BMW al Salone di Francoforte
BMW al Salone di Francoforte BMW al Salone di Francoforte BMW al Salone di Francoforte BMW al Salone di Francoforte
Foto BMW al Salone di Francoforte »
BMW presenta il futuro del piacere di guidare. Al centro della ¬partecipazione fieristica di BMW nel nuovo padiglione 11 al Salone internazionale dell’automobile (IAA) 2009 di Francoforte vi sono le innovazioni per ridurre progressivamente il consumo di carburante e le emissioni ed aumentare contemporaneamente la dinamica di guida. Grazie ad BMW ¬EfficientDynamics, nel corso di due generazioni di modelli la casa automobilistica premium di maggiore successo del mondo è riuscita a ridurre in Europa il consumo di carburante e le emissioni di CO2 della propria flotta di oltre il 25 percento e ad aumentare ulteriormente il piacere di guidare. In occasione del Salone IAA, BMW presenta dal 15 al 27 settembre 2009 dei modelli nuovi e degli innovativi concetti che creano le premesse per dare seguito a questo sviluppo.
BMW ¬EfficientDynamics è già parte integrale di ogni nuova BMW e costituisce la base per una serie d’innovazioni che determineranno anche in futuro delle emissioni ridotte e un aumento del piacere di guidare. La Concept Car BMW Vision ¬EfficientDynamics, presentata per la prima volta al pubblico di tutto il mondo al Salone IAA 2009, offre una visione concentrata dell’obiettivo e del potenziale offerto dalla strategia di sviluppo. Questa vettura consente di abbattere notevolmente il consumo di energia e le emissioni di CO2, fino alla rinuncia totale a carburanti di origine fossile. Al contempo, vengono messe a disposizione delle prestazioni di guida al livello di automobili sportive di alta classe.
La Concept Car è equipaggiata con una varietà di tecnologie di BMW EfficientDynamics che attualmente non si riscontra in nessun’altra vettura: dal motore a combustione interna a rendimento estremamente elevato a un sistema di gestione intelligente dell’energia, alla tecnologia BMW ActiveHybrid con un’innovativa tecnica di accumulo dell’energia fino al lightweight design intelligente e all’aerodinamica ottimizzata con coerenza. Le diverse varianti di BMW ¬EfficientDynamics vengono montate anche nelle attuali vetture di serie BMW. Il Salone IAA 2009 accoglie anche l’anteprima mondiale dei primi modelli ibridi di serie di BMW. L’ammiraglia di lusso BMW ActiveHybrid 7 e la Sports Activity Coupé BMW ActiveHybrid X6 utilizzano la combinazione intelligente di motori a combustione interna ed elettromotore in due versioni differenti per mettere a disposizione un’esperienza di guida straordinaria e un’efficienza affascinante. Inoltre, BMW presenta in due ulteriori première mondiali delle possibilità innovative e promettenti per godersi il piacere di guidare: la BMW X1 è la prima vettura che trasmette le caratteristiche di un modello BMW della gamma X al segmento compatto premium. La BMW Serie 5 Gran Turismo combina in modo unico una generosa e lussuosa abitabilità con una funzionalità eccellente e un’immagine elegante e raffinata.
Il nuovo padiglione 11: il foro del piacere di guidare.
In occasione del Salone internazionale dell’automobile 2009, BMW ha realizzato una forma nuova di presentazione automobilistica che riprende in modo affascinante il leitmotiv del piacere di guidare. I nuovi modelli vengono presentati nella guida attiva su un circuito dalla lunghezza di diverse centinaia di metri, il quale circonda l’intera area espositiva. Per la prima volta i visitatori possono contemplare il design delle vetture mentre sono in movimento.
La straordinaria scenografia del piacere di guidare è dovuta alla partecipazione di BMW al Salone IAA nel nuovo padiglione 11 della fiera. L’edificio di recente costruzione si trova direttamente sopra la nuova entrata principale dell‘area fieristica di Francoforte. Al piano terra del padiglione fieristico più moderno d‘Europa il BMW Group dispone di un‘area espositiva di oltre 12.000 metri quadri. Questa è la prima volta che i marchi BMW, MINI e Rolls-Royce si presentano sotto un tetto unico in occasione dell’appuntamento automobilistico più importante del mondo.
Il BMW Group combina la partecipazione comune dei tre marchi con numerose attività, ad esempio accoglie la conferenza ZEIT e crea così un foro per discutere sulla sostenibilità e altri temi sociali d’importanza globale. Nelle vicinanze immediate del padiglione 11 il Junior Campus offre ai giovani visitatori del Salone IAA nell‘età compresa tra i 3 e i 13 anni la possibilità di scoprire il fascino dei temi mobilità e sostenibilità.
BMW Vision ¬EfficientDynamics: uno sguardo nel futuro dell’efficienza del piacere di guidare.
Presentando lo studio BMW Vision ¬EfficientDynamics, BMW dimostra che gli obiettivi ancorati nella strategia di sviluppo BMW ¬EfficientDynamics sono combinabili anche con l’esigenza di un’ulteriore riduzione del consumo di carburante e delle emissioni. La 2 + 2 posti, concepita come vettura del tipo plug-in con tecnologia full-hybrid, offre le premesse ideali per completare le prestazioni di guida di un’automobile BMW M con dei valori di consumo di carburante e delle emissioni addirittura inferiori a quelli delle attuali vetture compatte. La BMW Vision ¬EfficientDynamics è il risultato di un processo di sviluppo interdisciplinare. Questo si esprime anche nel design dello studio, caratterizzato da una forte carica emotiva. L’automobile sportiva offre un’affascinante prospettiva del futuro piacere di guidare combinata con la massima efficienza.
