Audi A3 SportBack
Foto Audi A3 SportBack »
Sportiva, versatile e moderna – Audi lancia la nuova A3 Sportback. Grazie alla tecnologia ultraleggera la cinque porte compatta dal bagagliaio spazioso può vantare un peso molto contenuto; i motori sono potenti e allo stesso tempo efficientissimi. Per quanto riguarda l’infotainment e i sistemi d’assistenza, la nuova A3 Sportback offre soluzioni all’avanguardia nel segmento delle vetture compatte di classe premium. Il design degli esterni La nuova Audi A3 Sportback ha linee slanciate e sportive. In lunghezza (4.310 millimetri), larghezza (1.785 millimetri) e altezza (1.425 millimetri) supera solo di poco il modello precedente; il passo è invece cresciuto di ben 58 millimetri, arrivando a 2.636 millimetri. In confronto alla A3 a tre porte la cinque porte ha una distanza tra gli assi cresciuta di 35 millimetri. La fiancata, la cui linea è dominata dalla presenza dei tre finestrini, risulta agile e sportiva; ogni dettaglio è preciso ed espressivo. L’elemento più caratteristico del frontale è la pronunciata griglia single-frame color grigio pietra con gli angoli superiori arrotondati. I fari piatti hanno gli angoli inferiori arrotondati; sono disponibili a richiesta anche gruppi ottici xeno plus con luci diurne in tecnologia LED, mentre in un momento successivo si potranno ordinare anche fari completamente in tecnologia LED. Le grandi prese d’aria del frontale rivelano la potenza dei motori. La linea tornado molto ben definita che scorre sotto ai finestrini suddivide la superficie della fiancata e richiama la linea possente delle spalle. La linea dinamica scorre quasi parallelamente ai sottoporta e tende verso l’alto in prossimità della parte posteriore. Le parti convesse della carrozzeria che esprimono dinamismo, i grandi passaruota ben definiti, i montanti posteriori relativamente stretti e fortemente inclinati e lo spoiler posteriore al tetto, dal design non appariscente, sottolineano l’aspirazione sportiva della A3 Sportback al pari dei retrovisori esterni, con attacco sulle portiere proprio come nelle auto sportive. La parte posteriore ha una configurazione fortemente tridimensionale con i gruppi ottici divisi in due parti che ne sottolineano la dimensione della larghezza. Le luci sono in tecnologia LED se abbinate ai fari xeno plus; fibre ottiche a LED disegnano degli archi continui. Le luci freno adattive, che nelle frenate d’emergenza lampeggiano ad alta frequenza, sono di serie. Il diffusore è incorniciato da un profilo deciso; a sinistra ci sono i terminali di scarico che, a seconda della motorizzazione, sono due o uno solo. I colori carrozzeria disponibili per la A3 Sportback sono 13: tre colori pieni, otto colori metallizzati e due colori effetto perla. A richiesta il pacchetto modanature cromate aggiunge un tocco di eleganza ai finestrini (di serie nella versione Ambiente). Per i Clienti particolarmente sportivi sono disponibili il pacchetto sportivo S line e il pacchetto S line exterior. La carrozzeria ultraleggera Il principio di costruzione ultraleggera Audi, conosciuto come Audi ultra, è già da tempo una colonna portante della filosofia del Marchio. Nella nuova A3 Sportback permette di ridurre il peso di 90 chilogrammi rispetto al modello precedente. Nella versione 1.4 TFSI la cinque porte pesa solo 1.205 chilogrammi (senza conducente). Audi, Marchio pioniere nel campo della costruzione leggera, ha invertito ancora una volta la spirale del peso e fatto registrare un record. Sofisticati componenti in acciaio formati a caldo assicurano solidità senza gravare sul peso. Molti vengono usati nella carrozzeria; grazie a loro è stato possibile ridurre di 37 chilogrammi il peso della cellula abitacolo. In molte altre parti della vettura trovano invece impiego acciai ad alta e altissima resistenza. Il cofano motore, i parafanghi, il profilo dietro i paraurti anteriori e il telaio ausiliare dell’asse anteriore sono in alluminio e permettono un risparmio complessivo di dodici chilogrammi, migliorando così la ripartizione dei pesi sugli assi. La carrozzeria della Audi A3 Sportback è in gran parte rigida e acusticamente confortevole grazie anche all’impiego di alcuni componenti, come