MINI

A "Focaccia Blues" il Ciak D'Oro Mini "Bello e Invisibile"

A "Focaccia Blues" il Ciak D'Oro Mini "Bello e Invisibile"
A "Focaccia Blues" il Ciak D'Oro Mini "Bello e Invisibile"
Foto A "Focaccia Blues" il Ciak D'Oro Mini "Bello e Invisibile" »
Ciak, il mensile Mondadori di cinema diretto da Piera Detassis, ha celebrato ieri a Roma la serata in onore dei Ciak d’Oro, i riconoscimenti legati alla rivista e destinati a valorizzare il cinema nazionale. L’edizione 2009 segna l’affermazione di due film, 'Gomorra' di Matteo Garrone (miglior film) e 'Il Divo' di Paolo Sorrentino (miglior regia), che certo non sono passati inosservati e continuano a dare lustro al cinema italiano nel mondo facendo incetta di premi.
Assai diverso è stato il riscontro nelle sale che ha caratterizzato il cammino di ‘Focaccia Blues’ di Nico Cirasola, il film che si è aggiudicato ieri il Ciak d’Oro-MINI ‘Bello & Invisibile’. Sponsorizzato da MINI, questo riconoscimento è dedicato al film più bello che, a giudizio della redazione di Ciak, è stato più penalizzato al botteghino.
Il premio assume quindi un compito speciale tra le iniziative del mensile diretto da Piera Detassis: quello di sottolineare l’esistenza di film importanti dal punto di vista espressivo, ma che la politica distributiva non ha saputo sostenere. Una sorta di cartina di tornasole del cinema italiano dove su un centinaio di film che escono nelle sale ogni stagione, appena una ventina riescono a superare i 500 mila euro di incasso.
Giunto quest’anno alla sesta edizione, il riconoscimento consiste soprattutto in un accordo che, oltre a programmarne la proiezione a Una notte in Italia (14-19 luglio), la rassegna del nuovo cinema italiano che si terrà nella splendida isola di Tavolara nel golfo di Olbia, consentirà l’uscita in allegato a Ciak del dvd del film. L’unione tra Ciak d’Oro e MINI consente così di realizzare un sogno e trasformare il premio Bello & Invisibile in veicolo reale di ‘visibilità’.
‘Focaccia Blues’ trae spunto da una vicenda accaduta realmente qualche anno fa ad Altamura, in Puglia, dove venne inaugurato, tra la curiosità della gente del luogo, un grande McDonald’s di 550 metri quadri. Dopo qualche mese, Luca Digesù avendo un locale proprio accanto al “gigante” americano decise di aprire una piccola panetteria in cui produceva la sua specialità: la focaccia.
Le precedenti edizioni hanno visto assegnare il premio nel 2004 a ‘Il fuggiasco’ di Andrea Manni, nel 2005 a ‘Il resto di niente’ di Antonietta De Lillo, nel 2006 a ‘La guerra di Mario’ di Antonio Captano, nel 2007 a ‘Sangue - La Morte Non Esiste’ di Libero De Rienzo e nel 2008 a ‘Il vento fa il suo giro’ di Giorgio Diritti.
MINI Supports Cinema
Dal ‘Courmayeur Noir in Festival’ al ‘Festival Internazionale del Film di Roma’, passando per ‘Una notte in Italia’ a Tavolara e ‘Eolie in Video’, sono solo alcuni dei progetti che MINI ha sostenuto in ambito cinematografico nel corso degli anni. Senza dimenticare le brillanti apparizioni in cult movie come ‘The Italian Job’ o ‘Austin Powers’ e la serie di premi e concorsi volti a valorizzare attori e registi emergenti.