La sua tecnica di propulsione consente di raggiungere una velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente, e di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi. Il consumo medio di carburante misurato nel ciclo di prova UE è di 3,76 l per 100 km, il valore di CO2 è di 99 grammi per chilometro. Dopo avere caricato alla batteria attraverso il connettore plug-in è il bilancio di CO2 durante la guida esclusivamente elettrica risulta ancora più positivo. Considerando le emissioni che si formano durante la produzione di corrente nel ciclo UE, si ottiene un valore di CO2 di 50 grammi per chilometro. Al fine di calcolare dei valori comparativi d’inquinamento da CO2 durante la modalità di esercizio elettrica, sono in fase di preparazione delle nuove norme di misurazione del consumo per le vetture ibride ed elettriche con connettore plug-in. In base ai futuri principi di calcolo, le emissioni di CO2 della BMW Vision ¬EfficientDynamics si riducono a un terzo del valore originale di 99 grammi per chilometro.
Una combinazione intelligente della potenza di tre motori.
Questi valori prestazionali e di consumo sono stati realizzati attraverso la combinazione di un propulsore tre cilindri turbodiesel a basso consumo di carburante con un motore sincrono ibrido montato nell’asse anteriore e un sistema full-hybrid nell’asse posteriore. Grazie all’accoppiamento intelligente della potenza dei tre motori e a una gestione precisa dell’energia, vengono incrementate contemporaneamente la dinamica e l’efficienza e, inoltre, viene sfruttato in modo ottimale il potenziale di riduzione dei valori di consumo di carburante offerto da BMW ¬ActiveHybrid. La potenza totale di sistema è di 262 kW/356 CV, la coppia massima di 800 Newtonmetri.
Il propulsore turbodiesel a tre cilindri dalla cilindrata di 1,5 litri segue il ¬principio del downsizing che sfrutta il potenziale offerto dai motori di volume relativamente basso in combinazione con la sovralimentazione turbo per ridurre le emissioni. Grazie alla sua costruzione compatta, il tre cilindri è stato montato sotto il divanetto posteriore davanti all‘asse posteriore, nello stile di un agile motore centrale di un‘automobile sportiva. Il propulsore è dotato d’iniezione diretta di carburante Common-rail dell‘ultima generazione e di un turbocompressore a geometria variabile al lato dell’aspirazione ed eroga una potenza di 120 kW/163 CV, mettendo a disposizione una coppia massima di 290 Newtonmetri.
Nelle fasi di rilascio e di frenata il motore elettrico montato sull‘asse posteriore assume la funzione di un generatore che alimenta della corrente elettrica alla batteria litio-polimeri della vettura. Questa energia elettrica viene prodotta senza consumare del carburante. Inoltre, per caricare la batteria, l‘accumulatore di corrente della vettura è collegabile a una tradizionale presa di corrente. Quando viene utilizzata la rete elettrica domestica (220 Volt, 16 Ampere) per caricare la batteria sono necessarie al massimo due ore e mezzo. Quando invece è disponibile un collegamento di corrente dalla tensione e dall’intensità di corrente superiori (380 Volt, 32 Ampere) il tempo di carica si abbrevia a un massimo di 44 minuti.
A bordo della Concept Car di BMW sono state montate 98 celle litio-polimeri. Nella sezione posteriore del tunnel dello chassis è stato alloggiato un serbatoio di carburante dalla capacità di 25 litri. Con questo quantitativo di diesel l‘autonomia della BMW Vision ¬EfficientDynamics alimentata dal motore a combustione interna è di circa 650 chilometri. Aggiungendo l‘autonomia massima di 50 chilometri nella modalità completamente elettrica, il raggio d‘azione della vettura si estende a circa 700 chilometri.
Il design tecnico come espressione della
costruzione leggera intelligente.
Anche nel design della BMW Vision ¬EfficientDynamics sono state seguite delle≈strade nuove. Il principio «form follows function» non è stato limitato alla realizzazione di un’immagine dalle dimensioni ridotte ma è stato applicato ad ogni singolo dettaglio. Lo studio si distingue così per un’estetica unica.
La Concept Car dalla lunghezza di 4,60 metri, dalla larghezza di 1,90 metri e dall‘altezza di 1,24 metri offre spazio a quattro occupanti, incluso il bagaglio. Grazie alla strategia di costruzione leggera applicata con coerenza, la massa a vuoto in base alla norma DIN è stata limitata a 1.395 chilogrammi; contemporaneamente è stato realizzato un baricentro della vettura particolarmente basso che supporta il comfort e la dinamica di guida. Se si considerano i numerosi componenti ibridi ad alta efficienza e il potente accumulatore litio-polimeri, questo valore è una prova convincente dell‘elevata efficienza della Concept Car. Anche il rapporto peso/potenza della Concept Car BMW Vision ¬EfficientDynamics è nettamente superiore a quello delle attuali vetture ibride.
Dato che il motore a combustione interna è stato montato davanti all‘asse posteriore, i designer hanno potuto realizzare un frontale della vettura molto basso, dalla forma leggermente arcuata.
Il concetto della vettura consente di realizzare un coefficiente aerodinamico di 0,22.
Numerosi elementi della scocca della BMW Vision ¬EfficientDynamics svolgono anche una funzione di ottimizzazione delle caratteristiche aerodinamiche. Ad esempio, i montanti A e le luci posteriori a profilo d’ala formano un canale che dirige il flusso d’aria. Il sottoscocca è completamente carenato e offre una superficie liscia che previene la formazione di vortici i quali potrebbero influenzare negativamente il consumo di carburante. Delle fessure sottili nella zona della minigonna anteriore convogliano il flusso d’aria in due canali chiusi, i quali la dirigono lungo il lato interno dello spoiler anteriore ai passaruota dove l’aria fuoriesce ad alta velocità attraverso un’apertura molto stretta, passando per le fiancate esterne delle ruote. Il flusso d’aria copre lateralmente le ruote anteriori, in modo simile a una tendina, e per questo motivo viene definito anche Air Curtain.
Al fine di ottimizzare ulteriormente le qualità aerodinamiche della vettura e di minimizzare la resistenza al rotolamento, la BMW Vision ¬EfficientDynamics è equipaggiata con cerchi e pneumatici di dimensioni insolite per un‘automobile sportiva. I pneumatici hanno un rapporto larghezza/altezza di 195/55. Inoltre, il grande diametro dei cerchi di 21 pollici assicura che la superficie di contatto con il fondo stradale sia comparabile a quella di un pneumatico nettamente più largo. In combinazione con una sofisticata cinematica degli assi viene realizzato così un comportamento di guida estremamente agile. Il risultato di delle misure di ottimizzazione delle caratteristiche aerodinamiche è il bassissimo coefficiente aerodinamico cx di 0,22.
