico della frenata (EBV) ed assistenza alla frenata di emergenza (AFE). Dacia Duster è il primo modello della marca Dacia a beneficiare, in opzione su alcune versioni, del controllo elettronico di stabilità (ESP), con controllo del sottosterzo (CSV) e antipattinamento (ASR). Questa opzione consente, inoltre, di ottenere un trasferimento della coppia quando una ruota slitta in modalità 4X4, migliorando, in tal modo, la motricità nel twist.
- In tema di sicurezza passiva, Dacia Duster dispone, di serie, di due airbag frontali e di cinture di sicurezza a 3 punti di ancoraggio con limitatori di carico per i posti anteriori, che possono essere completati da pretensionatori pirotecnici. Secondo le versioni, gli airbag passeggero e conducente sono completati da due airbag laterali tipo testa/torace.

Senza rinunciare ai fondamentali della marca Dacia: affidabilità e robustezza

In linea con tutti i modelli Dacia, le scelte progettuali di Duster sono state guidate dai criteri di robustezza ed affidabilità su cui si è costruita la notorietà della marca.

La protezione anticorrosione è stata oggetto di particolare attenzione, con l’adozione di numerosi dispositivi:
– iniezione di cera nei corpi cavi del sottoscocca e delle porte;
– tenuta assicurata dall’applicazione di mastice sulle giunzioni esterne;
– utilizzo di cera complementare sugli elementi meccanici del sottoscocca;
– protezione antighiaia rinforzata sul sottoscocca, le carenature ed i passaruota.

La catena cinematica 4X4 si basa su comprovati organi meccanici sviluppati dall’Alleanza (ponte posteriore e giunto elettromagnetico Nissan, nuova trasmissione a 6 rapporti TL8, derivata dalla trasmissione TL4, già utilizzata con successo sulle gamme Renault e Nissan).

Per rendere immediatamente percettibile il suo elevato livello qualitativo, Dacia Duster è disponibile, come il resto della gamma Dacia, con una garanzia 3 anni o 100.000 km.


UN PROGETTO INTERNAZIONALE

Diffusa ormai in tutto il mondo, Dacia ha dimostrato la sua versatilità anche attraverso la capacità di adattamento ai diversi mercati di commercializzazione: marca low-cost nei mercati maturi come l’Europa occidentale ed aspirazionale nei mercati emergenti, simbolo di status, riconoscimento e distinzione sociale.

Da aprile 2010, Dacia Duster sarà lanciata, con il badge Dacia, progressivamente in Europa, Turchia, Africa e Maghreb (Algeria e Marocco), andando a completare la gamma Dacia, in crescita sulla maggior parte di tali mercati. Oltre ai tre modelli destinati a clienti privati, Logan, Logan MCV e Sandero, Dacia si è imposta anche nel segmento dei veicoli commerciali con Logan furgovan e Logan pick-up.

Duster arriverà poi, da giugno, con label Renault in Ucraina, Medio Oriente (Giordania, Siria, Libano, Egitto) e in altri Paesi dell’Africa. 

Lo stabilimento romeno di Pitesti, sito di riferimento della gamma Entry, rifornirà l’insieme di tali mercati, con marchio Dacia e Renault. Grazie ad una capacità di 350.000 unità/anno, Pitesti continuerà a produrre anche gli altri modelli della gamma Dacia.

Nel 2011, Renault Duster sarà poi prodotta, accanto a Logan, Sandero e Sandero Stepway, nel sito brasiliano di Curitiba e distribuita in Brasile, Argentina, Messico e Cile. Duster sarà successivamente industrializzata e prodotta in Russia, nello stabilimento di Avtoframos (Mosca).