il parabrezza fonoassorbente, che contribuiscono a ridurre la rumorosità all’interno dell’abitacolo. Grazie a complessi interventi di finitura che riguardano anche il sottoscocca e il vano motore, il coefficiente di resistenza aerodinamica è di soli 0,30 cx. Anche il livello della sicurezza passiva è altissimo. In caso di collisione con un pedone un elemento pirotecnico solleva di alcuni centimetri la parte posteriore del cofano motore in modo da attutire l’impatto. L’abitacolo L’abitacolo della nuova A3 Sportback è elegante, armonioso e chiaramente strutturato. Le linee e le superfici sono atleticamente slanciate; riprendendo lo stile delle grandi serie di modelli Audi i designer hanno tracciato una linea che si estende ad arco al di sotto del parabrezza. La plancia portastrumenti con la parte anteriore slanciata è molto snella e bassa: insieme alla consolle centrale, che è leggermente orientata verso il guidatore, sembra sospesa nel vuoto e trasmette al guidatore una sensazione di libertà. I comandi ergonomici e intuitivi sono uno dei classici punti di forza del Marchio dei quattro anelli. Il sistema MMI con il monitor che fuoriesce automaticamente è di serie a partire dal livello di allestimento MMI Radio. Il terminale è alloggiato sulla consolle del tunnel centrale, che presenta lateralmente protezioni per le ginocchia. Un tasto per il freno di parcheggio elettromeccanico sostituisce la leva del freno a mano – anche questa una soluzione derivata dalle automobili Audi di classe superiore. Il volante è decisamente elegante. A seconda della versione può essere a tre o quattro razze e ha la corona appiattita nella parte inferiore, tasti multifunzione e bilancieri. I grandi strumenti circolari sono di rapida e sicura lettura. I sedili anteriori di nuovo sviluppo offrono il miglior sostegno possibile; a richiesta sono disponibili anche sedili sportivi Audi (di serie nella versione Ambition). Grazie al passo più lungo di 58 mm, la A3 Sportback risulta molto spaziosa anche sui sedili posteriori, comodamente accessibili, dove possono prendere posto comodamente tre adulti. La A3 Sportback offre qualche millimetro in più di spazio sopra la testa e per le gambe rispetto al modello precedente. Gli interni della nuova Audi A3 Sportback hanno il fascino delle vetture di classe superiore. Tra gli elementi di spicco vi sono gli inserti disponibili a richiesta in alluminio Mistral o in look 3D (di serie nella versione Ambiente) che risaltano per la loro plasticità. La variante top di gamma viene prodotta con un processo complesso che assicura una finitura stile vetro con un singolare effetto profondità. Le quattro grandi bocchette di ventilazione rotonde in stile jet sono un ulteriore esempio di come sia possibile conciliare estetica e tecnica. Per regolare il flusso d’aria basta esercitare una lieve pressione e poi tirare il perno centrale; l’aria può essere diretta verso un punto specifico o distribuita uniformemente. Il gruppo comandi del climatizzatore automatico comfort (optional) è costituito da un pannello in lacca lucida nera; anche la palpebra che protegge gli strumenti del cruscotto è nera lucida. A richiesta sono disponibili molti elementi di comando in look alluminio; il pacchetto luci interne (di serie nella versione Ambiente) comprende luci in tecnologia LED dal design sobrio. I colori dell’abitacolo sono abbinati alla linea di allestimento. Nella A3 Sportback Attraction l’abitacolo è nero o grigio titanio, nella sportiva Ambition è tutto nero o con aggiunta di elementi di contrasto color argento, blu o giallo. L’Audi design selection arancio Capri, una proposta bicolore esclusiva dei designer Audi, prevede una gamma di colori molto giovani. Nella lussuosa linea di allestimento Ambiente sono inoltre disponibili anche i colori beige pashmina e marrone autunno. Anche per quanto riguarda i materiali le tre versioni presentano alcune differenze. Nelle versioni Attraction e Ambition sono di serie rivestimenti in tessuto, mentre nella versione Ambiente sono di serie rivestimenti nella combinazione di tessuto/ecopelle. A richiesta è disponibile la pelle Milano o una combinazione di pelle Nappa perlata e Alcantara. I sedili