Le porte ad ala di gabbiano facilitano l’accesso a tutti i sedili.
Le porte della BMW Vision ¬EfficientDynamics si aprono ad ala di gabbiano verso l’alto; i giunti a rotazione sono stati applicati nel montante anteriore del tetto nella zona dei lampeggiatori direzionali laterali. Le grandi sezioni delle porte e la soppressione del montante B assicurano un accesso confortevole anche ai sedili della zona posteriore. Un altro esempio di combinazione ideale di funzione ed estetica è costituito dalle cerniere delle porte che fungono contemporaneamente da base per i retrovisori esterni.
Un design emotivo con forme scolpite e tecnica layering.
Le tipiche proporzioni di un’automobile sportiva BMW si esprimono in un linguaggio formale caratterizzato da elementi scolpiti che lasciano apparire la BMW Vision ¬EfficientDynamics come se fosse stata formata in un pezzo unico. Le sezioni della carrozzeria modulo frontale, fiancate, coda e tetto sono caratterizzate da passaggi fluidi. Delle superfici e forme avvolte dinamicamente su sé stesse generano degli affascinanti effetti luce/ombra che esaltano in modo emozionante il carattere leggero e sportivo della vettura. Il leitmotiv della scocca e dell’abitacolo è costituito dalla tecnica di layering, sviluppata dal BMW Group Design. Grazie a superfici sovrapposte e a una lavorazione precisa delle fughe, questo principio applicato per la prima volta nel design esterno ed interno permette di ridurre il numero dei componenti e di realizzare un’ottimizzazione del peso.
I dati importanti sono sempre sotto controllo:
l‘Head-Up-Display tridimensionale.
La tecnica di sovrapposizione è stata applicata anche ai display della strumentazione combinata e all’Head-Up-Display, ottimizzato per la Concept Car. Nasce così la sensazione di un ambiente tridimensionale e il guidatore gode della possibilità di collocare i diversi segnali in primo oppure in secondo piano, a seconda della loro importanza nella situazione di guida momentanea.
Inoltre, il collegamento in rete dei vari componenti del sistema di bordo della BMW Vision ¬EfficientDynamics consente d’integrare un sistema di gestione preventiva dell‘energia. Questo sistema è basato su informazioni che vengono fornite dai sensori dei sistemi di assistenza del guidatore montati a bordo. I dati messi a disposizione ed elaborati centralmente, ad esempio dal sensore pioggia oppure dall’Active Cruise Control con funzione di Stop & Go e dal sistema di navigazione, consentono di formulare delle conclusioni sulla situazione di guida momentanea e imminente.
La gamma di modelli BMW nell’autunno 2009:
una maggiore efficienza in tutti i segmenti automobilistici.
Nel campo delle vetture di serie, BMW prosegue nell’autunno del 2009 con l’ampliamento della gamma di modelli con vetture dai consumi particolarmente bassi e povere di emissioni. Il numero dei modelli BMW che soddisfa così la norma antinquinamento Euro 5 sale nell’autunno del 2009 a 90. Inoltre, BMW rafforza nuovamente la propria posizione di leader nel rispetto della norma Euro 6 che entrerà in vigore nel 2014.
Di nuovo un passo avanti: la BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition.
In occasione del Salone internazionale dell’automobile (IAA) 2009 di ¬Francoforte, viene presentata per la prima volta la nuova BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition. La berlina combina un consumo di carburante di solo 4,1 litri di diesel per 100 chilometri e un valore di CO2 di 109 grammi per chilometro nel ciclo di prova UE con una potenza motore di 120 kW/163 CV. Con questo modello BMW rafforza la propria posizione di leader nello sviluppo di vetture a basse emissioni ma caratterizzate da una dinamica di guida particolarmente elevata.
La BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition si posiziona così come la vettura dal consumo di carburante più basso e dalle immissioni più contenute dell’attuale programma di modelli di BMW. Nel segmento automobilistico di categoria media, caratterizzato da una concorrenza particolarmente accentuata, questa offerta si rivolge soprattutto ai clienti che dedicano particolare attenzione a un’eccellente economia di esercizio e cercano un prodotto a basso impatto ambientale senza dovere sacrificare le tipiche caratteristiche di guida sportiva di una BMW.
La BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition viene alimentata da un motore quattro cilindri diesel con valori di consumo di carburante e delle emissioni nuovamente ridotti ed efficienza potenziata. La base è costituita dal motore 2,0 litri quattro cilindri con basamento in alluminio, sovralimentazione turbo e iniezione Common-rail dell’ultima generazione che viene montato con diversi livelli di potenza anche nei modelli BMW 316d, BMW 318d e BMW 320d. Grazie all’innovativa tecnica del regolatore centrifugo integrato nel volano a doppia massa combinata con una maggiore demoltiplicazione, nella BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition viene raggiunto un calo notevole del regime motore in tutti i campi di velocità importanti nella guida pratica.
Il guadagno di comfort realizzato grazie al regolatore a pendolo a forza centrifuga integrato nel volano a doppia massa invita il guidatore a salire di marcia con maggiore frequenza e a rinunciare alle scalate. Nelle fasi di accelerazione la BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition sviluppa il tipico comportamento di guida e l’agilità di una BMW. La dinamica di guida tipica di una BMW si manifesta in un valore di accelerazione da 0 a 100 km/h di 8,2 secondi; la velocità massima è di 225 km/h.
La BMW 320d ¬EfficientDynamics Edition è equipaggiata con il pacchetto completo di BMW ¬EfficientDynamics che viene montato di serie anche in tutti gli altri modelli della BMW Serie 3. Gli interventi supplementari d’incremento dell’efficienza, come un rapporto al ponte più lungo e un assetto ribassato, i nuovi cerchi Aero con styling a ruota di turbina permettono, in combinazione con la potenza motore ridotta di 10 kW rispetto alla BMW 320d, di abbattere nuovamente le emissioni di CO2, così che risultano inferiori alla soglia di 120 grammi per chilometro, un valore importante ai fini fiscali in numerosi Paesi europei. La BMW 320 ¬EfficientDynamics Edition è equipaggiata inoltre con un filtro antiparticolato diesel montato vicino al motore e rispetta la norma antinquinamento Euro 5.
