Audi A1 Quattro
Foto Audi A1 Quattro »
Audi ha deciso di coronare la A1 con una versione esclusiva. La sportiva A1 quattro, prodotta in sole 333 unità, si colloca infatti al vertice del segmento. Il suo due litri turbocompresso invia 256 CV (188 kW) e 350 Nm di coppia alle quattro ruote e la vettura scatta da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi, raggiungendo la velocità massima di 245 km/h. La A1 quattro è spinta dal 2.0 TFSI, quattro cilindri di 1.984 cc, che combina l’iniezione diretta del carburante con la sovralimentazione, come è tipico per ogni Audi. Tra le peculiarità spiccano la regolazione dell’albero a camme di aspirazione e i due alberi di equilibratura, che assicurano un funzionamento morbido. Il picco di coppia di 350 Nm è costante tra 2.500 e 4.500 giri, mentre la potenza massima si raggiunge a 6.000 giri. Ogni dettaglio di questo sportivo 4 cilindri è stato ottimizzato per migliorare le performance e contenere i consumi. L’iniezione common rail, il turbocompressore con intercooler e la pompa dell’olio regolata sono solo alcuni degli esempi. Il consumo medio è stimato in meno di 8,5 l/100 km. E questo nonostante le performance da vera sportiva: da 0 a 100 km/h 5,7 secondi e velocità massima di 245 km/h. Il 2.0 TFSI invia la potenza al sistema di trazione integrale quattro attraverso una trasmissione a sei rapporti, portando l’avanguardia della tecnica Audi nel segmento delle compatte. Il cuore della trasmissione è una frizione a dischi multipli in bagno d’olio, a controllo elettronico e comandata idraulicamente. Normalmente, la frizione invia la maggior parte della potenza alle ruote anteriori. In caso di perdita di trazione, la frizione può trasferire coppia al treno posteriore in pochi millisecondi, attraverso il contatto tra i dischi. Un serbatoio aiuta la pompa elettrica a mantenere l’olio della frizione in pressione. In caso di slittamento di una singola ruota, il bloccaggio elettronico EDL interviene frenandola. Il posizionamento al retrotreno della frizione a dischi multipli garantisce una più equilibrata distribuzione del peso tra gli assi. Il telaio della Audi A1 quattro è stato adattato alle nuove specifiche della trasmissione per ottenere una risposta più precisa di quello di serie. Le sospensioni anteriori sono a schema McPherson, quelle posteriori hanno struttura a quattro bracci. Il servosterzo elettroidraulico ha un rapporto diretto di 14,8:1. La A1 quattro monta cerchi in lega in misura 8Jx18, in colore bianco ghiaccio e con esclusivo design a turbina. Gli pneumatici sono in misura 225/35. I dischi freno anteriori ventilati misurano 312 mm di diametro e lavorano in combinazione con pinze freno in colore nero. Il programma elettronico di stabilizzazione ESP include una modalità sportiva e può essere completamente disattivato, per la guida in circuito. Basta uno sguardo per rendersi conto che Audi la A1 quattro è un’auto speciale. Il corpo vettura è verniciato in bianco ghiaccio metallizzato mentre il tetto è in nero lucido. Il paraurti anteriore ha un design muscoloso con griglia della calandra single frame in nero lucido, mentre i gruppi ottici anteriori sfoggiano la struttura interna – le cosiddette wings – in rosso. Sulla calandra, sull’arco del tetto e sul portellone sono presenti i loghi quattro. I cristalli posteriori sono oscurati, il tetto fluisce in un largo spoiler bi-colore. Il nero caratterizza anche il portellone e il diffusore. Anche le luci posteriori in tecnologia LED sono più scure, mentre il paraurti posteriore ha un disegno specifico. Il sistema di scarico sfocia in due terminali, ciascuno con diametro di 100 mm, collocati alle due estremità del paraurti. La A1 quattro è lunga 3.987 mm, larga 1740 mm e alta 1416 mm, risultando leggermente più lunga del modello di base. La capacità del vano bagagli è di 210 litri, che diventano 860 abbattendo i sedili posteriori. Il colore nero caratterizza gli interni. I sedili e i braccioli delle portiere sono rivestiti in pelle Nappa con cuciture rosse a contrasto. I sedili sportivi S hanno fianchetti pronunciati e appoggiatesta integrati con logo quattro. Il quadro strumenti colpisce per gli indici degli strumenti in colore bianco, il tachimetro rosso il logo quattro e il display a colori del sistema di informazioni per il conducente. Il volante sportivo multifunzione è appiattito nella parte bassa, rivestito in pelle con cuciture rosse e riporta il numero di serie progressivo. Il pomello della leva del cambio è in alluminio, così come molti comandi. La Audi A1 quattro sarà disponibile dalla seconda metà del 2012 con un equipaggiamento particolarmente completo. Saranno di serie gruppi ottici anteriori xeno plus, assistente agli abbaglianti, luci freno adattive, pacchetto luci interno, sensore luci e pioggia, specchio retrovisore interno anti abbagliamento, sistema di ausilio al parcheggio, climatizzatore automatico, antifurto, pacchetto portaoggetti, chiave comfort e controllo di velocità. Le dotazioni di infotainment includono cambia CD, sintonizzatore radio digitale, Audi music interface e sistema MMI navigation plus. L’hi-fi Bose sound system da 465 watt è dotato di 14 altoparlanti, con i woofer collocati nelle portiere illuminati da una sottile fascia di LED. Il sistema Audi Connect utilizza la connessione Bluetooth di bordo per collegarsi a Internet e offrire servizi speciali, quali la cartografia di Google Earth. I passeggeri, infine, possono connettere i propri dispositivi mobili alla rete sfruttando l’hot spot WLAN interno.