sportivi in pelle Milano sono rivestiti in morbida pelle Velvet nella zona delle spalle. Il pacchetto sportivo S line, disponibile per la A3 Sportback Ambition, avvolge l’abitacolo di nero. I sedili sportivi hanno rivestimenti in tessuto Biathlon/pelle. Cuciture e bordini dei tappetini color argento creano interessanti effetti cromatici, gli inserti decorativi sono in alluminio spazzolato opaco o in nero lucido in look 3D. Il pomello del cambio in pelle traforata e uno speciale volante sportivo in pelle completano il pacchetto. Nella configurazione di base il bagagliaio ha un volume di 380 litri che aumenta a 1.220 litri con gli schienali ribaltati. La superficie di carico è piana. La larghezza di carico tra i passaruota è di 100 centimetri. Il pianale di carico può essere regolato in due posizioni; i perni di supporto hanno piccoli LED incorporati. Gli schienali posteriori sono ribaltabili in rapporto 60:40 o completamente. Ganci portaborse e anelli di fissaggio sono di serie; come optional è disponibile una stuoia double-face, un pacchetto portaoggetti e vano bagagli, il dispositivo di carico passante e una sacca portasci/portasnowboard. I motori Le motorizzazioni disponibili per la nuova A3 Sportback sono inizialmente un motore TDI e due motori TFSI. In un secondo momento si aggiungeranno due motorizzazioni Diesel e una motorizzazione benzina. Tutte comprendono diverse tecnologie capaci di aumentarne l’efficienza: l’iniezione diretta, la sovralimentazione turbo, l’innovativo sistema di gestione termica e il sistema Start&Stop. Rispetto al modello precedente i consumi sono diminuiti mediamente del dieci per cento circa. Il 1.6 TDI è il motore più efficiente della gamma. In combinazione con il cambio manuale questo Diesel compatto, caratterizzato da un attrito interno minimo, consuma in media 3,8 litri di carburante ogni 100 chilometri (CO2: 99 g/km). Il 1.6 TDI accelera la Audi A3 Sportback in 10,9 secondi da 0 a 100 km/h; la velocità massima è di 194 km/h. Il 2.0 TDI di nuovo sviluppo, i cui alberi di compensazione ruotano all’interno del basamento, è disponibile in due versioni. Nella versione 150 CV (110 kW) e 320 Nm la A3 Sportback a trazione anteriore impiega 8,4 secondi per scattare da 0 a 100 km/h e raggiunge la velocità massima di 213 km/h. I consumi medi si attestano a 4,2 litri ogni 100 km, che corrispondono a emissioni di CO2 di 108 g/km. La variante più potente del 2.0 TDI ha una potenza di 184 CV (135 kW) e una coppia di 380 Nm. I dati più importanti (con cambio manuale e trazione anteriore): da 0 a 100 km/h in 7,4 secondi, velocità massima di 232 km/h, consumi medi di 4,3 litri ogni 100 km (CO2: 111 g/km). Successivamente verrà lanciato il 1.2 TFSI, messo a punto per contenere peso e attrito grazie al basamento in alluminio. Il motore sviluppa 105 CV (77 kW) di potenza e scarica 175 Nm di coppia. In combinazione con il cambio S tronic la A3 Sportback accelera da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi e arriva a 193 km/h. I consumi medi si attestano a 4,9 litri ogni 100 chilometri, con emissioni di CO2 pari a 114 g/km. Il nuovo 1.4 TFSI della A3 Sportback, che ora ha anche il monoblocco in alluminio, pesa solo 107 chilogrammi, vale a dire 21 in meno rispetto al modello precedente. Ha una potenza di 122 CV (90 kW), una coppia di 200 Nm e spinge la A3 Sportback da 0 a 100 km/h in 9,3 secondi; la velocità massima è di 203 km/h. I consumi medi si attestano a 5,3 litri ogni 100 km (CO2: 123 g/km). Nella seconda versione, che verrà lanciata in un secondo momento, il 1.4 TFSI avrà una potenza di 140 CV (103 kW) e una coppia di 250 Nm. Sarà dotato dell’innovativo sistema “cylinder on demand” (COD) che, ai carichi bassi e medi e in fase di rilascio, esclude il secondo e il terzo cilindro. Il motore di 1,4 litri di cilindrata consuma in media 4,7 litri di carburante ogni 100 km, con emissioni di CO2 di soli 110 grammi al chilometro. Con 8,4 secondi per scattare da 0 a 100 km/h (con cambio manuale) e una velocità massima di 213 km/h le prestazioni sono davvero sportive. Il nuovo 1.8 TFSI, il benzina più potente della gamma motori, eroga 180 CV (132 kW) e sviluppa 250 Nm. Abbina l’iniezione diretta FSI a