Nuovo modello di base nella BMW Serie 3.
La BMW 316d offre nella categoria media, caratterizzata da una competizione particolarmente intensa, il tipico piacere di guidare del marchio in una versione dall’efficienza particolarmente elevata. La berlina viene alimentata da un motore quattro cilindri diesel da 2,0 litri con turbocompressore e iniezione Common-rail, il quale eroga una potenza di 85 kW/115CV e genera una coppia massima di 260 Newtonmetri a 1.750 g/min. La BMW 316d sottolinea la propria agilità con un valore di accelerazione da 0 a 100 km/h di 10,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 202 km/h. Il consumo medio di carburante di 4,5 litri per 100 chilometri nel ciclo di prova UE (118 g CO2 /km). La BMW 316d offre così dei valori di CO2 migliori della BMW 118d, premiata come «Green Car of the Year 2008». La BMW 316d soddisfa la norma antinquinamento Euro 5.
Lo Sports Activity Vehicle dalla maggiore efficienza:
la BMW X3 xDrive18d.
Presentando la nuova variante di base della BMW X3, la casa automobilistica che produce le vetture premium a trazione integrale di maggiore successo del mondo definisce nuovamente i parametri di riferimento di efficienza in uno Sports Activity Vehicle. La BMW X3 xDrive 18d viene azionata da un motore 2,0 litri quattro cilindri diesel che eroga 105 kW/143 CV. La coppia massima di 350 Newtonmetri, disponibile già a 1.750 g/min. produce un’elasticità impressionante. La nuova BMW X3 xDrive 18 d accelera da 0 a 100 km/h in 10,3 secondi. La velocità massima è di 195 km/h con consumo medio di carburante del modello di base nel ciclo di prova UE (165 g CO2/km) di 6,2 litri per 100 chilo¬metri. La BMW X3 xDrive 18d soddisfa di serie la norma antinquinamento Euro 5.
Inoltre, per tutte le varianti della BMW X3 viene offerto come optional il nuovo equipaggiamento esterno M, d’ispirazione sportiva, composto dalla minigonna anteriore e lo spoiler posteriore del pacchetto di aerodinamica M per lo Sports Activity Vehicle, da longheroni laterali sottoporta e coprimozzo neri.
Piacere di guidare economico nel segmento delle automobili compatte: le Edizioni Sport e Lifestyle per la BMW Serie 1 a 5 e a 3 porte, i nuovi modelli BMW 120i Coupé e BMW 118d Coupé.
Oltre alla straordinaria efficienza e al tipico piacere di guidare del marchio, sono una serie di equipaggiamenti innovativi e la qualità premium ad assicurare alla BMW Serie 1 il proprio ruolo di primo piano nel segmento di appartenenza. Le nuove Edizioni speciali Lifestyle e Sport accentueranno ulteriormente queste caratteristiche. Le Edizioni speciali sono caratterizzate da raffinati e pregiati equipaggiamenti, selezionati con la massima cura. Questi allestimenti sono disponibili per tutte le motorizzazioni della versione a 3 e a 5 porte.
A partire dal settembre 2009, due nuove motorizzazioni a basse emissioni completano il programma di modelli della BMW di Serie 1 Coupé. Entrambi i modelli nuovi soddisfano la norma antinquinamento Euro 5. La nuova BMW 120i Coupé viene alimentata da un motore quattro cilindri da 2,0 litri con iniezione diretta di benzina (High Precision Inejction) ed eroga 125 kW/170 CV e una coppia massima di 210 Newtonmetri. La BMW 120i Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi. Il consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE è di 6,6 litri per 100 chilometri (153 g CO2/km).
La nuova BMW 118d Coupé e la vettura più efficiente della categoria di appartenenza. Il propulsore da 2,0 litri eroga 105 kW/143 CV e mette a disposizione una coppia massima di 300 Newtonmetri. La BMW 118d Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 9,0 secondi. Grazie a un consumo medio di carburante in base alla norma UE di 4,5 litri per 100 chilometri (119 g CO2/km), la sportiva compatta dimostra il proprio talento anche nelle discipline economia di esercizio e compatibilità ambientale.
Un accesso affascinante alla categoria medio/alta:
la BMW 520d Special Edition.
Il divertimento di guida, il comfort, un design espressivo e una tecnica innovativa caratterizzano la BMW Serie 5 nella categoria medio/alta. Grazie alla BMW 520d Special Edition, l’accesso a questo segmento automobilistico diventa ancora più facile. La BMW 520d Special Edition, disponibile sia come berlina che come modello Touring, combina i bassi valori di consumo di carburante e delle emissioni del segmento di appartenenza e il rispetto della norma antinquinamento Euro 5 con un ricco equipaggiamento di serie. La BMW 520d Special Edition viene alimentata da un motore quattro cilindri diesel da 2,0 litri che eroga 120 kW/163 CV e mette a disposizione una coppia massima di 350 Newtonmetri. La BMW 520d Special Edition dimostra la propria efficienza con un consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE di 5,1 litri per 100 chilometri (Touring: 5,3 litri) e un valore di CO2 di 136 grammi per chilometro (Touring: 140 grammi).
Nell’Edizione speciale il ricco equipaggiamento di serie della BMW 520d è stato completato da numerosi dettagli che ne sottolineano il comfort. La BMW 520d Special Edition è dotata di riscaldamento dei sedili di guidatore passeggero, di Park Distance Control e di battitacco con la scritta «Edition». Inoltre, a bordo è stato montato un climatizzatore automatico dalle funzionalità ampliate. La berlina è equipaggiata anche con un sistema di carico passante con sacca da sci, il modello Touring con un mancorrente sul tetto.
Nuovo motore diesel, BMW ¬BluePerformance per soddisfare la norma Euro 6 e anteprima per xDrive nella BMW Serie 7.
