Audi A3 MY 2011
Audi A3 MY 2011 Audi A3 MY 2011
Foto Audi A3 MY 2011 »
•    Innovazioni estetiche per tutte le versioni
•    Nove motori disponibili
•    La 1.6 TDIe 105 CV emette appena 99 grammi di CO2 per km

L’eleganza sportiva dei modelli A3 si esprime già perfettamente nel design, in cui le linee armoniose si arricchiscono di particolari nuovi e raffinati. La griglia della calandra single-frame e le mascherine dei montanti centrali sono di colore nero lucido e le prese d’aria inferiori impreziosite da listelli cromati; gli specchietti retrovisori esterni sono stati ottimizzati dal punto di vista aerodinamico e nelle maniglie delle porte risaltano delle pregiate cromature (ad eccezione della S3). Nella parte posteriore la A3 è dotata di un nuovo diffusore con bordo sporgente pronunciato, mentre solo nella versione a tre porte i gruppi ottici posteriori sono oscurati.

Fra le novità vi sono anche le vernici in colore rosso vulcano, grigio Dakota, grigio ametista e blu Scuba. L’allestimento sportivo Ambition sfoggia cerchi dal nuovo design. Anche la gamma dei cerchi in opzione è stata ampliata. Viene proposto un cerchio high gloss da 17” a dieci razze per A3 Cabriolet e, grazie alla quattro GmbH, ulteriori due nuovi cerchi: uno in alluminio da 17” a cinque razze doppie e uno da 18” a cinque razze a rotore.

Stile raffinato: gli interni

Anche l’abitacolo dei modelli A3 risulta ancora più elegante, grazie ai quadranti su sfondo grigio, a una nuova leva selettrice per l’S tronic, agli anelli neri che incorniciano le bocchette di ventilazione e a una mascherina lucida, disponibile come optional, per il sistema di navigazione plus. Nella consolle centrale, sull’interruttore per la regolazione degli specchietti esterni e sui tasti degli alzacristalli risaltano delle applicazioni in look alluminio.

Potente ed efficiente: il gruppo propulsore

La gamma delle motorizzazioni della Audi A3 e della A3 Sportback è alquanto ampia e comprende nove motori: cinque a benzina e quattro Diesel. Tutti i motori, a quattro cilindri Turbo, iniezione diretta, con le sigle TFSI e TDI, confermano l’avanguardia tecnologica dei motori Audi, fondata sulla potenza, la fluidità, la coppia e l’efficienza. Cinque dei nove motori sono disponibili anche nella A3 Cabriolet, mentre alle dinamiche S3 e S3 Sportback è destinato il motore più potente: il 2.0 TFSI 265 CV (195 kW).

La gamma dei motori a benzina si apre con l’1.2 TFSI: un motore che è perfetto esempio della strategia Audi del “downsizing”, metodo che compensa con la sovralimentazione il contenimento della cilindrata. Con una cilindrata di 1.197 cm3, il quattro cilindri eroga una potenza di ben 105 CV (77 kW) e sviluppa una coppia di 175 Nm, con un consumo medio di soli 5,5 litri di carburante ogni 100 chilometri. Il motore a benzina più potente disponibile per la A3 e la A3 Sportback è il 2.0 TFSI 200 CV (147 kW), superato solo dal 2.0 TFSI 265 CV (195 kW) delle S3.

Per quanto riguarda i TDI, la gamma va dall’1.6 TDI 90 CV (66 kW) al 2.0 TDI 170 CV (125 kW). La variante più efficiente della serie, nonché una delle compatte più efficienti sul mercato, è la A3 1.6 TDIe 105 CV (77 kW) con una coppia di 250 Nm. Questo motore è disponibile in tre diverse versioni: quella più parsimoniosa montata sulla A3 ha un consumo di carburante medio di soli 3,8 litri ogni 100 chilometri. Alcuni nuovi accorgimenti, attuati sulla carrozzeria e sul telaio, contribuiscono a collocare questa vettura ai vertici del suo segmento, grazie a emissioni di CO2 di soli 99 grammi per chilometro percorso.

In abbinamento a cinque motori della A3 e della A3 Sportback – 1.2 TFSI, 1.4 TFSI, 1.6 TDI 105 CV (77 kW) e i due 2.0 TDI da 140 e 170 CV (103 e 125 kW) – la Audi monta il sistema Start & Stop con recupero dell’energia frenante: una novità nel segmento delle compatte. Il sistema può essere abbinato sia al cambio manuale sia a un S tronic.