un’iniezione supplementare nel condotto d’aspirazione e varia l’alzata delle valvole mediante l’“Audi valvelift system” a seconda delle esigenze. Il collettore di scarico è integrato nella testata: una soluzione presente in modo analogo anche negli altri due TFSI più piccoli. Queste le prestazioni della versione con S tronic e trazione anteriore: da zero a 100 km/h in 7,3 secondi; velocità massima 232 km/h; consumi medi di 5,6 litri ogni 100 km, equivalenti a 130 g/km di CO2. Audi intende continuare ad ampliare la gamma motori della A3 Sportback. Il programma comprende una versione S, improntata al dinamismo, e altre varianti ad alta efficienza e basse emissioni allo scarico. Nel 2013 debutterà un motore TCNG 110 CV (81 kW) che potrà essere alimentato con Audi e-gas, un carburante che Audi produce internamente da fonti d’energia rinnovabili. Nel bilancio complessivo well-to-wheel le emissioni di CO2 della A3 Sportback TCNG rimangono inferiori a 30 g/km. Nel 2014 seguirà la A3 Sportback e-tron con potente trazione ibrida plug-in. La trasmissione Nella nuova Audi A3 Sportback tutti i motori sono abbinati di serie a un cambio manuale a sei marce. Per alcuni motori è disponibile come alternativa il cambio S tronic; questo cambio a doppia frizione, dagli innesti rapidissimi e quasi impercettibili, può avere sei o sette rapporti di marcia a seconda della versione. Con il cambio S tronic il guidatore può agire sulla leva del cambio oppure utilizzare i bilancieri al volante (optional). In modalità automatica S la curva di coppia è leggermente più alta, mentre la modalità D predilige rapporti di trasmissione più lunghi. In abbinamento al sistema “Audi drive select" (di serie nella A3 Ambition) il cambio S tronic in modalità efficiency è dotato di funzione ruota libera che riduce ulteriormente i consumi. Nei motori fino a 140 CV (103 kW) la coppia viene inviata alle ruote anteriori. Per il 1.8 TFSI e il 2.0 TDI è disponibile a richiesta la trazione integrale permanente quattro che si avvale di una frizione a lamelle di nuovo sviluppo. Il componente a comando elettronico e ad azionamento idraulico, che può inviare la coppia motore dall’asse anteriore all’asse posteriore nel giro di pochi millesimi di secondo, pesa molto meno del gruppo complessivo del modello precedente. L’autotelaio L’autotelaio della nuova Audi A3 Sportback ha una risposta sportiva ed equilibrata. Questo risultato è dovuto innanzi tutto a una ripartizione dei pesi sugli assi attentamente calibrata. L’asse anteriore è stato spostato in avanti di 40 millimetri rispetto al modello precedente, e lo sbalzo si è di conseguenza ridotto. Tutti i motori sono montati con un’inclinazione posteriore di dodici gradi e con il lato di scarico rivolto verso la paratia frontale. Questa configurazione deriva dalla piattaforma modulare trasversale (MQB). L’asse anteriore della Audi A3 Sportback ha struttura McPherson con bracci trasversali a triangolo e supporti oscillanti leggeri in alluminio, collegata a un telaio ausiliario in alluminio. Il retrotreno a quattro bracci, collegato a un supporto assale in acciaio, assorbe separatamente le forze longitudinali e trasversali e ha molle e ammortizzatori separati. Con i due assetti sportivi disponibili la carrozzeria è ribassata, rispettivamente, di 15 o 25 millimetri. Il servosterzo elettromeccanico è sensibile ed efficiente e ha un rapporto di trasmissione diretto di 15,3:1. In rettilineo non consuma energia, e questo costituisce un contributo importante all’efficienza complessiva. Lo sterzo è strettamente collegato a diversi sistemi d’assistenza, tra cui l’“Audi active lane assist” e il sistema di ausilio al parcheggio. Il diametro di volta è di soli 10,9 metri. La nuova Audi A3 Sportback monta, a seconda della versione d’allestimento, cerchi in formato da 16 o 17 pollici; a richiesta sono disponibili anche cerchi da 18 pollici di diametro con design accattivanti. Freni potenti si fanno carico della decelerazione; i dischi anteriori sono autoventilanti. Il controllo elettronico della stabilizzazione ESC include il meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale che aiuta il guidatore in curva. Se la ruota di un asse dovesse