Dopo il lancio di successo sul mercato, nel model year 2010 la BMW Serie 7 rafforza nuovamente la propria posizione come la più innovativa serie di modelli del segmento di lusso. Ad esempio, il modello BMW 740d che verrà presentato nell’autunno 2009 sarà dotato di un nuovo motore diesel sei cilindri in linea con tecnologia BMW TwinPower Turbo. Con i nuovi modelli top di gamma BMW 760i e BMW 760Li con motore a dodici cilindri, nella BMW Serie 7 sono disponibili adesso tre motorizzazioni a benzina e due varianti diesel.
Nella BMW 740d viene montato un nuovo motore sei cilindri. Il propulsore in alluminio è dotato della tecnologia BMW TwinPower Turbo e d’iniezione diretta di carburante Common-Rail con iniettori piezoelettrici funzionanti a una pressione fino a 2000 bar. Il sistema di sovralimentazione segue il principio del Variable Twin Turbo. Il nuovo propulsore eroga una potenza massima di 225 kW/306 CV e una coppia massima di 600 Newtonmetri, richiamabile tra i 1.500 e 2.500 g/min. La BMW 740d accelera da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi, la velocità massima è stata limitata elettronicamente a 250 km/h. In più, il consumo medio di carburante di 6,9 litri per 100 chilometri nel ciclo di prova UE (181 g CO2/km) marcano dei nuovi primati di efficienza in questa categoria di potenza.
Le ammiraglie di lusso BMW 730d e BMW 730Ld sono le prime vetture del segmento di appartenenza equipaggiabili a richiesta con la tecnologia BMW BluePerformance. In questo modo il post-trattamento dei gas di scarico del motore sei cilindri diesel da 180 kW/245 CV consente di rispettare la norma antinquinamento Euro 6 che entrerà in vigore solo nel 2014. Nella BMW 730d e nella BMW 730Ld con BMW ¬BluePerformance il filtro antiparticolato diesel e il catalizzatore a ossidazione di serie sono stati completati da un catalizzatore ad accumulo NOx. Questo catalizzatore funziona durante l’intera vita della vettura senza che siano necessari degli interventi di manutenzione o ulteriori liquidi di esercizio.
L’utilizzo della tecnologia BMW ¬BluePerformance non ha nessun impatto negativo sui valori di consumo di carburante e di CO2 della BMW 730d e della BMW 730Ld, i quali verranno ulteriormente ridotti. Una serie d’interventi apportati al motore e alla catena cinematica abbattono il consumo medio di carburante della BMW 730d misurato nel ciclo di prova UE a 6,8 litri per 100 chilometri (BMW 730Ld: 6,9 litri ) e il valore di CO2 a 178 grammi per chilometro (BMW 730Ld: 180 grammi).
Nel model year 2010 il sistema di trazione integrale intelligente xDrive verrà offerto per la prima volta anche per i modelli della BMW Serie 7. Nella BMW 750i xDrive e nella BMW 750Li xDrive la trazione integrale permanente a controllo elettronico provvederà a una distribuzione variabile e sempre adatta alla situazione di guida della potenza di 300 kW/407 CV erogata dal motore V8 con tecnologia BMW TwinPower Turbo. Il controllo preciso e veloce di xDrive assicura alle ammiraglie di lusso a trazione integrale un comportamento di guida sempre sicuro ed impeccabile. Al fine di incrementare l’agilità della vettura e di evitare dei fenomeni di sottosterzo, nella guida in curva una quota maggiore della coppia motrice viene trasmessa all’asse posteriore. Grazie all’equipaggiamento di serie della BMW 750i xDrive e della BMW 750Li xDrive con stabilizzazione elettronica antirollio DynamicDrive, l’agilità incrementata delle ammiraglie può essere goduta con il massimo comfort.
La massima protezione: la nuova BMW Serie 7 High Security.
Grazie alla nuova generazione di ammiraglie blindate costruite sulla base della BMW Serie 7, BMW assicura il massimo livello di protezione degli occupanti in un’automobile. I due modelli BMW 760Li High Security e BMW 750Li High Security sono le prime vetture del mondo certificate in base alla direttiva sulle vetture con protezione contro proiettili di arma da fuoco BRV 2009. Entrambi i modelli hanno raggiunto la classe balistica 7. Sia nella BMW 760Li High Security che nella BMW 750Li High Security le zone non trasparenti della scocca presentano una blindatura così efficiente da soddisfare addirittura la classe balistica 9. Le due ammiraglie di lusso offrono così un livello di sicurezza ottimale nel campo della mobilità individuale, completato da un comfort di viaggio insuperato, da una sofisticata tecnica di propulsione e da una ricca gamma di equipaggiamenti innovativi che assicurano una guida rilassata in qualsiasi situazione.
Una corazza particolarmente resistente in acciaio speciale, costruita appositamente per questa vettura, e dei vetri di sicurezza sviluppati ex novo proteggono soprattutto nell’abitacolo della BMW 760Li High Security e della BMW 750Li High Security da diversi tipi di attacchi con armi da fuoco. Inoltre, la tecnica dell’assetto adattata con la massima precisione al maggiore peso e al baricentro delle ammiraglie crea le premesse ideali per gestire in modo sicuro delle situazioni estremamente impegnative ed evitare delle circostanze pericolose.
Maggiore efficienza, maggiore comfort, maggiore lusso:
la BMW ¬ActiveHybrid 7.
BMW presenta al Salone IAA 2009 la forma più raffinata e lussuosa per vivere la tecnologia ibrida in un’automobile: la BMW ¬ActiveHybrid 7. L’ammiraglia costruita sulla base della BMW Serie 7 definisce dei parametri di riferimento nuovi di efficienza nella categoria di lusso. La BMW ¬ActiveHybrid 7 è la prima automobile del mondo nella quale un motore a benzina V8 è stato combinato con un cambio automatico a otto rapporti e un elettromotore nell’ambito di un concetto mild-hybrid. Grazie all’abbinamento dell’otto cilindri ottimizzato ed equipaggiato con tecnologia BMW TwinPower Turbo e ¬High Precision Injection a un elettromotore sincrono a corrente trifase, la BMW ActiveHybrid 7 raggiunge una potenza di sistema di 342 kW/465 CV e una coppia massima di 700 Newtonmetri. La trasmissione di potenza avviene attraverso un cambio automatico a otto rapporti. Il compatto elettromotore, montato tra il motore a combustione interna e il convertitore di coppia del cambio automatico, riceve la propria energia da una batteria agli ioni di litio sviluppata appositamente per l’applicazione automobilistica.