Il sistema offre enormi vantaggi nel traffico urbano, spegnendo il motore quando il veicolo è fermo e riavviandolo all’innesto della frizione o – in abbinamento al cambio S tronic – al rilascio del freno. Il sistema di recupero dell’energia di frenata è di serie con il motore 1.6 TDI 90 CV (66 kW) e con l’1.8 TFSI.

Anche l’offerta dei cambi si presenta estremamente varia. La maggior parte dei motori della gamma A3 sono abbinati di serie a cambi manuali a sei marce; con molti propulsori la Audi offre in opzione il confortevole cambio a doppia frizione S tronic. Nell’allestimento Ambition e nella S3 i bilancieri al volante sono di serie. A seconda del motore montato, il cambio a doppia frizione è a sei o a sette rapporti. La versione a sette rapporti funziona con frizioni a secco: l’assenza di olio nelle frizioni aumenta ulteriormente il già elevato grado di efficienza del cambio.

La trazione integrale sottolinea la posizione di eccellenza della Audi A3 nel segmento delle compatte premium. La Audi propone la trazione integrale permanente quattro su 4 motorizzazioni: non è prevista per la Cabriolet, mentre è di serie nella S3 e nella S3 Sportback. La frizione a lamelle comandata elettronicamente, montata sul retrotreno per una distribuzione del peso più uniforme, trasmette la maggior parte della forza alle ruote anteriori in condizioni di esercizio normali. All’occorrenza essa trasferisce la coppia sul retrotreno in modo rapido e flessibile.

Classe e sportività: il telaio

Il telaio della gamma A3 si contraddistingue per il carattere sportivo, l’elevato livello di sicurezza e il grande comfort. All’origine della sua precisione costruttiva e delle sue qualità vi sono soluzioni tecniche sofisticate, come il retrotreno a quattro bracci, che elabora separatamente le forze longitudinali e quelle trasversali, e il servosterzo elettromeccanico, che interviene in modo tanto preciso quanto efficiente.

In tutte le versioni con trazione anteriore, il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) è dotato di un meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale.

In situazioni limite, il raffinato software della centralina gestisce la ripartizione della coppia sulle ruote attraverso interventi frenanti lievissimi, quasi impercettibili, che contrastano la tendenza alla sottosterzata, migliorano la trazione e aumentano ulteriormente la sicurezza.

Per tutte le motorizzazioni a partire da 140 CV (103 kW), esclusa la A3 Cabriolet, la Audi offre la regolazione degli ammortizzatori “Audi magnetic ride”, che opera con un fluido elettromagnetico e che consente di scegliere tra una mappatura confortevole e una sportiva. All’interno di questo campo caratteristico, il sistema modifica le forze ammortizzanti nel giro di millisecondi, in funzione delle caratteristiche della strada e dello stile del guidatore. A tale scopo, la carrozzeria è stata ribassata di 15 millimetri. Tra gli optional è disponibile anche un telaio sportivo tradizionale e il telaio sportivo S line della quattro GmbH. La S3 propone uno speciale telaio sportivo S ribassato di 25 mm.

Ricchezza di soluzioni: l’equipaggiamento

La vasta gamma di optional della A3 ne conferma l’elevato standard tecnologico. Fra questi vi sono i fari direzionali adattivi “adaptive light” per i fari xeno plus, il dispositivo di controllo automatico degli abbaglianti e il sistema di navigazione plus, caratterizzato dalla stessa logica dei comandi MMI. Questo navigatore offre un calcolo del percorso estremamente rapido, una risoluzione più elevata e una rappresentazione cartografica tridimensionale.

Un altro sistema molto interessante è l’assistente di parcheggio. Quando il veicolo si muove a una velocità inferiore a 30 km/h, il sistema misura per mezzo di sensori a ultrasuoni le dimensioni dei posti liberi disposti longitudinalmente rispetto alla carreggiata; inoltre, consente al conducente di determinare, tramite il quadro strumenti, se uno spazio è sufficientemente grande da consentire una manovra in retromarcia. Per parcheggiare il conducente non deve far altro che inserire la retromarcia e premere i pedali dell’acceleratore, della frizione e del freno: l’auto sterza autonomamente e con grande precisione.