perdere aderenza, il meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale la frena leggermente riportando la vettura nella traiettoria della curva. Al freno di parcheggio elettromeccanico è possibile aggiungere un sistema d’assistenza alla partenza. Il sistema “Audi drive select” rende l’esperienza di guida al volante della nuova A3 Sportback ancora più versatile ed emozionante. Al guidatore basta premere un tasto per decidere se l’acceleratore, il servosterzo e il cambio (a richiesta S tronic) devono funzionare in modalità “comfort”, “auto”, “dynamic”, “individual” o “efficiency”. La modalità “efficiency”, volta a ottimizzare i consumi, è prevista anche per il climatizzatore automatico comfort, le luci “adaptive light” e l’“adaptive cruise control”. Un’altra tecnologia disponibile a richiesta che può essere gestita dal sistema “Audi drive select” è il sistema elettromagnetico di regolazione degli ammortizzatori “Audi magnetic ride”. Il sistema tiene pronte una curva caratteristica confortevole e una sportiva; la centralina reimposta costantemente le forze degli ammortizzatori in pochi millesimi di secondo in base alla conformazione del fondo stradale e allo stile di guida. In questo caso la carrozzeria è ribassata di 15 millimetri. L’infotainment La nuova Audi A3 Sportback presenta una grande innovazione nell’elettronica di comunicazione mobile: la piattaforma di infotainment modulare (MIB), che permette di aggiornare rapidamente l’elettronica di bordo. L’elaboratore centrale del nuovo MMI ospita la cosiddetta scheda MMX (Multi-Media eXtension). Uno dei componenti principali della scheda è il veloce processore grafico T 20 della serie Tegra 2 di Nvidia, leader di mercato. Questo chip, che genera sofisticate immagini 3D, entra in azione per tutte le funzioni di gestione vocale e tutte le funzioni online, multimediali, di navigazione e di telefonia. Il monitor ad alta risoluzione del sistema di comando MMI, molto elegante e raffinato grazie anche al case nero e lucido in magnesio, leggero e di soli 11 millimetri di spessore, fuoriesce elettricamente dalla plancia all’avvio del sistema. A seconda della versione lo schermo è di 5,8 o 7 pollici. Sono molte le novità importanti che Audi presenta anche nel terminale di comando posto sulla consolle del tunnel centrale. È cambiata la disposizione dei tasti a bilanciere fissi (i cosiddetti “hardkey”) che gestiscono le funzioni multimediali, di navigazione, di telefonia e radio. Nella versione completa del sistema di navigazione MMI plus la grande manopola di selezione e l’MMI touch, una soluzione mutuata direttamente dalle vetture Audi di classe superiore, si sono uniti per dare vita al "touchwheel”. La parte superiore della manopola costituisce il touch pad, su cui il guidatore può tracciare lettere e cifre con un dito. Sulla nuova Audi A3 Sportback la radio Audi è di serie. Il livello di configurazione successivo, costituito dalla MMI Radio, prevede anche il terminale di comando e il monitor da 5,8 pollici, che fuoriesce automaticamente. A richiesta è disponibile come integrazione il pacchetto Connectivity, che comprende l’“Audi music interface” a integrazione di un lettore mobile, l’interfaccia Bluetooth e una predisposizione per navigatore. Quando il Cliente acquista successivamente una scheda SD con dati di navigazione o se sceglie subito il pacchetto di navigazione, la MMI Radio si trasforma in un sistema di navigazione. La versione top di gamma è costituita dal sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, una centrale multimediale con una capacità di 60 GB di memoria, lettore DVD e comandi vocali per esteso. Il monitor da 7 pollici ad alta risoluzione visualizza l’immagine della cartina con una grafica 3D dettagliata. Mediante l’interfaccia Bluetooth incorporata il sistema di navigazione MMI plus collega cellulari e lettori mobili. Completano la gamma altre soluzioni accattivanti, tra cui un modulo per la ricezione radio digitale e l’Audi Phone Box per collegare comodamente il cellulare all’antenna della vettura. Oltre all’“Audi Sound System” è disponibile anche il Sound System di Bang & Olufsen con un amplificatore da 705 Watt e 14 altoparlanti. Fibre