Nella BMW ¬ActiveHybrid 7 l‘interazione controllata con la massima precisione delle due fonti di potenza genera una netta ottimizzazione della dinamica, dell‘efficienza e del comfort. La BMW ¬ActiveHybrid 7 accelera da 0 a 100 km/h in solo 4,9 secondi. Il consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE è di 9,7 litri per 100 chilometri e il valore di CO2 di 225 grammi per chilometro.
La tecnologia ibrida offre anche la possibilità di realizzare un elevato livello di efficienza delle nuove funzioni di comfort. La BMW ¬ActiveHybrid 7 è la prima BMW a cambio automatico equipaggiata con la funzione Auto Start/Stop che evita le fasi di funzionamento al minimo all’arresto negli incroci o in coda. Inoltre, per la prima volta è possibile mantenere acceso l’impianto di areazione e di climatizzazione anche a motore spento, dato che viene alimentato, analogamente all’elettromotore, dalla batteria agli ioni di litio. Questo concetto di gestione dell’energia permette di integrare per la prima volta nella categoria di lusso un efficiente sistema di climatizzazione a fermo.
La tecnologia BMW ¬ActiveHybrid utilizza l’energia che nelle vetture tradizionali viene trasformata in calore dall’impianto frenante e fuoriesce senza essere utilizzata. Nella BMW ¬ActiveHybrid 7 le fasi di rilascio ma soprattutto di frenata vengono utilizzate in modo più intenso per la produzione di corrente elettrica. Complessivamente, la capacità di recupero realizzata nella BMW ActiveHybrid 7 è otto volte superiore a quella disponibile in un modello BMW azionato da un motore a combustione interna e dotato di recupero dell’energia in frenata.
La batteria agli ioni di litio approvvigiona il motore elettrico
e la rete di bordo.
La corrente prodotta durante le fasi di rilascio e di frenata della BMW ActiveHybrid 7 approvvigionano le due reti di bordo della vettura in base ai rispettivi fabbisogni. La BMW ¬ActiveHybrid 7 è dotata di una tradizionale rete di bordo da 12 Volt che viene alimentata da una batteria AGM (Absorbent Glass Matt) e di una batteria ad alto voltaggio con tecnica agli ioni di litio e una tensione di esercizio di 120 Volt.
Il propulsore a otto cilindri della BMW ¬ActiveHybrid 7 eroga una potenza massima di 330 kW/449 CV a un regime motore tra i 5.500 e i 6.000 giri/min. La coppia massima del V8 è di 650 Newtonmetri ed è richiamabile tra i 2.000 e i 4.500 giri/min. L’impressionante spiegamento di potenza inizia immediatamente sopra il regime minimo. La risultante rapidità di risposta viene intensificata dalla coppia di spunto messa a disposizione dall’elettromotore. Nelle situazioni di guida meno dinamiche la coppia di spunto supplementare serve a trasferire il motore a combustione interna in un campo di carico più favorevole dal punto di vista dell’efficienza e a ottimizzarne sia il rendimento che la silenziosità di funzionamento.
Degli indicatori speciali nella strumentazione combinata e nel Control Display informano gli occupanti sul rendimento e sullo stato di esercizio dei componenti ibridi. I modelli ibridi si distinguono dagli altri modelli di serie attraverso dei cerchi in lega da 19 pollici disegnati appositamente per la BMW ActiveHybrid 7 con uno styling aerodinamicamente ottimizzato a ruota di turbina, così come dalla scritta del modello sul cofano del bagagliaio, sul montante C dietro i cristalli laterali e sui battitacco. Inoltre, in esclusiva per la BMW ¬ActiveHybrid 7 è disponibile la vernice esterna nella tonalità Bluewater metallic. Analogamente agli altri modelli della BMW Serie 7, anche la prima ammiraglia BMW di lusso con propulsione ibrida viene proposta in due varianti di carrozzeria. La BMW ¬ActiveHybrid 7 nella versione lunga offre un passo allungato di 14 centi¬metri che è stato dedicato interamente all’offerta di spazio nella zona posteriore.
Il fascino dell‘efficienza: la BMW ¬ActiveHybrid X6.
Parallelamente alla BMW ¬ActiveHybrid 7 BMW presenta al Salone IAA 2009 la BMW ¬ActiveHybrid X6 che riflette la realizzazione di un’altra variante della tecnologia ¬ActiveHybrid. La prima Sports Activity Coupé del mondo con propulsione full-hybrid sfrutta i pregi offerti dalla combinazione di motore a combustione interna ed elettromotore in modo finora mai realizzato. Il sistema di propulsione della BMW ¬ActiveHybrid X6 è composto da un motore V8 da 300 kW/407 CV con tecnologia BMW TwinPower Turbo e da due elettromotori sincroni che erogano rispettivamente 67 kW/91 CV e 63 kW/86 CV. La massima potenza di sistema disponibile è di 357 kW/485 CV, mentre la coppia raggiunge il valore di picco di 780 Newtonmetri. Grazie all’interazione perfetta dei tre motori, il rendimento complessivo della BMW ¬ActiveHybrid X6 è stato ottimizzato in tutti i campi di velocità. Per l’accelerazione da 0 a 100 km/h sono sufficienti 5,6 secondi. La velocità massima della BMW ¬ActiveHybrid X6 è stata limitata elettronicamente a 236 km/h (250 km/h in combinazione con il pacchetto Sport, disponibile come optional). Nel ciclo di prova UE in base a Euro 5 il consumo medio di carburante è di 9,9 litri per 100 chilometri, il valore di CO2 è di 231 grammi per chilometro.