 
LA GENESI DI DUSTER

Un progetto innovativo mondiale per rispondere ad esigenze insoddisfatte

Il progetto Duster nasce da una semplice constatazione: l’esistenza di un reale fabbisogno di SUV abitabili, robusti ed accessibili.
-    Nei Paesi emergenti, le classi medie aspirano ad acquistare auto moderne, come espressione del loro successo sociale. Parallelamente, esse hanno bisogno di un’auto robusta, affidabile e polivalente, per resistere a condizioni climatiche e di utilizzo severe e diversificate (lunghe distanze, strade con forti pendenze o addirittura impraticabili, percorsi urbani, spesso nell’ambito di megalopoli, etc.). Le proposte esistenti, costituite da SUV essenzialmente d’importazione, si rivelano spesso inaccessibili per tali classi medie.
- In Europa, il successo di Dacia ha dimostrato l’esistenza di una clientela alla ricerca di auto moderne, affidabili ed accessibili. La proposta di 4X4 e SUV, tuttavia, pur essendo molto estesa, trascura il segmento dei fuoristrada funzionali ed accessibili, privilegiando SUV imponenti, costosi e spesso inadeguati alle esigenze “off-road”.

Una progettazione condivisa

Con il progetto Duster, Renault Technologies Romania (RTR) ha superato una nuova tappa nella condivisione dei compiti con il Losange Renault (nuovo nome del Technocentre) in Francia. È al Losange, infatti, che è iniziata la progettazione ma RTR ha messo al servizio del progetto Duster le sue équipe d’ingegneri fin dall’inizio: Losange e RTR hanno lavorato in stretta collaborazione per assicurare l’industrializzazione del modello.
Dalla 2a fase prototipale (un anno prima del lancio di Duster), il baricentro del progetto si è spostato in Romania, per garantire la prossimità rispetto al sito produttivo.

Il design è stato realizzato al Losange, in collaborazione con Renault Design Central Europe (centro design satellite situato a Bucarest).

Un’industrializzazione in Romania, nel sito storico

Duster ha fatto il suo ingresso nello stabilimento di Pitesti ad aprile 2009, facilitato da una nuova linea speciale di prototipi, direttamente gestita da Renault Technologies Romania. La linea ha il vantaggio di essere ubicata all’interno dello stabilimento, semplificando la formazione delle équipe di produzione. L’arrivo di Duster ha indotto alcune evoluzioni nelle linee di Pitesti: creazione di un nuovo reparto lamiere specifico per il modello, adattamento della linea di montaggio per accogliere, tra l’altro, le nuove motorizzazioni e la catena cinematica 4x4, e revisione dei flussi logistica e stoccaggio delle materie prime d’imbutitura. Complessivamente, sulla stessa linea di montaggio vengono assemblate 6 scocche diverse.

Gli investimenti al livello strettamente necessario

Complessivamente, sono stati investiti 290 milioni di euro per lo sviluppo e l’industrializzazione del progetto Duster a Pitesti, compresa la nuova trasmissione (TL8: trasmissione meccanica 4x4 a 6 rapporti) e tutte le nuove motorizzazioni. Dell’importo totale, un po’ meno di 70 milioni di euro sono stati investiti nello stabilimento.
Il carry over ha permesso di contenere gli investimenti, con poco più del 50% di componenti recuperati da altri modelli delle gamme Dacia e Renault (motore e trasmissione, ad esempio).
La capacità di produzione massima installata a Pitesti è di 25 unità/ora. A lungo termine, Duster potrà rappresentare oltre un terzo della produzione di Pitesti.

DACIA DUSTER SULLE DUNE DEL MAROCCO NEL RALLY AICHA DES GAZELLES
Dacia Duster, pilotata da una collaboratrice del Gruppo Renault, si è classificata al primo posto (categoria crossover) al Rally Aicha des Gazelles, una competizione automobilistica al 100% femminile, che si è svolta dal 15 al 28 marzo in Marocco. Sulle dune di sabbia e gli impervi pendii dell’Atlante, Dacia Duster ha dimostrato, pochi giorni prima della commercializzazione, tutte le sue capacità fuoristradistiche, la sua robustezza ed affidabilità.
DACIA DUSTER PILOTATA DA ALAIN PROST SULLE PISTE GHIACCIATE DEL TROFEO ANDROS
La versione sportiva di Dacia Duster, pilotata da Alain Prost, si è lanciata alla conquista delle piste ghiacciate del Trofeo Andros durante l’inverno 2009-2010. Al volante di Dacia Duster, Alain Prost ha conquistato il secondo posto nella classifica finale della competizione, al termine delle 7 prove della stagione.