ottiche a LED incorniciano i tweeter nelle portiere anteriori. Audi connect Audi connect è il nome di tutte le tecnologie che collegano la vettura a Internet, all’infrastruttura stradale e agli altri veicoli. Il componente hardware è costituito dal telefono veicolare Bluetooth online che nella nuova A3 Sportback viene chiamato, semplicemente, Audi connect. Il telefono veicolare Bluetooth online, che integra il sistema di navigazione MMI plus, accede a Internet via UMTS; mediante l’hotspot (WLAN) integrata i passeggeri possono navigare liberamente e accedere alla posta elettronica collegando fino a otto dispositivi mobili. Il guidatore può accedere a servizi Internet su misura: dalla navigazione con immagini di Google Earth con la ricerca Google di Punti di Interesse alle informazioni di viabilità di Audi online per arrivare all’“Audi music stream”, un’applicazione per smartphone. A tutto ciò si aggiungono i notiziari e i servizi di informazione. Audi connect comprende anche le applicazioni dei social network Facebook e Twitter, debitamente implementati per l’utilizzo a bordo sotto forma di applicazione all’interno del modulo d’infotainment. Oltre alla funzione di lettura vocale è disponibile un’altra funzione di testo pratica: grazie ad alcuni moduli di testo standard, combinati con i dati di posizione, è possibile far sapere ai propri amici in tempo reale dove ci si trova. Un nuovo servizio di Audi connect è la “Picturebook Navigation” (navigazione tramite album fotografico), una funzione particolarmente interessante in vacanza: il guidatore archivia in un “album” su un server le fotografie di destinazioni che sono collegate ai dati di navigazione (foto personali o immagini tratte da Google Earth o dalla rete) e da queste fotografie crea il proprio itinerario di viaggio. I sistemi di assistenza alla guida La nuova Audi A3 Sportback sfrutta tecnologie evolute anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, come dimostra il più importante di loro: l’“adaptive cruise control”. Fino a 150 km/h questo dispositivo di regolazione della velocità via radar mantiene la distanza dal veicolo antistante impostata dal guidatore; con il pacchetto assistenza, che comprende diversi sistemi, il range di regolazione arriva fino ad addirittura 200 km/h. In abbinamento al cambio S tronic l’“adaptive cruise control” ha anche una funzione Stop&Go per le basse velocità. Completano il programma altri sistemi: l’“Audi side assist” assiste nei cambi di corsia tramite sensori radar che monitorano la zona retrostante la vettura, mentre l’“Audi active lane assist” aiuta a mantenere la vettura nella propria carreggiata, eventualmente intervenendo leggermente sullo sterzo elettromeccanico; il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale si avvale della stessa videocamera per visualizzare limiti di velocità e altri cartelli; il sistema d’informazione per il conducente con consiglio di pausa avvisa il guidatore nel caso in cui riconosca sintomi di stanchezza. Per parcheggiare in totale comfort sono disponibili diversi sistemi; il più raffinato di essi, l’assistente al parcheggio con visualizzazione perimetrale, si sostituisce al guidatore nei parcheggi paralleli o trasversali al senso di marcia e, se necessario, effettua anche più manovre. I suoi dodici sensori a ultrasuoni riconoscono gli ostacoli intorno all’auto. L’assistente di parcheggio può essere completato con una retrocamera. Un altro optional prestigioso è il sistema di sicurezza “Audi pre sense basic”. Se la A3 Sportback dovesse iniziare a sbandare, provvede a tendere automaticamente le cinture di sicurezza anteriori e contemporaneamente a chiudere finestrini e tettuccio. La funzione supplementare “pre sense front” è compresa nell’“adaptive cruise control”. In caso di rischio di tamponamento il sistema avvisa il guidatore secondo un sistema di segnalazione su diversi livelli; può anche indurre una frenata parziale o completa. In caso di emergenza, sotto ai 30 km/h di velocità, l’“Audi pre sense front” rallenta la A3 Sportback con quasi tutta la potenza disponibile. Se ciò nonostante la collisione risulta inevitabile si attiva un nuovo componente: il sistema di frenata