Il primo modello full-hybrid di BMW viene azionato esclusivamente ad energia elettrica fino a una velocità di 60 km/h, dunque senza produrre delle emissioni di CO2. Qualora necessario, il motore a combustione interna viene attivato automaticamente. Alla combinazione ideale delle due fonti di potenza che promuove l’efficienza e la dinamica provvede il cambio attivo Two-Mode. Il sistema Two-Mode è composto dai due elettromotori, da tre ingranaggi planetari e da quattro frizioni a lamelle e trasmette la coppia motrice nello stile di un cambio automatico a sette rapporti. La trazione integrale intelligente xDrive ripartisce la potenza in modo variabile tra le ruote anteriori e posteriori.
Gli elettromotori vengono approvvigionati di energia da una batteria ad alte prestazioni NiMH sistemata nel bagagliaio sotto il piano, la quale serve anche la rete di bordo. Nelle fasi di rilascio e di frenata, l’energia cinetica viene trasformata in energia elettrica e alimentata alla batteria ad alte prestazioni. Gli elettromotori assumono la funzione di generatore e caricano la batteria ad alto voltaggio con la corrente prodotta senza consumare del carburante. La potenza generata durante l’esercizio dei due generatori è circa 25 volte superiore a quella ottenuta attualmente attraverso il recupero dell’energia in frenata.
Gli elettromotori mettono a disposizione della dinamica ¬supplementare e della corrente prodotta senza incidere sul consumo di carburante.
Inoltre, nel loro esercizio come generatore i due elettromotori mettono a disposizione la parte principale dell’energia necessaria per decelerare la vettura. L’impianto frenante elettrico consente di realizzare attraverso il recupero dell’energia dei valori di decelerazione fino a 3 m/s2  o 0,3 g, così da rendere possibile un notevole calo del lavoro dell’impianto frenante meccanico. Il sistema ibrido della BMW ¬ActiveHybrid X6 consente di trasmettere attraverso xDrive a tutte le quattro ruote le coppie frenanti degli elettromotori che recuperano dell’energia attraverso la potenza di decelerazione. Quando la potenza dei freni richiesta è superiore a 3 m/s², la centralina genera attraverso il servosterzo attivo una coppia frenante supplementare attraverso il freno meccanico.
Nel design esterno, la BMW ¬ActiveHybrid X6 si distingue solo in pochi dettagli dalle varianti di modello equipaggiate con motori tradizionali. Un tocco stilistico particolare lo donano gli indicatori speciali del sistema ibrido nella strumentazione combinata e la scritta «BMW ¬ActiveHybrid» sui battitacco al lato del guidatore e del passeggero. Nel design esterno il marcato cofano motore bombato e la scritta «¬ActiveHybrid» sul listello del cofano del bagagliaio e nelle porte anteriori esaltano il carattere eccezionale della BMW ¬ActiveHybrid X6.
Un nuovo piacere di guidare: la BMW X1.
Per la prima volta, le caratteristiche che contraddistinguono un modello BMW della gamma X sono state trasmesse a una vettura premium del segmento delle automobili compatte. La BMW X1 si presenta per offrire anche in questa categoria automobilistica una nuova versione del tipico piacere di guidare di una BMW ed è un simbolo di una versatilità sportiva e di agilità sia nell’ambiente cittadino che nelle strade extraurbane. La sua immagine è caratterizzata da un’eleganza ricercata e uno stile moderno.
Grazie alla propria tecnica di propulsione, che comprende anche il sistema di trazione integrale intelligente BMW xDrive, la BMW X1 offre delle ottime premesse per una mobilità versatile e senza compromessi. La posizione di seduta rialzata e la configurazione del cockpit orientata verso il guidatore intensificano l‘esperienza di guida.
Grazie a BMW ¬EfficientDynamics, la BMW X1 mette a disposizione il migliore compromesso tra prestazioni di guida e consumo di carburante nella categoria dei modelli BMW della gamma X. Per la BMW X1 sono disponibili un motore a benzina a sei cilindri e tre propulsori diesel a quattro cilindri. Il sei cilindri in linea della BMW X1 xDrive28i è dotato di un basamento in magnesio/alluminio, di ¬VALVETRONIC e di Doppio Vanos ed eroga una potenza di 190 kW/258 CV. La BMW X1 xDrive23d viene alimentata da un motore diesel da 150 kW/204 CV con BMW TwinPower Turbo e iniezione Common-Rail. Entrambe le versioni sono equipaggiate di serie con un cambio automatico a sei rapporti. I propulsori diesel della BMW X1 xDrive20d da 130 kW/177 CV e della BMW X1 xDrive18d da 105 kW/143 CV dispongono anche del sistema d’iniezione Common-Rail e di un turbocompressore a geometria variabile al lato di aspirazione. Entrambi i motori sono montati anche nella BMW X1 sDrive20d e nella BMW X1 ¬sDrive18d. Equipaggiata con trazione posteriore e caratterizzata da un con consumo medio di carburante di solo 5,2 litri per 100 chilometri nel ciclo di prova UE e da un valore di CO2 di 136 grammi per chilometro, la BMW X1 xDrive18d offre così la strada più efficiente verso il piacere di guidare. Tutte le varianti di motore soddisfano la norma antinquinamento Euro 5.
Nonostante le dimensioni nettamente inferiori ai modelli BMW X6, BMW X5 e BMW X3, la cinque porte dalla lunghezza di 4,45 metri è identificabile in ogni prospettiva come un modello BMW della gamma X. Un alto numero di cassetti e vaschette portaoggetti aperte, portabevande sulla consolle centrale, così come delle grandi tasche aperte nei pannelli interni delle porte con portabottiglie integrati sottolineano il carattere funzionale della BMW X1. Il generoso divanetto posteriore offre comfort a un massimo di tre passeggeri. Il grande portellone posteriore, la larga apertura del bagagliaio e un piano di carico basso assicurano il caricamento confortevole anche di oggetti molto ingombranti. L’inclinazione dello schienale posteriore è regolabile. Quando gli schienali si trovano in posizione verticale, il volume del bagagliaio aumenta da 420 a 480 litri. Inoltre, lo schienale ribaltabile nel rapporto 40/20/40 offre numerose possibilità di variazione. Il volume di carico raggiunge un massimo di 1.350 litri.
BMW xDrive: Ia trazione integrale intelligente per la prima volta anche nel segmento delle automobili compatte.
Grazie alla ripartizione variabile della coppia motrice tra le ruote anteriori e posteriori, il sistema di trazione integrale permanente BMW xDrive promuove sia l‘agilità che la trazione sicura sui terreni non compatti. Adesso, la trazione integrale intelligente viene offerta per la prima volta in un’automobile della categoria delle vetture compatte.
Una dimensione nuova: la BMW Serie 5 Gran Turismo.
Presentando un concetto automobilistico innovativo, BMW definisce degli affascinanti aspetti nuovi nella categoria medio/alta. Come primo rappresentante di un nuovo segmento, la BMW Serie 5 Gran Turismo combina le caratteristiche principali di una berlina rappresentativa, di un moderno Sports Activity Vehicle e di una classica Gran Turismo. La quattro porte dallo stile elegante si distingue per una linea del tetto allungata che ricorda una Coupé, le tipiche proporzioni di una BMW, quattro porte con cristalli senza cornice e un portellone posteriore bipartito. I suoi spaziosi interni offrono un comfort lussuoso, una posizione di seduta leggermente rialzata che facilita l’accesso e promuove una vista ottimale della situazione del traffico, così come una versatilità affascinante.
Come accenna già il nome, la BMW Serie 5 Gran Turismo è predestinata per i grandi viaggi. Il suo ambiente di lusso genera immediatamente una sensazione di benessere, lo spazio per le gambe nella zona posteriore è al livello della BMW Serie 7, l’altezza della testa è identica agli interni della BMW X5. L’inclinazione degli schienali posteriori è regolabile separatamente, così da tenere conto delle esigenze individuali dei passeggeri. Un’esperienza di guida unica viene assicurata così dai motori potenti ed efficienti, dal Driving Dynamic Control di serie, dalla modernissima tecnica dell’assetto e dagli innovativi sistemi di assistenza del guidatore.
Anche la tecnica di propulsione presenta numerose innovazioni. Nella BMW 535i Gran Turismo viene presentato inoltre un nuovo motore sei cilindri in linea che combina per la prima volta la turbocompressione, l’iniezione diretta di benzina e il comando valvole variabile ¬VALVETRONIC. Il BMW TwinPower Turbo da 3,0 litri eroga 225 kW/306 CV. e affascina per un’incredibile rapidità di risposta; la coppia massima di 400 Newtonmetri viene mantenuta da 1.200 a 5.000 giri/min.
La motorizzazione top di gamma montata nella BMW 550i Gran Turismo è il propulsore V8 con TwinPower Turbo e ¬High Precision Injection, il quale mette a disposizione la propria massima potenza di 300 kW/407 CV. La BMW 530d Gran Turismo offre un esercizio particolarmente efficiente con un consumo medio di carburante nel ciclo UE di 6,5 litri per 100 chilometri (173 g CO2/km).
I motori soddisfano tutti la norma antinquinamento Euro 5. Tutte le varianti della BMW Serie 5 Gran Turismo sono equipaggiate di serie con l’innovativo cambio automatico a otto rapporti che offre dei tempi di cambiata estremamente brevi e la massima efficienza.
Gli interni: spaziosità generosa e lusso personalizzato.
La sensazione di spaziosità offerta dagli interni della BMW Serie 5 Gran Turismo viene supportata dalle forme, le scelte cromatiche e la selezione dei materiali. La plancia portastrumenti presenta una configurazione orizzontale, con cockpit in tecnologia Black- Panel e il Control Display del sistema di comando iDrive dalle dimensioni massime di 10,2 pollici.
Il guidatore e il passeggero si godono una posizione di seduta leggermente rialzata. In alternativa al divanetto posteriore di serie per tre passeggeri, la BMW Serie 5 Gran Turismo è ordinabile a richiesta con due sedili separati posteriori. Il portellone posteriore bipartito, montato per la prima volta in una BMW, aumenta il comfort e la versatilità durante le operazioni di caricamento del bagagliaio. Il cofano posteriore bipartito è composto da una piccola apertura sotto il lunotto e un grande portellone nello stile dei modelli BMW della gamma X. I due cofani posteriori sono apribili separatamente. ll volume del bagagliaio nella posizione standard è di 440 litri. Spostando i sedili in avanti e sbloccando la paratia la capacità del bagagliaio aumenta a 590 litri. Dopo avere ribaltato gli schienali dei sedili posteriori e la paratia, il volume sale a 1.700 litri.
 La moderna tecnica dell’assetto della BMW Serie 5 Gran Turismo è stata sviluppata per offrire benessere, comfort e sicurezza nella più svariate situazioni di guida. In alternativa allo sterzo idraulico di serie a pignone e cremagliera con funzione di Servotronic, la BMW Serie 5 Gran turismo può essere equipaggiata con l’Integral Active Steering. Inoltre, come optional è disponibile anche il sistema Adaptive Drive che combina gli ammortizzatori controllati elettronicamente con una stabilizzazione attiva antirollío.
Superiorità nella performance e stile esclusivo: le Edizioni speciali della BMW M3 e la BMW M6 Competition Limited Edition.
Le Edizioni speciali della BMW M3 basate sulla BMW M3 Coupé sono composte da quattro automobili dal carattere individuale che si distinguono una dall’altra per una serie di eleganti modifiche del design della carrozzeria e degli allestimenti interni, così come per degli esclusivi cerchi in lega e un assetto ribassato. Le Edizioni speciali della BMW M3 vengono offerte in tutto il mondo nelle tinte Alpinweiß, nero, Dakar Gelb e Monte Carlo Blau. Il periodo di produzione è limitato a sei mesi.
Al Salone internazionale di Francoforte IAA 2009 viene presentata per la prima volta la BMW M6 Competition Limited Edition. La Coupé high-performance è stata sottoposta a una serie d’interventi di modifica dell‘assetto che ne hanno incrementato la dinamica; la BMW M6 Competition Limited Edition è simbolo dell‘esclusività stilistica che si esprime anche nella vernice pastello BMW Individual Frozen Grey metallic e nella personalizzazione degli interni. Il cliente può selezionare l‘allestimento interamente in pelle Merino in due colori