anticollisione multipla. Si tratta di un sistema che impedisce eventuali carambole incontrollate in seguito a un impatto. Equipaggiamenti La nuova Audi A3 Sportback vanta un equipaggiamento di serie molto ricco. Al pacchetto di sistemi di ritenuta, che comprende anche un airbag per le ginocchia per il guidatore, si aggiungono gli airbag laterali per i passeggeri posteriori. Fanno parte della ricca dotazione di serie anche il climatizzatore manuale e un indicatore di controllo della pressione degli pneumatici. Nelle versioni Ambition e Ambiente il sistema d’informazione per il conducente con display a colori è di serie e comprende oltre al consiglio di pausa anche il programma efficienza con indicatore di cambio marce. La A3 Sportback Ambition è inoltre equipaggiata con sedili sportivi, assetto sportivo, cerchi in lega da 17 pollici e il sistema “Audi drive select”. Nella versione Ambiente sono di serie il regolatore della velocità, un pacchetto luci interne in tecnologia LED e un sistema di ausilio al parcheggio posteriore. Per tutte le versioni sono disponibili singoli optional che provengono direttamente dalla classe di lusso e che aumentano il grado di personalizzazione. Tra questi rientrano il tetto scorrevole panoramico, la chiave comfort e il riscaldamento supplementare. Tecnologia delle luci A richiesta la nuova Audi A3 Sportback può essere dotata di fari xeno plus con luci diurne in tecnologia LED. Queste luci formano un sottile profilo luminoso omogeneo sul bordo superiore interno dei fari. Se abbinati ai fari xeno plus, anche i gruppi ottici posteriori sono in tecnologia LED. Fibre ottiche, alimentate da LED, formano degli archi schiacciati e uniformi; la banda degli indicatori di direzione completa il profilo sul bordo superiore. Le luci dei freni adattive, che nel caso di frenate energiche lampeggiano rapidamente, sono di serie. Il sistema “Audi adaptive light”, che prevede fari allo xeno, non solo si compone di proiettori orientabili che assecondano le curve, ma è collegato anche al sistema di navigazione in modo che la distribuzione della luce possa variare a seconda che si percorra una strada urbana o extraurbana, un’autostrada, un incrocio oppure che si stia viaggiando in un Paese con guida a destra o a sinistra. In combinazione con una telecamera anteriore il limite chiaro/scuro dei fari viene regolato automaticamente in modo molto morbido. E questo, di notte, aumenta notevolmente la profondità visiva e la sicurezza. Una novità assoluta nel segmento delle compatte di classe premium sono i fari in tecnologia LED (optional), precedentemente appannaggio delle vetture di classe superiore. La luce anabbagliante viene generata in due riflettori a forma libera con complessivamente nove chip di LED ad alte prestazioni; la luce abbagliante, costituita da dieci LED ad alte prestazioni, viene diffusa attraverso il diaframma in alluminio opaco. A seconda dell’equipaggiamento scelto, gli abbaglianti si attivano automaticamente e luci di svolta dinamiche, anch’esse in tecnologia LED, illuminano le curve strette. Completano le funzioni comfort le luci per strade extraurbane e autostrade e la funzione di commutazione per guida a destra o a sinistra. In situazioni di nebbia o neve aumentano la sicurezza le all-weather lights (luci che si adattano automaticamente alle condizioni meteo). Un tocco di stile è dato dall’illuminazione degli apriporta interni, del vano piedi, dei portabevande e da una luce diffusa nell’abitacolo che, dal modulo tetto, si irradia sulla consolle centrale. Anche il “touch wheel” del sistema di navigazione MMI plus è illuminato da fibre ottiche. La nuova Audi A3 Sportback sarà commercializzata a partire da febbraio 2013. La gamma al lancio in Italia prevede due motorizzazioni benzina TFSI e tre Turbodiesel TDI e sarà proposta nelle versioni Young (solo per 1.4 TFSI 122 CV e 1.6 TDI 105 CV) oltre alle conosciute Attraction, Ambition e Ambiente. Questi i prezzi base per il mercato italiano per ciascuna motorizzazione: 1.4 TFSI 122 CV Young 23.900 Euro, 1.8 TFSI 180 CV S tronic Attraction 29.900 Euro, 1.6 TDI 105 CV Young 24.800 Euro, 2.0 TDI 150 CV Attraction 28.100 Euro, 2.0 TDI 150 CV S tronic 30.300 Euro.